Il mio pollo asiatico e le radici di coriandolo

Scritto il 4 giugno 2010 | 32 Commenti

Ne parlavamo l’altro giorno su FB, del coriandolo fresco. Erba aromatica che polarizza. O la ami o la odi. Chi dice che sa di sapone, chi dice che sa di cimice (ma avete mai provato le cimici??). Sarà, ma io ne vado matta. Dedico quindi questo post a Cibou che molto cautamente sta cercando di avvicinarsi al coriandolo fresco ed è ancora un po’ scettica :-)

L’altro giorno sono tornata dopo tanti mesi in un grandissimo supermercato asiatico e ho fatto incetta di prodotti secchi e freschi. Tra quelli freschi ho preso il coriandolo  con le radici, cosa non molto facile da trovare solitamente. Le radici hanno un sapore particolarmente intenso e non vanno assolutamente buttate. Si possono anche congelare, volendo. Ho preso inoltre la radice di galanga fresca, d’aspetto simile allo zenzero. Utilizzo queste tre radici per fare  una specie di soffritto per i miei piatti asiatici. Insieme al lemongrass fresco sono un’ottima base per insaporire carne, pesce e verdure nel wok.

Questo trito è la base, poi solitamente metto nel wok pollo o gamberi e verdure (qui potete sbizzarrirvi). La carne la metto a marinare in un condimento composto da mirin, salsa di soia e salsa di pesce. La marinatura potete anche farla piccante unendo del peperoncino fresco o anche dell’aglio, dipende dai vostri gusti. La cottura poi è velocissima, l’importante è che il tutto venga saltato velocemente in padella e che le verdure restino croccanti. Alla fine condisco con un filo d’olio di sesamo (che uso esclusivamente a crudo) e il tocco finale lo danno le erbe aromatiche che in questo tipo di piatti non vanno cotte: il coriandolo ed il basilico thai. Il basilico thai cresce rigoglioso sul mio balcone e mi sta dando grandi soddisfazioni :-)

Ingredienti per 2 persone

  • 2 petti di pollo
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo o arancione
  • 2 carote
  • 4 cipollotti freschi
  • 3 cm di radice di zenzero
  • 3 cm di galanga (facoltativa)
  • 2-3 radici di coriandolo
  • 1 stecca di lemongrass
  • 1 manciata di coriandolo fresco
  • 1 manciata di foglie di basilico tailandese
  • 1 cucchiaio di mirin
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di salsa di pesce
  • olio d’oliva qb
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo

Tagliare i petti di pollo a fettine sottili e metterli a marinare nella salsa di soia, salsa di pesce e mirin per circa mezz’ora. Pelare la radice di zenzero, di galanga e le radici di coriandolo e tritare tutto finemente. Pulire la stecca di lemongrass togliendo le parti secche e filamentose e tagliarla a rondelle sottili. Mondare le verdure e tagliarle a fettine. Mondare i cipollotti e tagliarli a rondelle. Lavare le foglie di coriandolo e di basilico thai e tritarle molto grossolanamente.

Scaldare un po’ d’olio in un wok, mettere a rosolare il trito di radici e il lemongrass, unire il pollo e la marinatura e far cuocere girando continuamente. Aggiungere le verdure e saltarle con gli altri ingredienti giusto il tempo di ammorbidirsi un po’. Unire infine i cipollotti e lasciar cuocere per un minuto. Condire con l’olio di sesamo, aggiungere le foglie di basilico e di coriandolo e aggiustare eventualmente con un po’ di salsa di pesce. Saltare il tutto per qualche secondo e servire ben caldo con del riso basmati.

Commenti

32 Responses to “Il mio pollo asiatico e le radici di coriandolo”
  1. Ady scrive:

    Io purtroppo facco parte di quella parte che lo odia, ho provato in mille modi, ma niente, sò gusti!
    Quando parlavo dell’odore non era pechè le avevo assaggiate, giammai, ma perchè nei periodi di loro grande concentrazione, visto che vivo fuori città, me le ritrovo dappertutto e spesso purtroppo per loro finiscono sotto le suole, sono molto delicati scome insetti, basta toccarli, sfiorarli o peggio schiacciarli per sentire questo penetrante odore, odore di cordiandolo :DDD
    Baci cara e buon we, pare che questo sia quello buono :))

    • Alex scrive:

      Sai che sta cosa delle cimici mi fa pensare? A periodi c’è l’invasione di cimici in casa e so quanto siano delicati che ti fanno subito la puzzetta. A me l’odore invece ricorda fortemente quello dell’estratto di mandorle amare e ho la stessa associazione che tu invece hai con il coriandolo. Che strano come si percepiscono gli odori (o le cimici tedesche puzzano diversamente :-))))
      Buon WE anche a te … qui 30 gradi! Yeapppah

  2. Habe eine sehr witzige Erinnerung an einen meiner letzten Pfalzbesuche, da ich meine beste Freundin auf die Suche nach frischem Cilantro (Koriander) geschickt habe. Sie kam mit einem kleinen Pflaenzchen zurueck, an dem sich fuenf Blaetter befanden. Wir haben so gelacht.
    Ich pflanze meinen in einem grossen Balkontopf. Der waechst wie Unkraut. Einen Tip habe ich aber leider nicht.

  3. arabafelice scrive:

    Vuoi ridere? Anni fa fummo invitati a cena da una signora sudamericana, che ci preparò le tortillas con mille ripieni diversi.
    Cominciammo ad assaggiare, e tutto aveva uno strano odore, tanto che mio marito mi sussurrò: “dobbiamo dirle che è andato tutto a male!”.
    Niente era andato a male, era solo il coriandolo fresco a profusione dappertutto…

    Quindi niente, non ce la faccio. Sono ancora sotto choc :-)))
    Il tuo pollo però è bellissimo!!!

  4. genny scrive:

    io ovviamente non lo conosco e ti invidio un supermercato asiatico….

  5. Ady scrive:

    Ahahahah mi hai fatto morire…fanno la puzzetta :DDD
    Però che bello se “puzzassero” di mandorla ;)

  6. Elvira scrive:

    ce le ho, ce le ho, ho anche le radici!!! Grazie mille per la dedica :9, ieri ero già stata qui a fare la ricerca, è le tue ricette sono una più attraente dell’altra, ma…non ho trovato il coraggio. Ancora!!! Spero che resista fino a lunedi, poi giurin giuretta ci provo, almeno così capisco definitivamente su quale dei due poli sono! :)

  7. Juliane scrive:

    Warst Du bei Asia Lang in der Nähe des Albtalbahnhofs? Das ist mein Lieblings-Asialaden in Karlsruhe, klein, vollgestopft, hat einfach ALLES! Ich sollte auch mal wieder hin… muss aber immer aufpassen, dass ich da nicht in einen Kaufrausch verfalle (“Oh, Bockshornkleesamen! Oh, Curryblätter! Oh,…..”) ;-)

    Viele Grüße und schöner Tag noch
    Juliane

  8. Reb scrive:

    Acciderbolina, avessi il pollo lo preparerei oggi stesso! Perchè qui, di coriandolo, ce ne è una foresta :). E non manca mai nemmeno in borsa per gli spostamenti metropolitani: finisce, di buon diritto, nel mazzetto salvia/menta/rosmarino/coriandolo che tengo a portata di naso per combattere le immancabili puzze di stagione.

  9. daniela scrive:

    Oh!Ecco qualcosa che mi piace davvero!!
    Sei proprio brava, tu!

  10. Azabel scrive:

    ok, mi hai convinto… sacrificherò un paio di piantine per estrarre le radici, tanto tonta come sono ho messo troppi semi in un vaso troppo piccolo: dovrei riuscire a farlo senza troppi sensi di colpa!

  11. Edith Pilaff scrive:

    Io sono tra quelle che lo adorano,e,come te,uso anche le radici.Piatto interessantissimo, e’ quasi come un thai curry in vacanza nel mediterraneo!
    Complimenti!!

  12. alexandra scrive:

    il coriandolo ho imparato ad “amarlo” in Germania. Lí lo trovavo con facilitá (sia la Viktualienmarkt che nei supermercati asiatici…a Monaco erano una figata!!!)…qui ci sono piú difficoltá a reperire alcune cose (ma ho scovato un negozietto pakistano che ha parecchia roba, specie fresca)…peró le radici non le ho mai mangiate!! (e cosí comincia un’altra caccia al tesoro:)) quelle del prezzemolo invece le ho mangiate in insalata con uovo poché…buone!!…ah la radice di galanga.. ce l’ho secca…hai qualche consiglio d’uso?….grazie A.

  13. lagaiaceliaca scrive:

    bellissimo piatto, colorato e profumatissimo

    non conoscevo alcune spezie che nomini (ma il coriandolo sì) e mi incuriosiscono assai.

    ma è pollo. e per me il pollo fatto così a tocchetti è il massimo.
    me la stampo

  14. astrofiammante scrive:

    la galanga ce l’ho secca, poi ho tutto tranne il coriandolo ………..ma non è un problema ;-))

  15. Alessandra scrive:

    Hai dato la descrizione perfetta per il coriandolo, o lo ami o lo odi, a me piace ma a piccole dosi, ormai lo conosco e riesco a domarlo ai miei piaceri.
    Intrigante ricetta.
    Baci Alessandra

  16. Christina scrive:

    Du könntest langsam mal ne Standleitung erfinden, durch die Du mir immer Essen schickst ;-) Frische Galgantwurzel ist hier auch superschwer zu bekommen, da muss ich meistens nach FfM. Und an die Existenz von Korianderwurzeln habe ich vor Deinem Beitrag noch nicht mal gedacht, jetzt wo ich drüber nachdenke, hab ich die aber glaube ich auch noch nie gesehen. Und übrigens…die Party kann steigen: Sonne!!! LG

  17. Alex scrive:

    *My kitchen in the Rockies, ja, so ungefähr sehen die Pflänzchen aus, die man im Supermarkt oder auf Gartenmärkten findet :-) Ich glaube, ich muss es einfach nochmal versuchen, vielleicht habe ich dann mehr Glück

    *Arabafelice :-))), ecco, magari bisogna avvicinarsi al coriandolo a piccoli passi

    *Genny, io mi sento sempre Alice nel Paese delle meraviglie quando entro in quel supermercato

    *Ady, dovremmo fare sposare le cimici tedesche con quelle abruzzesi :-))

    *Elvira, non aspettare troppo a lungo, altrimenti diventa giallo e puzza ancora di più :-) Mettine giusto un pochino nel riso. Le radici le puoi congelare. Quando ti sarai abituata al sapore le puoi ritirare fuori. Fammi sapere :-)

    *Juliane, nein, ich war am Ende der Kaiserstraße, Richtung Kaiserplatz. Aber gut zu wissen, dass es noch ein Asiamarkt gibt, da muss ich unbedingt mal reinschauen. Wenn ich in KA bin, gehe ich meist ins Bangkok Thai essen (in der Leopoldstrasse). Das Essen ist wirklich sehr sehr lecker. Allerdings muss man “halb scharf” bestellen, ansonsten ist es zu feurig :-)

    *Reb, mica male come idea quella di avere un mazzetto di erbe aromatiche in borsa!

    *Daniela, nessuna bravura, l’unica bravura è quella di trovare gli ingredienti, poi non si può sbagliare nulla :-)

    *Azabel, avessi una piantina che cresce non riuscirei a tirar fuori le radici :-)) Il tuo coriandolo è in un vaso da solo o lo hai messo con altre erbe aromatiche?

    *Edith, già, e senza latte di cocco. Un curry magro :-)

    *Alexandra, qui per fortuna siamo messi bene con i prodotti asiatici. È invece un’impresa trovare una bella mozzarella di bufala o della buona burrata :-) La galanga in polvere non l’ho mai usata, ma ho visto che spesso la usano anche nei dolci tipo pan di spezie. Ha un sapore pepato.

    *Gaia, anche io preferisco il pollo in questo modo. E se si lascia marinare a lungo è molto tenero.

    *Astrofiammante, puoi improvvisare con quello che hai. È questo il bello dei piatti asiatici. Schiaffi nel wok e ne esce sempre qualcosa di buono

    *Alessandra, è un’erba aromatica che infatti non uso quando ho ospiti perchè non sai mai se piace o meno. Solitamente lo offro tritato in una ciotolina a parte e ognuno sceglie se metterlo sul piatto o meno

    Buona giornata di sole a tutti

    • Juliane scrive:

      In Deinen Asialaden gehe ich dann auch mal ;-) Das Bangkok liebe ich! Einfach klasse. Manchmal gehe ich da auch mit meinen Kollegen in der Mittagspause hin. Und egal wann ich dort hingehe: es ist IMMER voll! Aber das ist verständlich…

  18. Alex scrive:

    *Christina, gerne, wenn die Standleitung in beide Richtungen funktioniert umso besser :-))) Eigentlich könnten wir mal ein Shoppingtreffen organisieren!
    Yeapp! Sonne satt, ich kann’s kaum glauben. LG

  19. Evi scrive:

    Blöde Frage: Wie schmecken die Wurzeln?
    Man kann mich mit dem Koriandergrün sowas von jagen, da bin ich noch nie auf die Idee gekommen die Wurzeln zu verwenden.

  20. giovanna scrive:

    Io non lo amo e nemmeno lo odio. So’ strana? :-)
    L’unica certezza è che la sola volta che l’ho mangiato in abbondanza (al ristorante: una tartare con pesto di coriandolo) m’è venuta una reazione allergica. Temo di dovermi astenere. Peccato, perché le tue ricette di ispirazione asiatica mi piacciono un sacco.
    Quanto alle cimici, mi dichiaro incompetente. :-)))

  21. Nicoletta scrive:

    Interessante quanto diverse possano essere le percezioni degli odori! Qualche anno fa avevo sistemato una piantina di coriandolo sul balcone e dopo un po’ l’ho dovuta allontanare tanto intenso era l’odore, molto vicino a quello della pipì di gatto maschio! Il coriandolo mi piace, ma preferisco comprarne qualce rametto all’occorrenza che essere avvolta da quel profumino… Non riesco però a comprendere la vicinanza al profumo di mandorla amara. Boh!
    Comunque grazie per la ricettina orientale che sicuramente proverò.

  22. comidademama scrive:

    Buonissima la radice di coriandolo, hai ragione!
    la mia insegnante di cucina thai, Uma,
    mi aveva insegnato a usarla e non a buttarla.

    Foto rinfrescanti e bellissime.
    OT tu vivi vicino a Ulm?
    Possibile che passi da quelle parti tra non molto. Sarebbe bello fare un salto e dirti ciao dal vivo.

  23. Glu-fri scrive:

    Purtroppo lo odio, vorrei che mi piacesse ma lo odio il coriandolo..e cosi’ non mi godo i cebiche peruviani e altre delicatezze…chissa, spero nella crescita

    • Twee scrive:

      l’ho fatta l’altro giorno la ceviche, e visto che meta’ della famiglia odia il coriandolo ho sostituito il coriandolo fresco nelle loro porzioni con della menta spicata. Sorprendentemente azzeccato!

  24. Milliways scrive:

    Ich hatte mal Koriander im Balkonkasten gezogen. Allerdings hatte ich mich nicht großartig an die Pflanzanleitung gehalten, sondern großzügig die Samen verteilt. Das Ergebnis war recht üppig, aber dann kamen die Blüten und alles ging ein :-/.

  25. Arthurs Tochter scrive:

    manmanman, seitdem ich begriffen habe,dass ich oben die deutsche Version anklicken kann,macht mir Dein Blog noch viel mehr Spaß!
    :)
    Schönes Wochenende!

  26. Alex scrive:

    *Evi, ich befürchte, wenn dir das Koriandergrün nicht schmeckt, dann werden dir die Wurzeln auch nicht schmecken. Schmecken leicht scharf, aber intensiv nach Koriander

    *Giovanna, no no, per carità, allora stanne alla larga :-)

    *Nicoletta, ahahah certo che gliene stiamo abbinando di odori a questo povero coriandolo! Cmq l’odore di mandorle amare lo associo alle cimici (tedesche!!) e non al coriandolo

    *Comida, sono a 200 km a nord di Ulm, non proprio dietro l’angolo. Tu dove sarai? Sentiamoci via mail

    *Glu-Fri, si può vivere benissimo anche senza coriandolo :-)

    *Milliways, bei mir war es genauso. Es kamen die Blüten und er schoss in die Höhe. Ohne Blätter. Dann war rum

    *Arthurs Tochter, sag bloss, du hast nur Bilder angeschaut und nichts verstanden? :-)))) Aber normalerweise wird man gleich auf die dt Version geleitet, wenn man in Deutschland ist, komisch. Jedenfalls bin ich froh, dass wir jetzt miteinander kommunizieren können :-))

  27. Evi scrive:

    Okay, gut zu wissen, dankeschön. :)
    Ich hab ja immer noch die Koriandersaat, da könnt ich mich reinsetzen.

  28. Simone Bonin scrive:

    Bellissima ricetta e foto….non ti smentisci mai!!! Complimenti.
    Io comunque di coriandolo ne ho avuto abbastanza in Costa Rica: lì non usano prorpio il coriandolo ma una pianta ( il culantro) che ha un gusto assai simile….e lo mettono dappertutto in dosi industriali…è micidiale :-XXXX

  29. Ios Grecia scrive:

    Eheheh anche io ne ho abbastanza di coriandolo … però la ricetta è davvero buona niente da dire! :-)
    Un sapore esotico ma allo stesso tempo adatto a qualsiasi occasione!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten