Risolatte alla fava tonka

Scritto il 19 marzo 2009 | 68 Commenti

Risolatte

Se devo descrivere il risolatte con un aggettivo, mi viene da definirlo semplicemente romantico. Sarà perchè lo associo ad una coccola per l’anima.
La ricetta l’ho trovata nel numero di febbraio della splendida rivista francese Saveurs e mi ha finalmente dato la possibilità di provare la fava tonka che aspettava impaziente nel cassetto delle spezie che la usassi. Questa fava, usata in passato soprattutto in profumeria e per aromatizzare il tabacco, è da tempo di moda in cucina, prevalentemente in pasticceria. Si usa grattugiata come la noce moscata e ha un fortissimo profumo. Ho cercato di identificare questo profumo che mi sembrava conosciuto e mi ricorda un misto di profumo di vaniglia, forte profumo di mandorla (avete presente il profumo della mandorla di un noccio di pesca?) o di latte di mandorle. Se volete sbizzarrivi con la fava tonka, da Sigrid trovate tutta una serie di dolci con questa spezia. Anche Daniela la usa con maestria qui, qui e qui.

Risolatte


Ingredienti per 4 persone:

  • 1 litro di latte intero
  • 160 gr di riso tondo
  • 100 gr di zucchero
  • 1 fava tonka

Mettere latte, riso e zucchero in una pentola capiente. Aggiungere l’equivalente di 1 cm di fava tonka grattugiata finemente. Far cuocere a fuoco basso per circa 45 minuti – 1 ora mescolando regolarmente in modo che il riso non si attacchi sul fondo della pentola. Spegnere il fuoco quando i chicchi di riso saranno cotti e il risolatte sarà bello cremoso. Gustare leggermente tiepido o freddo.

Fava tonka

Commenti

68 Responses to “Risolatte alla fava tonka”
  1. twostella il giardino dei ciliegi scrive:

    Mi crogiolo nella romantica atmosfera di ricami e rose per ritemprare l’animo e ti auguro la buona notte :-)

  2. Ciboulette scrive:

    grazie per averla fotografata, da tempo ne sentivo parlare, ma non l’avevo mai vista.
    Da come ne descrivi il profumo penso che ne sarei folle!

    Magnifiche quelle rose, Alex…stamattina quando hoovistool’header mi stavo sciogliendo, giuro!

  3. Cuoche dell'altro mondo scrive:

    *Erborina, io l’ho trovata in un’épicerie molto assortita, potrestri provare a vedere via Internet. Sigrid consiglia su ebay.

    *Eva, ;-) Es gibt unzählige Gewürze, die ich noch nicht probiert habe

    *Marzia, come non hai mai provato il risolatte? Mettiti subito ai fornelli :-)) Anche senza fava è buonissimo

    *Elga, tutto merito del mio principe ranocchio

    *Jajo, visto che ogni tanto tiro fuori qualche cavolata? :-))) Ehehe

    *Ilaria, hai detto una bella cosa, ne sono contenta

    *Babs, le nonne avevano quell’ingrediente magico che noi non abbiamo.

    *Mariluna, certo che vale lo stesso. Che forza, vuoi riprodurre una ciofeca invece per una volta ti riescono!!

    *Fra, temo che sia una cosa troppo specifica anche per il Naturasì

    *Lisa, hai ragione, ho visto un sacco di risilatte in giro. Sarà che abbiamo bisogno di coccole

    *Fedeccino, in effetti mi metto a ridere anche io ogni volta che pronuncio “la fava tonka” … sembra il nome di un cartone animato

    *Anna, tu l’hai trovata a Milano? Sai consigliare dove acquistarla in Italia?

    *Onde99, ce l’ho anche io Afrodita e sono anni che non lo sfoglio questo libro che tanti anni fa mi regalo proprio Marina

    *Elisa, tutte le coccole che vuoi

    *Gallina, che cara che sei. L’header ha in effetti qualcosa di very british :-) Adoro quelle roselline. Me le sono regalate da sola per il compleanno … quando le ho viste dal fioraio non ho potuto resistere e le ho scelte per la tavola della cena

    *Francesca, un bacione, domani ci vediamo!

    *Carla, mi piace leggere le associazioni che avete vedendo le foto!

    *Sandy, anche qui in Germania non si rinuncia alla cannella nel risolatte!

    *Paoletta, grazie mille :-)

    *Vaniglia, ieri ho provato ad abbonarmi alla rivista e ho visto che per gli abbonamenti all’estero è indicato questo numero di telefono 03 88 66 86 11. Non ho ancora provato, visto che domani vado in Francia e posso comprarla li la rivista. Ma se scopro qualcosa te lo faccio sapere

    *Elisa, grazie! Quelle rose mi hanno dato l’idea per tutto il resto

    *Vale, è proprio una spezia curiosa

    *Comida, intendi la maschera di contrasto? In tedesco si chiama Unscharf maskieren

    *Blunotte, io riesco a farmi coccolare anche da un buon supplì, ma il risolatte è decisamente più romantico

    *Snooky, :-)

    *Twostella, così tardi in giro per la rete? Io ero già nel mondo dei sogni

    *Ciboulette, il profumo è molto intenso. Va dosata con parsimonia

    Buona giornata
    Alex

  4. k scrive:

    Meraviglia queste foto!
    La fava tonka non l’ho mai assaggiata… sono proprio curiosa :-)

  5. Staximo scrive:

    :o) Il grigio in effetti ci ha accomunate in questi post. Devo dire che il tuo grigio abbinato allheader rosa è davvero molto chic.

  6. miciapallina scrive:

    U…… che traffico qui dentro!
    Mi astengo dal commntare anche io!
    Ma ti invidio le foto, la ricetta, la fava tonka (che mi guardano strano quando la chiedo) e soprattutto… gli amici in arrivo!
    Quanto vorrei essere li….
    O avere te qui…. soprattutto adesso….

    nasinasi

  7. Mariluna scrive:

    Grazie Alex allora vado con la mail :)

  8. le pupille gustative scrive:

    Che meraviglia questo dolce, davvero altro che romantico…Perfetto, leggero, elegante, profumato… Ma dove si trova la fava tonka? Un graned abbraccio

  9. Mariù scrive:

    Il romanticismo l’hai reso benissimo attraverso queste bellissime foto e queste dolcissime rose rosa.
    Sempre sempre sempre complimenti.

  10. lenny scrive:

    Un viaggio nel roamntiscismo, coccolandosi in dolcezza: sei insuperabile:-)

  11. papavero di campo scrive:

    new look elegante e tenero!
    non conosco la tonka m’incuriosisce,
    e dopo la fava voglio proprio vedere cosa escogiterai con la rava:))

  12. enza scrive:

    :)))) mi vien voglia di correre in cucina

  13. tartina scrive:

    Altro che i petit fours di Marie Antoinette.
    Viva il risolatte di Alex!

    *

  14. Antonella scrive:

    Ogni volta esco dal tuo blog contenta di aver imparato qualcosa di nuovo.

  15. Ago scrive:

    ….ma sai che io la minestra di latte l’ho sempre mangiata salata? Questa versione dolce non la conoscevo proprio, ma mi pare d’aver capito che è antica quanto l’altra…hai ragione, queste minestre sono proprio una coccola per l’anima!
    Un bacione
    Ago :-D

  16. mika scrive:

    Caspita che meraviglia…tutta l’atmosfera creata dalle foto non solo il risolatte…le fave di tonka sono il prossimo acquisto programmato, Milano è una fantastica fonte di ingredienti…

  17. vaniglia scrive:

    grazie! sabato mi sono messa a spulciare il sito della rivista e anche io ho trovato il numero (ma se il mio francese parlato vis à vis è diciamo “simpatico”, quello telefonico è veramente disastroso!) se scopri qualcosa sono qui….

  18. NIGHTFAIRY scrive:

    Alex..che meraviglia..le foto, le parole..un bacio!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten