Insalata di lenticchie di Ottolenghi

Scritto il 28 gennaio 2012 | 26 Commenti

Uno dei libri di cucina vegetariana comprati di recente è Plenty dell’ormai famosissimo Yotam Ottolenghi. Spero di poter tornare presto Londra (l’ultima volta che ci sono stata avevo 18 anni!) e uno dei suoi locali sarà sicuramente una tappa obbligatoria. Ieri mi è capitato di sfogliare questo meraviglioso libro, scovare la ricetta dell’insalata di lenticchie, sedano, menta e nocciole e scoprire che per una volta avevo tutti gli ingredienti in casa. Anche un bel mazzetto di menta fresca. E allora mi è tornata la voglia di mettermi ai fornelli e provare qualcosa di nuovo. Beh, cosa dire. Ottolenghi è una garanzia. Quattro ingredienti semplicissimi che insieme si uniscono in un piatto cosa spettacolare.

Ingredienti per 4 persone

  • 60 gr di nocciole intere, con la pellicina
  • 200 gr di lenticchie (io ho usato le Beluga)
  • 2 foglie di alloro
  • 4 rametti di timo
  • 1 piccolo sedano rapa (ca. 650 gr), mondato e tagliato a bastoncini
  • sale
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • 3 cucchiai di olio di nocciole (o di mandorle)
  • 3 cucchiai di aceto di vino rosso
  • pepe nero
  • 4 cucchiai di menta fresca tritata
  • 1 punta di peperoncino (mia aggiunta)

Scaldare il forno a 140 °C. Disporre le nocciole in una teglia e tostarle per ca. 15 minuti nel forno. Farle raffreddare e tritarle grossolanamente.
Portare ad ebollizione abbondante acqua salata e cuocervi le lenticchie insieme all’alloro e ai rametti di timo. Quando le lenticchie saranno cotte (al dente) scolarle bene.
Nel frattempo cuocere a in acqua salata bollente i bastoncini di sedano (per circa 8 minuti, devono essere appena morbidi). Scolarli e farli raffreddare leggermente. In una scodella capiente preparare un condimento con i due tipi di olio, l’aceto, sale e pepe ed eventualmente un pizzico di peperoncino in polvere. Aggiungere le lenticchie ancora calde (assorbiranno meglio i sapori) e i bastoncini di sedano. Unire la menta e le nocciole tritate e aggiustare di sale se necessario. Servire tiepida o fredda.

Fonte: Plenty, Yotam Ottolenghi

Commenti

26 Responses to “Insalata di lenticchie di Ottolenghi”
  1. Valeria scrive:

    ah, vedo che io e te amiamo proprio gli stessi libri!! Dopo quello di Heidi, adesso siamo entrambe su questo :)) Io lo adoro e ho già provato l’insalata di broccoli, questa chissà perché ancora no, ma è nella lista :)

  2. donatella scrive:

    che bella ricetta, molto semplice. però buona e nutriente. una sorta di piatto filosofico. mi piace.

  3. Beautiful! I love this book… Have a nice day!

  4. Magdi scrive:

    Ich kenne das Kochbuch nicht. Alle schwärmen so davon. Du als Italienerin auch?
    Dann muss was dran sein:)

  5. Alex scrive:

    *Valeria, ora vado a leggermi la ricetta dell’insalata di broccoli!

    *Donatella, per me è un ottimo piatto unico. Sazia tantissimo e non hai bisogno di altro :-)

    *Dominique, merci!

    *Magdi, ich liebe vegetarische Rezepte, wenn sie ausgefallen sind. Und im Buch findet man tolle Ideen. Fast noch besser finde ich allerdings das Buch “Alles Gemüse” von Alice Hart

  6. astrofiammante scrive:

    bellissimo libro, io ho provato e postato i finocchi brasati e ora me li chiedono spesso, ma lo devo sfrugugliare di più ^_____^ ciauzzzzzzz

  7. valina scrive:

    così mi tenti però…dimmi che quasi tutte le ricette contengono uova o latticini così blocco subito la mia forte tentazione di aggiungerlo al mio carrello amazon ( che sta crescendo esponenzialmente :/ )….
    Le lenticchie beluga non le ho mai provate ma mi attirano ogni volta che le vedo —> devo cominciare a smaltire un po’ d legumi dallo scatolone sotto il letto :P

  8. Sono una fan di Ottolenghi! Se ritorni a Londra, é una tappa obbligatoria: visita il risto di Islington, tutto stra buono e cosi’ ben presentato!! Questa ricetta l’ho preparata con le lenticchie di Puy, favolosa.

  9. Gata da Plar scrive:

    Vado pazza per le lenticchie e questa ricetta me la segno!!! :P***

    Carissima, c’è un Premio da me per te!
    Un abbraccio!

  10. ilgamberorusso scrive:

    Contenta di sentire che non hai lasciato i fornelli!Continua così e complimenti per quest’ultima proposta!Buon we Laura

  11. Acilia scrive:

    È una ricetta che mi ha conquistata immediatamente: per raffinatezza, semplicità e originalità. Mi piacciono molto tutti gli ingredienti che la compongono.
    Preparo spesso le lenticchie con l’alloro, così come mi ha insegnato mia madre, ma le associo sempre all’orzo o al cous cous. Questa è una nuova declinazione che voglio assolutamente sperimentare.
    Grazie anche per lo spunto letterario.
    Un abbraccio e un bacio.

  12. Navigo a Vista scrive:

    Ma questa oggi la provo senz’altro! La temperatura invita!!

  13. lukiz scrive:

    che meraviglia di ricetta!
    i due libri me li sono comprati anche io, dopo aver fatto una colazione / pranzo pazzesca ad islington. se torni a londra è sicuramente una tappa obbligata.
    buona domenica e che belle foto, sempre.

  14. giada scrive:

    Nella sua semplicita’ è un’insalata davvero originale! Mi piace molto =)

  15. Nadia scrive:

    Un piatto molto semplice, ricco di vitamine e per questo ideale in questa stagione. Aggiungerei solo una fetta di pane all’aglio appena bruschettato e il pranzo è pronto! Un saluto,

    Nadia – Alte Forchette –

  16. UnaZebrApois scrive:

    bellissima insalatina,incredibilmente gustosa!I suoi locali sono fantastici, il libro, se ce lo consigli, corro a comprarlo ^.^

  17. elena scrive:

    Le Beluga sono le mie preferite, peccato che io sia un disastro a cucinare le lenticchie, mi viene sempre un “pappone”! Eppure questa insalata deve essere proprio buona!

  18. Eleonora scrive:

    Ciao! sono entrata da pochissimo nel mondo dei blog e non notare il tuo era impossibile…sei veramente bravissima! Spero che passerai da me per aiutarmi e darmi preziosi consigli! Grazie, un bacio!

  19. Magdi scrive:

    Und welches italienische Kochbuch nimmst du am häufigsten zur Hand?

  20. saretta scrive:

    Fermi tutti, ho tutti gli ingredienti…e settimana prossima volo a Londraaaaaa!!!!Copie immediatamente :)bacio

  21. Claus scrive:

    @Magdi
    Das wär was für dich. Garantiert!

  22. Magdi scrive:

    Ich habe es gestern zubereitet, aus Zutaten die ich im Hause hatte. Linsen und Sellerieknolle war da, aber nur Walnüsse und getrocknete Minze. Ich habe die Walnüsse auch geröstet und die Minze zwischen den Händen zerrieben. Dazu gab es gebratenen Tofu, mit Sojasauce gewürzt. Meinen Kindern hat es sehr geschmeckt und Norbert ist für sowas sowieso zu begeistern.

  23. Gio scrive:

    ottolenghi lo adoro,! ho postato anch’io una insalata di lenticchie qualche tempo fa ispirata proprio da plenty! ottima

  24. hallo,
    bin gerade in london und war am montag beim meister persönlich essen. ich mach gerade meinen blog-eintrag darüber fertig – kommt in ein paar stunden :-) so einen essensbesuch solltest du unbedingt auch mal machen …

  25. Nina scrive:

    Den Salat gab’s bei uns gerade zum Mittagessen. Sehr lecker! Hatten leider nicht mehr ganz so viel Minze, aber war trotzdem gut. Nächstes Mal ;-)
    Neulich habe ich aus Oriental Basics von GU die Paprika-Walnuss-Paste gemacht (S. 39). Zum Reinlegen! Ich glaub, das wär genau Dein Ding…

  26. Masha scrive:

    Ich liiiiebe dieses Rezept, sowas von lecker!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten