Zucca arrosto con salsa di tahina

Scritto il 14 ottobre 2014 | 12 Commenti

Eccola, la prima ricetta della stagione che vede protagonista la zucca. E come poteva essere diversamente? È una delle splendide ricette tratte da Jerusalem di Ottolenghi (eh sì, sempre lui). L’ho però modificata leggermente rispetto all’originale perché la salsa di tahina per i miei gusti era troppo forte e quindi ho aggiunto dello yogurt. Inoltre ho sostituito i pinoli con dei pistacchi e quando l’ho fatta per la seconda volta ho aumentato la quantità di cipolle rosse perché sono davvero buone. Per quanto riguarda la varietà di zucca: io ho usato una Hokkaido con tanto di buccia, Ottolenghi consiglia la butternut che però, per quanto ne so io, va sbucciata (anche se lui in questa ricetta non la sbuccia. Boh.) Per chi non lo sapesse: lo za’tar è una spezia a base di timo in polvere, sesamo e sale che si trova nei negozi di prodotti mediorientali (io l’ho trovato da un siriano). E ora correte a comprare gli ingredienti :-)

Ingredienti per 4 persone

  • 1 zucca Hokkaido da 1,5 kg  tagliata a spicchi da 2×6 cm
  • 3 cipolle rosse, tagliata a spicchi da 3 cm
  • 50 ml di olio d’oliva circa
  • 3 cucchiai di tahina (pasta di sesamo)
  • 1,5 cucchiai di succo di limone
  • 1 piccolo spicchio d’aglio
  • 125 g di yogurt magro (mia aggiunta)
  • 30 g di pistacchi tritati (oppure pinoli tostati)
  • 1 cucchiaio di Za’tar
  • fior di sale, pepe nero
  • prezzemolo tritato (io l’ho dimenticato)

Preriscaldare il forno a 220 °C.
Disporre i pezzi di zucca e gli spicchi di cipolla su una placca rivestita di carta da forno e condirli con 3 cucchiai d’olio, un cucchiaino di fior di sale e una spolverata di pepe nero. Infornare per 30-40 minuti finché la zucca é morbida e ha preso colore. Fare attenzione che le cipolle non si brucino troppo. Togliere le verdure dal forno e farle raffreddare.
Per la salsa,  mischiare una scodella la tahina, il succo di limone, 2 cucchiai di acqua, l’aglio tritato, un po’ di sale. La consistenza deve essere cremosa. A questo punto io ho aggiunto lo yogurt per rendere il sapore più delicato.
Disporre le verdure su un piatto da portata, cospargere con i pistacchi e lo za’tar (ed eventualmente del prezzemolo tritato). La salsa di tahina può essere servita a parte o distribuita direttamente sulle verdure.

Fonte: Jerusalem, Ottolenghi – Tamimi, DK

Commenti

12 Responses to “Zucca arrosto con salsa di tahina”
  1. Micha scrive:

    Köstlich siehts aus – und mir ist das Rezept in *Jerusalem* gar nicht aufgefallen. Allerdings sind mir die *Unstimmigkeiten* in den Otto-Rezepten nicht unbekannt (den Butternut muß man nämlich schälen)…

  2. Iulia Lampone scrive:

    Sai che io invece devo ancora mangiarla la zucca in questa stagione? Mi hai fatto proprio venir voglia di questa zucca arrosto!

    un caro saluto

  3. anonimo scrive:

    Beh ,dopo questa gran bella foto ,oltre il fatto che è una ricetta di Osseliani con le tue modifiche ( le quali, posso affermarlo con sicurezza, garantiscono ogni volta che il risultato finale e’comunque squisito), e ho pure casualmente TUTTI gli ingredienti gia’ in casa(e trattasi di ingredienti che amo,tutti quanti),visto che domani vado a cena da un’amica e saro’io a portare la cena, che altro aggiungere se non : ” la faccio domani: Grazie di aver postato questa supergolosa ricetta , anche perchè perfetta con la stagione!!!”…ma sappi anche la tua insalata autunnale e i ramen con tempura saranno quanto prima le future ricette da affrontare e soprattutto gustare!un saluto affettuoso

  4. anonimo scrive:

    L’ho fatta ierisera! é B-U-O-N-I-S-S-I-M-A..la ripetero’ancora e ancora, …e anch’io la prossima volta aumentero’ le cipolle!GRAZIE!!!!

  5. lihabiboun scrive:

    @anonimo: VERO!! VERO!!! VERO!!!!
    Super einfach und genial lecker. Ich hab noch abgetropften Yoghurt und separat kleine junge Gurken dazu gereicht. Ein Fest! Danke für den Tip (auch ich hab ja das Jerusalem Teil rumstehen) ;-)

  6. Buongiorno :)
    ho scoperto il tuo blog per caso, su un altro foodblog tedesco. Anche io sono un italiano, foodblogger, che ogni tanto viene in Germania e quindi volevo confrontarmi un po’ con questa realtà tedesca.
    Un piacere averti trovata, davvero un bel blog e le ricette sono molto interessanti. Questa ad esempio mi piace molto poi con le tue foto molto rustiche ma sofisticate metti ancora più appetito :)

    Se ti va, ti aspetto sul mio blog
    Marco di Una cucina per Chiama

  7. Rahel scrive:

    Muss ich unbedingt ausprobieren. Ich moechte das Kochbuch “Jerusalem” schon lange, habe es aber immer noch nicht. Zum Glueck liegt bei mir zu Hause gerade ein Butternuss-kuerbis herum :-)

  8. erika scrive:

    ciao, la mia zucca é nel forno. ti sapro’ dire. ;)

  9. erika scrive:

    Deliziosa! grazie.

  10. Lidia scrive:

    Appena fatta, è molto buona, ricca di sapori diversi. Grazie

  11. dovrei fare una raccolta di tutte le ricette che trovo con la zucca, ma credo che non basterebbe un’enciclopedia Treccani a contenerle tutte… :*)

    la adoro sotto qualsiasi forma, dolce e salata, in crema o nei cappellacci, nel risotto, nel ciambellone… insomma… la adoro, punto! ^_________^

    E mi segno pure questa!

    Baciiiiiiiiiiii

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten