Quando viene la mamma

Scritto il 28 luglio 2012 | 49 Commenti

Quando viene a trovarmi mia madre qui in Germania non devo mai dimenticarmi di comprare il cavolo rapa. Quando torna nella sua patria è infatti la prima cosa che vuole mangiare, preparato esattamente come lo faceva la mia nonna tedesca. Anche se ormai il cavolo rapa si trova pure in Italia (nel nostro quartiere a Roma però non l’ho mai visto), è tutta un’altra cosa mangiare un piatto legato a determinati ricordi nello stesso posto, in questo caso la Germania. Mia nonna ci preparava sempre questa ricetta quando l’andavamo a trovare e da piccola per me questo ortaggio era quanto più di esotico si potesse mangiare. È un piatto che da sola non mi cucino mai, ma quando viene Mamma lo mangiamo volentierissimo insieme. E lo cucina lei, come anche stavolta. È un ottimo contorno anche per la carne, ricordo che mia nonna lo faceva con le polpette o le cotolette. A noi invece piace omettere la carne e mangiarlo semplicemente con le patate lesse. Per me è comfort food.
E voi lo conoscete il cavolo rapa? Come lo cucinate?

Ingredienti per 4 persone

  • 4-5 cavoli rapa grandi
  • 350 ml di latte
  • 150 ml di acqua di cottura dei cavoli
  • 50 gr di farina
  • 50 gr di burro
  • noce moscata
  • sale
  • prezzemolo o erba cipollina

Sbucciare i cavoli rapa e tagliarli a bastoncini (ca. 4 x 1 cm). Cuocerli in acqua salata bollente per circa 15-20 minuti, devono essere ancora leggermente al dente. Scolarli e raccogliere sufficiente acqua di cottura per preparare la salsa.
Per la besciamella far sciogliere il burro in un tegame, aggiungere la farina setacciata e mescolare con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare quindi a filo l’acqua di cottura calda e continuare a mescolare. Aggiungere il latte e continuare la cottura finché la salsa non si sarà addensata. Condire con sale e noce moscata. Aggiungere i bastoncini di cavoli rapa e mescolare bene. Servire con patate lesse e guarnire con abbondante prezzemolo o erba cipollina.

Commenti

49 Responses to “Quando viene la mamma”
  1. colores scrive:

    sai che ancora non l´ho provato??? Alex, le tue foto mi fanno venire la fame!! :-))) bacionissimo

  2. Giulia scrive:

    Carissima! Ma lo sai che anche mia madre e’ tedesca e i cavoli rapa mi ricordano tanto la Germania e la mia Oma.! Che bello rivederlo in queste bellissime foto e gustosa ricettina!
    Abbracci
    Giulia

  3. Micha scrive:

    Kohlrabi esse ich auch für mein Leben gerne und der ist in F sehr rar. Dieses Jahr haben wir welchem im Garten. Aber mit schöner Erinnerung schmeckt er natürlich noch besser als mit bloßer Neigung :)!

    Boah, 1800 km – was eine Anreise!

    • Alex scrive:

      Ja, das war immer eine Weltreise, wir sind meist 2 Tage gefahren. Um so glücklicher waren wir, als es bei der Ankunft Omas Leckereien gab.

  4. LA LUNA NERA scrive:

    Il piatto finito mi intriga assai, assai…
    Magari una foto dell’ortaggio intero potrebbe aiutarmi a capire meglio di che si tratta e a riconoscerlo al primo incontro!
    Grazie

  5. Chiara scrive:

    Oddio ma tu non sai che scoperta che mi hai fatto fare con questo piatto!!!!
    Ho vissuto un anno ad Hannover in una famiglia tedesca che mi preparava spesso un piatto dall’aspetto identico al tuo e che io adoravo. Tornata in Italia (ancora non mi dilettavo ai fornelli) non ricordavo bene di quale ortaggio si trattasse ma adesso finalmente mi hai tolto questo dubbio!!!!!
    Proverò la tua ricetta prestissimo. Grazie grazie :))

  6. …troppo carino il titolo del post!! Sono a Lux…e li’ si trova!! Merci

  7. Anne scrive:

    Oh wie gut, dass du mir gekochte Kohlrabi so verführerisch unter die Nase reibst, liebe Alex. Ich schaffe es nämlich so gut wie nie, Kohlrabi zu kochen, weil ich sie vorher immer roh wegknabbere :-)

    • Alex scrive:

      Und ich wäre früher nie auf die Idee gekommen, Kohlrabi roh zu essen (ebenso Paprika, Weisskohl, usw.) Bei manchen Gemüsesorten sind wir Italiener eher für die gekochte Variante. Aber sobald man sich rangewagt hat, merkt man, wie gut es schmeckt!

  8. Chiara scrive:

    Mai assaggiato!Dici che si trova facilmente in Italia?Io dalle mie parti non riesco a trovare mai niente..sarei molto curiosa di provarlo!

    • Alex scrive:

      Non so quanto sia diffuso in Italia, leggevo da qualche parte che ci sono grandi coltivazioni in Puglia. Io chiederei semplicemente al mercato, magari ti sanno dire qualcosa

  9. Genau so mag ich Kohlrabi auch am Liebsten. Ich hab sogar hier bei mir auf dem Markt einen Farmer der Kohlrabi selbst anbaut. Ich freue mich immer sehr, wenn er welchen zum Verkauf hat. Die meisten Amerikaner wissen jedoch nichts damit anzufangen.

  10. anirac scrive:

    oh1 molto interessante….da noi non e conosciuto il cavolo rapa, ma nel mercato la settima passata c|era uno dei venditori che ne aveva…ma io non sapevo como cucinarlo…assagiare questa ricetta!! (e il cavolo rapa anche!)

  11. MarinaV scrive:

    Ah, il kohlrabi! Pensa tu come sto messa: ho dovuto guardare la versione tedesca, perché il cavolo rapa non mi diceva niente…
    Ti dirò la verità: mai assaggiato. Interessante però.

  12. Francesca scrive:

    Cara Alex, anch’io vengo da Roma e ti assicuro che anche nel mio quartiere questo cavolo rapa non l’ho mai visto. Invece da quasi due anni vivo in Germania e ogni volta che vedo questo strano ortaggio mi chiedo: ma che sarà mai? Forse andrà bene per il minestrone?
    Ah, finalmente posso comprarlo e farne qualcosa, poi adoro la besciamella quindi non posso chiedere di più :-)
    Ma la ricetta è valida anche per il Kohlrabi rosso?

    • Alex scrive:

      Il Kohlrabi rosso sinceramente non lo conosco. O intendi quella rapa lunga rossa? Cotta non la farei.
      Nel minestrone ce lo vedo benissimo.

      • Francesca scrive:

        No, intendo proprio il Kohlrabi rotondo. Se fai una ricerca per immagini su google ne escono sia bianchi che rossi, e nelle frutterie qui in Germania si trovano entrambi, ma forse dipende dalle zone.

        • Alex scrive:

          Ho appena visto le immagini, non lo conoscevo. Sembra essere abbastanza difficile da trovare. La ricetta vale sicuramente anche per quello rosso. Che bello che è :-)

  13. Chaosqueen scrive:

    Wie Anne schon oben geschrieben hat, wird der Kohlrabi auch bei mir meist roh verputzt, zum Kochen kommt es da selten. An Kohlrabi mit Béchamel kann ich mich aus meiner Kindheit allerdings auch noch erinnern

    Bei unserem Lieblingsitaliener gibt es wunderbare Anti-Pasti, darunter eine Variante mit Kohlrabi und Gorgonzola, für die ich mit Ausnahme der Möhren mit Estragon alle anderen Vorspeisen stehen lasse.

    Ich sollte wohl demnächst im Gemüseregal ‘mal wieder zu Kohlrabi greifen…

    • Alex scrive:

      Witzig, Estragon-Möhren habe ich auch erst kürzlich gemacht und könnte mich reinlegen! Die Variante mit Gorgonzola klingt sehr gefährlich … Suchtgefahr :-)

  14. arabafelice scrive:

    Alex, una curiosità: sarebbe per caso quello che viene chiamato anche sedano rapa o ho detto una corbelleria?
    In ogni caso è peggio del santo Graal, a Roma…

    • Elvira scrive:

      Chiedo scusa se mi intrometto, ma la questione ( e l’assenza) di entrambi ha afflitto per anni anche me :)

      Stefania, il sedano rapa sa di sedano, e il cavolo rapa sa di cavolo, anche se si assomigliano! Sai che io a Roma il cavolo rapa lo trovo facilmente al supermercato? Ma non in questo periodo, diciamo tra marzo e maggio.

      Ma dunque sei a Roma, ora?

      • Alex scrive:

        Ti ha già risposto Elvira (grazie!!). Il sedano rapa si trova più facilmente (almeno nel mio quartiere a Roma l’ho già visto e comprato più volte).
        La stagione del cavolo rapa qui è leggermente più lunga … considerate le temperature del piffero che ci ritroviamo :-DD

      • arabafelice scrive:

        Ecco, non ci avevo capito niente :-( Sono stata a Roma fino a qualche giorno fa, ora sono di nuovo in Arabia. Grazie per le info!

  15. francesca scrive:

    Questo e1 davvero un classico tedesco…..perche cucinare patate perfette che ci stiano bene insieme non e` affatto baale….detto da un italiana con suocera tedesca!
    farncesca

    • Alex scrive:

      L’importante è trovare delle patate a pasta dura di eccellente qualità … una tragedia a Roma, non trovo mai delle patate degne come quelle che trovo qui.

  16. Elvira scrive:

    Io l’ho mangiato solo crudo, in insalata o proprio da solo, lo trovo buono e rinfrescante quasi quanto i miei amati cetrioli pugliesi!

    Concordo con Araba, le patate lesse che mangiavo in Germania erano sempre più buone :)

  17. Nadia scrive:

    Anche per me è da considerare un vero e proprio comfort food! Semplice ma incredibilmente saporito è perfetto con le carni, specialmente quelle arrosto o brasate.
    Non vedo l’ora che faccia freddo per riproporlo!

    Nadia – Alte Forchette -

  18. Barbara scrive:

    Grazie per questa ricette che proverò al più presto.
    In Italia si trova e io lo preparo sempre in “carpaccio”, ossia fettine sottilissime condite con olio, sale, limone e prezzemolo, Divino!

  19. Magdi scrive:

    Ich habe mich schon schwer getan für eine Teilnehmerin, italienischer Muttersprache, meiner Kochkurse zu erklären was das ist, der “cavolo rapa”. Das Gemüse selbst ist in Italien wirklich schwer zu finden.

  20. Leggendo pensavo fosse sedano rapa, ma adesso ho visto le foto e letto i commenti, qui in Inghilterra lo chiamano Kholrabi, l’ho assaggiato una volta e non mi è piaciuto, come non riesco ad amare nessun tipo di rapa, dalla foto il tuo piatto sembra comunque invitante!
    e in quanto a patate, l’Inghilterra è una seconda patria del tubero! il problema dell’Italia è che si tende a cercare una patata “farinosa, a pasta gialla, bianca” mentre qui si cerca di inculcare le diverse caratteristiche dei tipi diversi, per cui nelle riviste o nelle ricette si suggeriscono proprio i nomi delle varietà, cosa che aiuta ad imparare e conoscerle meglio…non so se si è capito nulla, scusate ma sono ancora addormentata!

  21. Cinzia scrive:

    Ricetta da provare.. non ho mai mangiato questi cavoli ma le tue foto sono così invitanti che non si può non provare:-). Un saluto e buon weekend e complimenti per ricette e foto:-) Cinzia

  22. Cla scrive:

    ovviamente non mi ricordano niente, troppo lontana sono dalla Germania, non l’ho mai assaggiato! Ho assaggiato il sedano rapa ma non è la stessa cosa, comunque, qui alla auchan l’ho visto :D
    baciuzzi alla mamà :*
    Cla

  23. Miele Di Corbezzolo scrive:

    Mangiare crudo, con tutto il suo succo! La grattugia a maglia grossa + Panna acida + tanto Aneto (non finocchietto che ha il gusto diverso!!). Il sale, ovviamente. E’ delizioso, anche semplicemente con una fetta di pane nero! Se aggiungere poi sul piatto le patate lesse (quelle giuste!) e qualche fetta di salmone affumicato…
    Il sedano rapa è semplicemente la radice del sedano. Pulirlo dalla sua buccia, tagliarlo a fettine molto sottili che vengono poi messe ad essicare completamente. Conservare in un barattolo di vetro, con una manciata di riso sul fondo per assorbire l’eventuale umidità. Aggiungere qualche fetta alla carota, cipolla, 2-3 pomodorini e 3-4 rametti di prezzemolo per fare un brodo buonissimo e profumato. Il sedano fresco, per quanto è buono, non darà mai un profumo cosi intenso e ricco come la radice. Si può usare nello stesso modo anche la radice del prezzemolo, profumatissima anche lei.

  24. grà scrive:

    Ciao Ale, il piatto è di Zara home? Lo adoro!

  25. Marina scrive:

    Io sono in America e qui ci sono diversi ortaggi che non so come usare….. potrebbe essere un turnip? O rutabaga?
    Giurerei di averlo visto da qualche parte… forse al mercato dove ci sono tanti Asiatici a vendere. La prossima volta ci faro’ caso.
    Mi piacerebbe provare la tua ricetta Tedesca. Andavo spesso in Germania quando abitavo in Italia ma non credo di averlo mai mangiato…..

  26. supercaliveggie scrive:

    Un’ottima ricetta vegetariana, se trovo un cavolo rapa qui in california prima o poi te la copio!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Mi trovi anche su


    www.flickr.com
    This is a Flickr badge showing public photos from cuoche dell'altromondo. Make your own badge here.
  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI
  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten