WBD e pane vecchio

Scritto il 16 ottobre 2010 | 36 Commenti

Ho sempre partecipato al WBD, ma quest’anno non sono riuscita a preparare nulla per la quinta edizione lanciata come sempre dalla brava Zorra. Le scuse potrebbero essere tante: la dieta, un periodo di fiacca generale o, come descrive  Enza, di languore malinconico spompato che sembra girare un po’ come un virus tra alcuni di noi. Da tempo non riesco più ad aderire alle decine di iniziative, collaborazioni e concorsi in rete e mi dispiace. Ma al WBD ci ho sempre tenuto e stamattina mi sono detta che almeno i miei vecchi pani li avrei potuti ritirare fuori dal cassetto, rispolverarli un po’ e presentarli a chi magari se li è persi sul vecchio blog.Non sono tanti e io non sono un’esperta di panificazione, anzi. I pani che ho fatto sono tutti facili e veloci, altrimenti mi demoralizzo :-)  Buon WBD a tutti, sono certa che in giro per la rete oggi si vedranno pani meravigliosi.

1. Pane del convento, un pane profumato alle erbe di Provenza

2. No knead bread – il mitico pane senza impasto

3. Pane dolce speziato, ha il sapore del Natale

4. Pane allo zenzero, un pane fuori dal normale

5. Pane al formaggio, con un ripieno filante

6. Pane al peperoncino, per chi ama il piccante

7. Pane dolce al latticello, il pane ideale per la colazione

Commenti

36 Responses to “WBD e pane vecchio”
  1. zorra scrive:

    Damit kannst du doch auch mitmachen. Ein Rückblick auf dein liebsten Brote.

  2. Edda scrive:

    Lo sapevo che avresti fatto una meraviglia. Tutti appetitosi e hai fatto bene a ricordarceli. Un abbraccio forte che cacci il languore ;-)

  3. Christina scrive:

    Oh wow, gut die ganzen Brote noch einmal so im Überblick zu sehen. Da ist aber sowas von 100% etwas für mich dabei! Dir ein schönes, entspanntes Wochenende – lass die Seele ein bisschen baumeln, ok? LG

  4. brii scrive:

    carissima alex, che bella idea la tua.
    questo lo apprezzo moltissimo.

    io ho partecipato solo nel 2008, poi mi è successo una cosa sgradevole in un’altro evento organizzato da Zorra e così, preferisco restare e guardare.

    mi piace la definizione languore malinconico spompato, anche se magari lo chiamerei il lento assaporare della vita.
    nel senso, che è bello fermarsi, chiudere gli occhi e riflettere. è bello appoggiarsi e solo guardare quello che passa davanti. è bello chiudere la porta e godere di quello che abbiamo intorno.
    spero che si capisca cosa voglio dire, ultimamente sono un po’ confusa. :)

    cmq, sia non si può fare e/o participare a tutto.
    io non ci provo nemmeno più, proprio non riesco.

    un abbraccio fortissimo!
    baciusss
    Brii

  5. Aurelia scrive:

    Alex, altro che scuse…hai messo un tripudio di pane, c’è solo l’imbarazzo della scelta!
    Ma guarda un po’, anche il pane allo zenzero…ma chi era che cercava le ricette?
    Grazie bellissima valchiria
    Buona domenica

  6. Elvira scrive:

    Sai che parlando del tuo collage mi era proprio venuto in mente il pan di spezie? Ed eccolo lì, bellissimo al centro, am sono tutti belli, e grazie per aver fatto comunque il post. Ora mi viene da ridere perchè da un po’ ho in mente la battuta di Julia Roberts in “pretty woman” (scusa la citazione troppo colta, eh) quando litiga con Richard Gere “decido io come, decido io quando, decido io con chi.!!!”
    Un abbraccio, e buon we :)

  7. silvia scrive:

    il trasformarsi delle cose è naturale. sai come sono entusiasmaticamente vulcanica e come mi spengo proprio come i vulcani…sotto la cenere però c’è la brace accesa. e così è secondo me la rete. il troppo stanca, se poi il troppo è anche ricco di troppe e troppi …diventa difficile la di/gestione. l’importante è continuare a guardare. a parlare. tornerà anche la voglia di partecipare. (parlo perchè ne son fuori, facile eh?)
    i tuoi pani sono costretta a provarli. ti dirò

    • Alex scrive:

      È proprio così. Da settimane ho in mente l’espressione “il troppo stroppia”. Sono un po’ sazia di tutto e forse concentrata più su cose mie che sul blog sarebbero fuori luogo. Ma siccome siamo sempre in movimento, son certa che la voglia torna.

  8. Mirtilla scrive:

    Hai fatto benissimo a ritirare fuori i tuoi pani perchè io proprio me li ero persi ttutti quanti! Accidenti, quanto vorrei aver scoperto i ltuo blog prima…vebbè, cerco di recuperare i ltempo perso e corro a vedere questi pani! Un bacione

  9. per fortuna che sono facili e veloci: sono bellissimi! vuol dire che posso provare a farli anch’io, segno le ricette :-D
    Ciao!

  10. Stefania scrive:

    Mi piacciono molto queste ricetta per il pane non sono nemmeno io una esperta della panificazione e tendo a preparare del pane semplice , quindi prendo con piacere i tuoi consigli, ciao e buona domenica

  11. Aiuolik scrive:

    Alla fine hai seguito il suggerimento di Cibou, brava! Il WBD non sarebbe stato lo stesso senza questo assaggio del tuo pane!

    Ciaooo!

  12. MMM scrive:

    non saprei quale scegliere!!passa a trovarci!
    http://www.modemuffins.blogspot.com
    bacione!

  13. Giulia scrive:

    Alex, pazienza se non hai pututo partecipare con una ricetta nuova, io che mi sono persa tutti i tuoi pani, guardo volentieri quelli vecchi!
    baci

  14. astrofiammante scrive:

    pensavo di essere solo io contagiata da quel virus, invece mi consolo sapendo di essere in compagnia e gioisco alla vista di questi pani, dato che come te non sono una grande panificatrice, buon lavoro, mi raccomando metti le viti al posto giusto ;-))

  15. barbara scrive:

    Io ho già messo gli occhi su quello allo zenzero! Con il salmone affumicato dev’essere di una bontà… ho fame! :P

  16. Reb scrive:

    ‘Pani stesi ad aciugare’, ecco cosa mi è venuto in mente guardando questo collage: perchè sai essere come uno di quei paesini che tollerano noi tapini ‘turisti’ sorridendo dalla finestra (e ce l’ho fatta a collegarmi, olè)

  17. Fico&Uva scrive:

    Direi che già saper fare questi pani meravigliosi potrebbe essere un ottimo inizio.. hai fatto bene a spolverarli dal cassetto! :-)
    Magari è solo un po’ l’autunno a portare con se un po’ di fiacca …qualche momento di “languore malinconico spompato” serve forse a ricaricare le pile…
    Buona domenica F&U

  18. sabri scrive:

    Oh ricordo quello rustico al formaggio: era spaziale! Buona domenica

  19. anie's delight scrive:

    Deine Brote sehen super aus und gar nicht so “ALT” wie der Titel vermuten lassen könnte ;-))

  20. schlachtplatte scrive:

    Jedes Mal, wenn ich mal wieder hier hereinstolpere, ärgere ich mich. Über mich selbst. Ich sollte viel häufiger hier reinschauen, sooo lecker die Rezepte und bei den Fotos läuft mir das Wasser im Mund zusammen!

  21. Lory scrive:

    Ciao Alex,come te poca esperienza con la panificazione, però tuoi pani li ho proprio provati tutti ;-)
    Per il resto come te uguale uguale,questa volta però per la prima volta dopo 4 anni sono seriamente intenzionata a tirar giù la saracinesca,sarà un virus? ;-)
    Non so ,in ogni caso anche se dovesse succedere sono sicura che alcune persone non le perderò certo di vista ;-)
    Mi auguro che il tuo sia solo un periodo di stanca ti abbraccio!!

    • Alex scrive:

      Quello che penso te l’ho già detto su un altro canale. Come dicevo a Silvia, penso che siamo tutti molto sazi e saturi. È diventato impossibile star dietro a tutti e a tutto. Io non riesco più a rispondere regolarmente a tutti i commenti, pur sapendo che molti se lo aspettano. Ma il tempo è quello che è e non si può diventare schiavi del blog. Per me il blog è una valvola di sfogo, mi serve per distrarmi e quindi è quasi egoistico il rapporto con il mio blog. Se uno inizia a farsi troppi problemi per gli altri, le loro aspettative, le loro critiche, non si finisce più. Faccio quel che posso, ma lo faccio in prima linea per me.

  22. Ancutza scrive:

    una meraviglia, sembrano tutte buonissime e io non vedo l’ora di provare il pane speziato e quello al formaggio. Tanti bacioni da Michi, un suo bacione ti tirerebbe subitu su’!:)

  23. Alessandra scrive:

    Mi hai fatto venire voglia di pane caldo…

  24. colores scrive:

    Mega complimenti per la rassegna stampa. é il minimo ti seguo da tempo e devo dire che mi stupisci sempre.Auguroni!!!! LG colores

  25. lagaiaceliaca scrive:

    ho letto il post di enza, leggo il tuo.

    io penso che dovreste tranquillizarvi, voi madri fondatrici del food-blogging :-)

    se la noia ha preso in certi momenti anche me che pubblico da un anno, mi sembrerebbe disumano che non ne foste vittime voi! e poi tu hai cambiato faccia da poco, hai aperto il nuovo blog, insomma, non mi pare una situazione disperata!

    io ti leggo sempre con grande piacere. sia quando parli di mercatini che di ricette. sono piccole cose, ma che fanno piacere. se non ci facesse piacere disseminare e condividere, avremmo scritto le nostre ricette su un quaderno, o al massimo su un file, non le avremmo condivise, no?

    sai che il pan dolce al latticello dell’anno scorso me lo ricordo ancora?

    per le raccolte e Co, non riesco a starci dietro io che sono ancora preda dell’entusiasmo dei neofiti, non mi sembrerebbe umano che le seguiste voi!

    Take it easy, che ci piaci così :-)

    • Alex scrive:

      Ciao Gaia,

      probabilmente ognuno ha interpretato il post di enza a suo modo. Io non sono stanca del mio blog, anzi, ne ho proprio un bisogno fisiologico. Ho bisogno di fotografare. Ma la sensazione che provo in generale per il mondo del foodblogging in questo momento è di assoluta sazietà. Vedo che siamo diventati tantissimi ed è diventato impossibile star dietro a tutto e a tutti. Quindi ci si ritira un po’ (magari facendo anche la figura della cafona che non commenta da altri) e si cercano nuovi stimoli. Poi il fatto che io sia a dieta stavolta non aiuta :-)) È che dopo quattro anni si è visto già tutto e forse si è stanchi della sola ricetta con foto (e io mi includo perchè non è che stia facendo di meglio … sono un po’ in attesa di idee nuove per me). Riassumendo, diciamo che mi trovo in una fase molto egoistica del blog: faccio quello che mi sento di fare, posto se e quando mi va e di ricette se ne vedono ben poche, se non quelle che ho in archivio da un po’.
      Comunque si, take it easy è sicuramente la chiave per continuare con serenità :-) Un bacio

  26. Elena scrive:

    Ciao, seguo da diverso tempo il tuo blog (sono tantissimi, ma i migliori si fanno notare!). Ho provato per la prima volta una tua ricetta 2 giorni fa e l’ho trovata molto molto gradevole: il cake speziato al latticello è davvero una goduria! grazie. E grazie per le foto curatissime e spontanee nello stesso tempo…

  27. Rossella scrive:

    Quante belle idee.
    Forse per te non saranno nuove, ma per me lo sono. Il pane allo zenzero è una tentazione,ma anche quello provenzale ha un fascino particolare già dal nome.

Lascia una risposta

You must be logged in to post a comment.

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Mi trovi anche su


    www.flickr.com
    This is a Flickr badge showing public photos from cuoche dell'altromondo. Make your own badge here.
  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI
  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten