Torta di rose con ripieno di nocciole e marzapane

Scritto il 20 maggio 2013 | 10 Commenti

Ho fatto questa torta di rose qualche domenica fa, quando l’unica consolazione era mettere le mani in pasta, visto che fuori impazzava l’ennesima bufera e io ero rinchiusa in casa con i calzettoni e il maglione di lana (a maggio!) Mi sono ricordata della torta di rose fatta dalla mia amica per il brunch di Pasquetta e ho provato a inventarmi il ripieno di sana pianta. Ho avuto fortuna, è venuta benissimo, anche se non molto dolce (ma io la preferisco così). Aumentate la dose di zucchero se la preferite dolce. Per me le torte di pasta lievitata sanno di casa, sono una vera e propria coccola. Ed era quello di cui avevo bisogno quella domenica. E anche oggi. Qui è festa e, dopo un breve intervallo soleggiato, siamo tornati a temperature autunnali che ti costringono a casa (oh, siamo a fine maggio! MAGGIOOOOOO).

E così ho tirato fuori dal freezer alcune roselline di questa torta che avevo congelato. E mentre si scalda in forno ho pensato di dedicare finalmente qualche minuto a questo mio blogghino trascurato. Purtroppo in questo periodo mi servirebbero almeno 4-5 ore al giorno in più per riuscire a sbrigare tutto e il blog deve sempre aspettare. Ma finalmente ce l’ho fatta e fra qualche minuto mi premio con un pezzetto di torta calda :-) A rileggerci presto!

Per l’impasto

  • 500 gr di farina
  • 1 cubetto di lievito di birra (42 gr)
  • 250 ml di latte tiepido
  • 75 gr di zucchero
  • 2 tuorli
  • 125 gr di burro fuso
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di latte per spennellare la torta

Per il ripieno

  • 250 gr di nocciole intere
  • 100 gr di marzapane (pasta di mandorle)
  • 200 gr di panna acida (o panna liquida)
  • 2 albumi
  • 60 gr di zucchero

Preparare l’impasto: in una ciotola capiente disporre la farina a fontana e sbriciolarvi al centro il lievito di birra e mischiarlo con un po’ di latte, un cucchiaino di zucchero e un po’ di farina. Coprire la ciotola e far lievitare per circa 15 minuti in un luogo caldo.
Dopodiché aggiungere il resto del latte, lo zucchero, i tuorli, il burro e il sale al lievitino e impastare il tutto, prima con la frusta elettrica, poi a mano, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Far lievitare per circa 45 minuti in un luogo caldo.
Nel frattempo preparare l’impasto: tritare le nocciole e lo zucchero nel robot da cucina, aggiungere poi il marzapane a pezzetti e gli albumi e amalgamare bene. Infine incorporare la panna acida fino ad ottenere una crema.
Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume, impastarlo nuovamente e stenderlo con il matterello  in un rettangolo (ca. 30 x 40 cm). Distribuire la crema di nocciole su tutta la superficie aiutandosi con una spatola. Arrotolare la pasta su se stessa per ottenere un lungo rotolo. Con un coltello affilato tagliare il rotolo in fette da ca. 4 cm e sistemarle tutte in uno stampo a cerniera imburrato. Lasciare riposare per altri 20 minuti, spennellare poi le rose con un po’ di latte e cuocere nel forno preriscaldato a 180 °C per circa 60 minuti. Se necessario coprire lo stampo con della carta di alluminio.

Commenti

10 Responses to “Torta di rose con ripieno di nocciole e marzapane”
  1. Benedetta scrive:

    che voglissima! quanto sono grandi i cubetti di lievito da te :) ! qui sono da 25g! che dici, verrà bene lo stesso con il lievito di birra secco..? un abbraccio cara, speriamo arrivi presto un pochino di caldo..!

    • Alex scrive:

      Sì, qui sono enormi i cubetti. Sicuramente puoi usare anche il lievito secco.
      Qui danno freddo per tutta la settimana, non so come resisterò. E la torta è finita!

  2. Basler Dybli scrive:

    Lecker + tolle Bilder ! Darf ich fragen welchen Durchmesser die verwendete Springform hatte ? Danke für die klärende Antwort.

  3. Arianna scrive:

    E se la torta ha scacciato via il magone del brutto tempo oggi la faccio anche io!! Buonissima, e se è meno dolce è anche più buona per i miei gusti!

  4. Anna L. scrive:

    Che meraviglia di torta ,ma tocca ringraziare il mal tempo perché se no non la avresti mai fatta ,Comunque io la farò anche se il tempo è bellissimo giacche è una torta magnifica. Un abbraccio

  5. rosa scrive:

    sto per svenire. e non vorrei che mentre io me ne sto lì svenuta la torta mi sparisce sotto il naso… :-)
    no, sul serio: vorrei provarla al volo solo per inebriarmi di questi aromi!

  6. Elvira scrive:

    Alex mi hanno regalato una quantità imbarazzante di nocciole…da sgusciare ovviamente! Se mi dice bene fanno un po’ di domenicche di pioggia anche qui, e uso la prima per sgusciarle e la seconda per fare il dolce. Tra l’altro la torta delle rose è uno di quei miti che non ho mai fatto, pur adorando i dolci lievitati con il lievito di birra (vero, eh, avete i cubettoni lassù! :)

  7. ficoeuva scrive:

    4 o 5 ore in più potrebbero bastare effettivamente per riuscire a fare il minimo … anche il nostro blogghino langue anche se cerchiamo di metterci impegno…
    A dirla tutta una torta di rose come questa mi fa venire voglia di scrivere un post adesso :-)
    bacioni Alex
    ficoeuva

  8. Alba scrive:

    Sembra squisita! Ci proverò anch’io.
    Grazie e speriamo che il tempo migliori.
    Alba

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten