WBD: pan di mele

Scritto il 16 ottobre 2011 | 30 Commenti

Un appuntamento a cui non si può mancare: il World Bread Day, la giornata mondiale del pane. Ogni anno Zorra ci invita a partecipare ed è meraviglioso vedere come i foodblogger di tutto il mondo postino pane e panini di tutti i tipi. Ormai gli eventi in rete sono diventati innumerevoli, non si riesce a star dietro a tutti, ma al WBD siamo tutti affezionati e ognuno cerca di contribuire in qualche modo.
Quest’anno ho scelto un pane dolce alle mele, anche se il sapore delle mele non si sente quasi più dopo la cottura. Le mele sono la base dell’impasto e rendono questo bane morbido e succoso. L’uvetta e le noci sono invece i protagonisti all’assaggio. Sicuramente si più variare anche con altra frutta secca e altre spezie. Ottimo sia leggermente tiepido sia freddo, nature o con un po’ di burro o mascarpone (!) Dato che l’ho fatto ieri non vi so ancora dire quanto si conservi, vi farò sapere.  Il libro da cui ho tratto la ricetta mi sta molto al cuore. È il primo libro in cui è stata pubblicata una mia foto, in seconda copertina, ed è stata una grande emozione vedere il mio nome stampato sul libro :-)
Auguro a tutti una splendida giornata del pane, girate per la rete, troverete una ricetta più bella dell’altra, ne sono certa. E ancora grazie a Zorra per il lavorone che fa ogni anno.

Ingredienti per due piccole “pagnotte”

  • 200 gr di uvetta
  • 750 gr di mele (una varietà asprognola)
  • 120 gr di zucchero di canna
  • 200 gr di gherigli di noce
  • 1 cucchiaio di distillato di frutta (in mancanza ho usato del cognac)
  • 1 pizzico (anche due) di cannella
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata
  • 500 gr di farina 00
  • 1 cucchiaio di cacao in polvere
  • 1 pacchetto di lievito per dolci (1 cucchiaino colmo)

Mettere l’uvetta in ammollo in acqua bollente per 15 minuti. Nel frattempo sbucciare le mele, privarle del torsolo e grattugiarle (grattugia a fori larghi). Scolare l’uvetta. Mischiare l’uvetta con le mele, lo zucchero, le noci, il distillato di frutta, la cannella e la buccia di limone. Coprire con la pellicola e lasciar macerare in frigo preferibilmente per una notte (io ho lasciato macerare il tutto per 4 ore).
Accendere il forno a 200 °C e coprire una placca con carta da forno. Mettere sul fondo del forno una pirofila con acqua calda.
Mischiare la farina con il cacao ed il lievito. Aggiungere le mele macerate e impastare il tutto. Formare due pagnottelle tonde e metterle sulla placca da forno. Infornare per 50 – 60 minuti. Ogni tanto spennellare il pane con acqua.

Fonte: Brot & Brötchen, H. Weinold-Leipold, Bassermann Verlag

Commenti

30 Responses to “WBD: pan di mele”
  1. Cla ha detto:

    …tu sentirai anche il profumo, ma io resto affascinata da quello che riesci a produrre :*
    love
    Cla

  2. arabafelice ha detto:

    Quanto e’ buono il pane? Credo sia il cibo che piu’ di tutti sappia di casa, di famiglia…
    Il tuo e’ golosissimo, oltre che molto bello :-)

  3. Diletta ha detto:

    Che buono deve essere! Adoro tutto il pane ma specialemente quando contiene semini o frutta secca!
    Un sorriso bello bellissimo,
    D.

  4. Graziella ha detto:

    I libri sul pane sono i miei preferiti!!! Da quello che si intravede anche quello a cui fai riferimento dev’essere magnifico!!
    Questo pane lo spalmerei di burro e composta di lamponi! Condividi?
    Buona giornata mondiale del pane!

  5. MarinaV ha detto:

    Sì, il mascarpone spalmato sopra ce lo vedo benissimo, ed è anche meno calorico del burro ;)

  6. Reb mollicosa ha detto:

    Al solito, sto già arrivando. Per abbracciarti, anche.

  7. Edda ha detto:

    Spettacolare Alex! Pensa che volevo farlo da un po’, adesso ho una fonte certa. Mi piace molto il fatto che sia così denso e pieno di frutta, quasi un pasto :-)
    Un abbraccio!

  8. zorra ha detto:

    Für mich sind ja Brote ohne Hefe keine richtige Brote. ;-) Aber dieses hier sieht so köstlich aus, das muss ich nachbacken. Danke fürs Mitmachen am World Bread Day 2011.

  9. donatella ha detto:

    il pane mi ha sempre dato l’idea di essere una cosa viva: la lievitazione è il momento della crescita, e c’è davvero vita in quella massa che abbiamo creato.. c’è molta poesia dietro il pane..
    questo qui immagino sia davvero buono, invidio il tuo naso che può sentirne il profumo (figurarsi quanto invidio la tua bocca che se lo può mangiare)! bellissima ricetta.

  10. elena ha detto:

    Molto originale questo pane con le mele e ha un’aspetto rustico come piace a me!

  11. Staximo ha detto:

    Io invece sono mancata all’appuntamento… sono senza forno da TRE settimane!!!!!!!!!!!!!!!!
    Il tuo pane fruttato mi piace molto: è un genere che amo. Io lo vedrei bene anche lievemente tostato.
    Ciao!

  12. enza ha detto:

    c…censura…biiippp censura.
    La polacca volò per altri lidi e io mi sono persa il WBD sta st…censura…
    in compenso ciambellone all’acqua e torta rovesciata alle mele alla velocità della luce e dopo 7 ore 7 da ikea.
    la nostra amica direbbe son cose :D
    enzina’s back

    PS se leggi questo messaggio sappi che io sta facendo la notte al 3851 c’è posto.

  13. ale ha detto:

    che meraviglia di pane e che foto ! complimenti

  14. Milen@ ha detto:

    Queast’anno mi pare di vedere meno pani, m aspero tanto di sbagliarmi :(
    Mi piace moltissimo il tuo pane con la frutta e con la sua morbidezza insolita ….
    Complimenti per la pubblicazione della tua foto :D

  15. agnese ha detto:

    io purtroppo nn sono riuscita a prepare un qualche tipo di pane per questo bell’evento…avevo dei lavori da finire. Mi dispiace molto perchè vedo in giro cose stupende e ispiranti e avrei voluto contribuire anch’io. Questo tuo pane è molto sfizioso e bello… lo rifarò di sicuro

  16. Micha ha detto:

    Aber dieses Buch ist doch mit Sicherheit nicht das einzige, in dem Fotos von dir veröffentlich wurden, oder?
    Habe ich eventuell ein Kochbuch von dir verpaßt?

  17. Valeria ha detto:

    Anche quest’anno me lo sono perso! accidenti a me! mi piace moltissimo la tua ricetta, sai? voglio assolutamente provarla al più presto!

  18. lydia ha detto:

    Chissà se un giorno potremomai festeggiare il WBD impastando, infornando e fotografando tutte insieme…

  19. babs ha detto:

    ti aspettavo sai? credo di aver salvato ogni tua pagnotta.
    molte le riproduco spesso :) naturalmente perfette.
    aggiungo questa all’allegra brigata.
    ciao alex

  20. Serena ha detto:

    Ecco. E ce lo dici così con nonchalance che sei stata “pubblicata”? Questo si chiama “avere classe”!

  21. cristina ha detto:

    complimenti per la foto e per questo stupendo pane! Non avevo mai pensato a mettere delle mele nell’impasto…ma farò balzare questa ricetta in cima alla to do list per provarlo;)

  22. Aiuolik ha detto:

    Eh sì il WBD me l’hai fatto conoscere tu e da allora partecipo sempre, è proprio vero che non si può mancare!!! Avere una foto in un libro è un’emozione che non ho provato in prima persona, ma quasi e quindi posso quasi immaginare l’effetto che ti ha fatto :-) E ovviamente, complimenti!!!

  23. Anastasia ha detto:

    You have a great blog. I love your cakes. I am prepared to your prescription “La torta morbida di ricotta di Vera”. It is very tasty!

  24. carlotta ha detto:

    alex sei una spanna sopra tutte… mi incanti sempre. grazie!

  25. risomandorlino ha detto:

    Quest’evento mi piace moltissimo, credo sia di gran sensibilità per un alimento che unisce tutti i popoli. Quest’anno sono arrivata un po’ in ritardo con la preparazione di un pane e ho evitato di postarlo, l’anno prossimo però spero assolutamente di essere tra voi!!il tuo pan di mele ha un aspetto golosissimo…un salutino =)) Lys

  26. Fico&Uva ha detto:

    Mi incanto Alex, ho partecipato anche io ma in sordina nel senso che domenica ho fatto il mio primo impasto con la pasta madre che mi hanno regalato ma non ho fotografato perchè ero troppo presa e coinvolta, vicina con il cuore dunque ma senza post!
    Un bacio

  27. marina :) ha detto:

    hole new creation… you are fantastic…

  28. Marona ha detto:

    Il tuo pane è così interessante e differente, ma quando ho letto “con un po’ di burro o mascarpone” si mi hanno fatto gli oggi grossi, grossi ;-) Buona settimana! (scusa il mio italiano, debo praticare più, glups!)

  29. Rossella ha detto:

    Un pane meraviglioso, come le foto così speciali per te.
    Mi segno la ricetta, perché dopo averlo assaggiato, ho una gran voglia di imparare a farlo.

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten