Linguine con le seppie my way

Scritto il 23 febbraio 2012 | 32 Commenti

Succede anche a voi? Avete in mente una ricetta, iniziate a cucinare e, arrivati a metà dell’opera, cambiate completamente rotta? Così è successo con questa seppia. L’idea era di farla spadellata in padella per poi gratinarla al forno. Ho messo gli ingredienti nel wok (uso tantissimo il wok, voi?) e li ho lasciati cuocere a fuoco lento per un po’, quasi dimenticandomene. Poi sono riandata ad aprire il coperchio e mi sono ritrovata quelle seppie morbide in un bel sughino denso, saporito e profumato e non potevo non farci la pasta. Il pangrattato che avevo tirato fuori per la gratinatura è stato usato lo stesso, abbrustolito in padella e aromatizzato con un po’ di polvere d’arancia. Provo la pasta e mi struggo. Sarebbe stato un peccato schiaffare quella seppia in forno e mangiarmela con due verdurine.

Ingredienti per 2 persone

  • 1 seppia grande, pulita e tagliata a striscioline
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio d’oliva
  • 1 manciata di olive Kalamata denocciolate
  • 2 cucchiai di capperi
  • qualche foglia di basilico
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • 1 presa di polvere d’arancia
  • 200 g di linguine

In una padella capiente scaldare un cucchiaio d’olio d’oliva e rosolarvi lo spicchio d’aglio. Aggiungere la seppia tagliata e far insaporire per alcuni minuti. Unire le olive, i capperi, le foglie di basilico e il vino bianco. Coprire con il coperchio e lasciar cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti finché la seppia non sarà morbida. Dovrà formarsi un bel sughino denso. Salare solo se necessario (i capperi e le olive potrebbero essere salati abbastanza).
Cuocere quindi al dente le linguine. Nel frattempo mettere un filo d’olio in un padellino, aggiungere il pangrattato e scaldare a fuoco lento, girando continuamente, finché il pangrattato non avrà raggiunto un colore rossastro. Attenzione a non bruciarlo.
Scolare la pasta, versarla nella padella con le seppie e girare bene. Distribuire tutto sui piatti e condire con il pangrattato e una presa di polvere d’arancia.

Commenti

32 Responses to “Linguine con le seppie my way”
  1. Quei tentacolini nell’header, cosa non sono quei tentacolini lì! Da papparsi ad occhi chiusi.
    E, in un periodo in cui son più le cose che non mi garbano che non quelle garbose, te rimani uno dei pochi punti fissi garantiti, e meno male.
    Ja ja, anche qui tanto wok e tanta indecisione di rotta.
    Pciuck pciuck.

  2. Ti saluto Ticino ha detto:

    Oh, ja, da setze ich mich mit Dir gemeinsam rein ;-)
    Bei mir gab es gestern auch Tintenfisch mit Pasta, mit Fenchel, Knoblauch, Chili und Zitrone, leider sind die Fotos nichts geworden und der Tintenfisch ist aufgegessen.

  3. Valeria ha detto:

    Decisamente sarebbe stato un peccato! La fase della tovaglia stropicciata mi piace moltissimo! :) E le foto sono sempre belle. Arancia e seppia, poi, me lo segno subito.

  4. MarinaV ha detto:

    Ecco, a me un piatto così fa svenire.
    Sarà che adoro le seppie, sarà che il pangrattato abbrustolito sulla pasta me lo faceva sempre nonna, sarà la diversità di consistenze…
    Peccato che l’altra metà non gradisce :(

  5. Claudia Annie ha detto:

    che meraviglia di ricetta, complimenti! :) un bacio!

  6. MagaFornella ha detto:

    Non potevi fare scelta migliore…
    Altro che verdurine! :)

    Un abbraccio

  7. lauretta ha detto:

    ciao! io avrei da chiederti un consiglio tecnico…
    adoro la cucina con la wok, ma prima di comprarne una sto cercando di informarmi bene su materiali, costi, dimensioni etc etc
    tu sapresti indicarmi una buona wok, di buona qualità intendo…
    grazie mille e complimenti per il tuo blog (leggo sempre, anche se non commento)
    :)

  8. Gaia ha detto:

    Buongiorno!
    sarebbe stato un vero peccato, lasciarla in sola compagnia di due verdurine lesse…
    Deve essere deliziosa, così!

    ps il mio wok è scomodamente in cima all’armadio, ma vedro’ di riporlo un po’ più in basso, eh?!?

  9. saretta ha detto:

    Sarebbe stato un scarilegio non accompagnarla alla pasta :D
    Ma può sto sughino farmi gola a quest’ora???!

  10. giulia ha detto:

    u_U!!!! Bella! Una pasta troppo invitante!!! Non penso mai di mettere il pangrattato sulla pasta, di solito lo uso con le verdure, in padella o al forno.

    il wok mi piace molto però lo uso poco… è ingombrante e così è nascosto in fondo ad un mobile e mi scordo di averlo!!!! alla fine uso sempre le stesse pentole e padelle che sono a portata di mano!!!!

    Un bacione Alex! Buon week end!!!! giulia

  11. Io adoro la pasta con il pan grattato, soprattutto con il pesce. Con le sarde, le acciughe, la cernia… una delizia. Ma aromatizzarlo con la buccia d’arancia, questo proprio non l’avrei mai pensato. geniale!

  12. anie's delight ha detto:

    Es sieht perfekt aus. Und mir passiert es ständig, dass ich umorganisiere beim Kochen. Leider werden bei mir die Tintenfische meist nix. Ich schaffe nur sie im panierten, frittiertem Zustand zu was leckerem zu machen. :D

  13. ilgamberorusso ha detto:

    che buone!se penso alla mia cena mi viene da piangere :-(

  14. Inco-DolceeHobby ha detto:

    Questa sera, mi era venuto in mente di preparare le seppie.
    Ma appena ho visto le tue linguine! Gnnam!!!
    Sta sera ho deciso come combinare le mie seppie!
    Bellissima ricetta!

  15. giulietta ha detto:

    da romana non posso esimermi dal dire: manca l’alicetta nel soffritto!!

  16. Adoro cucinare con il wok, come mi piace moltissimo il pangrattato spadellato, la muddica…come direbbe la mia amica Daniela, sicula doc! Bella la ricetta…per non parlare della foto! XX

  17. Alex ha detto:

    Grazie a tutte ragazze!

  18. silvia ha detto:

    forse non cucinerò la seppia con le linguine, che maledette le mie abitudini io ci metto i piselli. ma la foto Ale, questa foto è una delle più belle viste ultimamente!

  19. Nino ha detto:

    buona bella come sempre, ma dove trovi le seppie qua in germania?? Se me lo dici ci vado anche subito (non dovrebbe essere lontano sto ad Heidelberg) e stasera mi faccio la pasta col nero :)

    • Alex ha detto:

      D’inverno c’è un banchetto del pesce davanti al mio supermercato turco. Era la prima volta che aveva anche le seppie. Ci trovo orate, spigole, triglie, merluzzi e a volte i pescetti per la frittura. Con la bella stagione chiude purtroppo. Una mia amica invece prende spesso il pesce alla metro (a Karslruhe) e dice che hanno un banco immenso. Ti consiglio di provare a chiedere a qualche negozio turco se hanno il pesce.
      Il nero io invece non riesco proprio a mangiarlo :-)) Un saluto a HD

  20. Gourmet-Blog ha detto:

    Sieht verdammt lecker aus, dan die Kombination kann sich mein Kopf noch gut erinnern, leider schon lange nicht mehr gegessen. Bei uns gibt es leider keinen sehr guten Tintenfisch, schade schade schade….aber im Urlaub wieder. :)

    Grüße Dirk aus Köln

  21. Andrea ha detto:

    Ci sono finito per caso, ma la foto e la ricetta mi hanno conquistato.
    I miei complimenti, tutto ben fatto.

    Poi ti farò sapere come mi sono venute le linguine…

  22. Elisa ha detto:

    Un’altra ricetta buonissima, un vero successo! Il profumo dell’arancio col pan grattato e’ stata una piacevole sorpresa! Invece della seppia grande, che qui in Olanda non si trova spesso, ho usato i calamari piccoli, comunque buonissimi.

    A presto,
    Elisa

    • Alex ha detto:

      Ciao Elisa, mi fa piacere che ti sia piaciuta. Me l’ero quasi dimenticata questa ricetta … devo rifarla anche io (appena ritrovo delle belle seppie o dei calamari)

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten