Insalata di cavolfiore arrosto

Scritto il 2 marzo 2015 | 14 Commenti

Da quando tempo fa ho provato il cavolfiore arrosto non lo mollo più. E chi lo fa più bollito?! È molto più saporito e croccante, davvero favoloso. Giorni fa guardavo questo video di Green Kitchen Stories (presumo che conosciate questo fantastico blog di cucina vegetariana – se non lo conoscete fiondatevi a spulciarvelo tutto – e anche il canale youtube) e avevo giusto un bel cavolfiore che mi stava aspettando. Mi mancavano altri ingredienti, ma ascoltando le parole di Luise nel suo video ho cercato di mantenere nella mia versione dell’insalata lo stesso equilibrio tra legumi, verdura, frutta secca. E quindi da me ceci anziché lenticchie, nocciole anziché mandorle, gallinella anziché rucola o spinacini freschi. Sapevo che mi sarebbe piaciuta, non immaginavo che mi avrebbe così conquistata. Se amate questo genere di piatti, la dovete provare, vi scalderà il cuore! La ricetta originale la trovate QUI, io vi presento la mia versione.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cavolfiore
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cumino in polvere
  • peperoncino qb
  • ca. 350 g di ceci già cotti
  • 1 abbondante manciata di nocciole
  • circa 10 datteri freschi, denocciolati e tagliati a pezzetti
  • 100 g di foglie di insalata (gallinella, spinacini, rucola, misticanza)

Per il condimento

  • 1 cucchiaio abbondante di tahina
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 1 cucchiaio di limone
  • sale e pepe
  • acqua per diluire

Scaldare il forno a 220 °C. Lavare il cavolfiore e tagliarlo in piccole rosette. In una scodella mischiare 4 cucchiai d’olio d’oliva e le spezie e condirvi le rosette di cavolfiore. Distribuire il cavolfiore condito su una placca da forno e cuocere nel forno per circa 20-25 minuti finché non sarà bello dorato. Togliere il cavolfiore dal forno, metterlo in una scodella capiente e farlo raffreddare. Abbassare il forno a 170 °C e far tostare le nocciole per circa 10 minuti. Toglierle dal forno, trasferirle in un canovaccio e agitarle bene per eliminare la pellicina. Preparare intanto il condimento emulsionando tahina, limone, miele, olio, sale e pepe. Diluire con un po’ d’acqua qualora la consistenza dovesse essere troppo tensa. Aggiungere quindi al cavolfiore i ceci, l’insalata, le nocciole, i datteri a pezzetti e condire con la salsa di tahina.

Commenti

14 Responses to “Insalata di cavolfiore arrosto”
  1. Il cavolfiore al forno è stupendo! L’abbinamento coi datteri mi stuzzica ma mi impaurisce : odio l’abbinamento + classico cavolfiore-uvetta e non vorrei dover buttare via tutto :(

    • Alex scrive:

      Allora falla senza datteri o magari ne aggiungi solo uno e se non ti piace lo ritogli subito. La ricetta originale aveva anche la cipolla rossa che io ho dimenticato.

  2. Stefania scrive:

    Concordo!! È’ buonissima anche la ricetta di Ottolenghi in Jerusalem, con sedano e chicchi di melograno, e anacardi o simili

  3. miciapallina scrive:

    Che bello leggerti Alex!
    E che bello imparare da te cose nuove e nuove storie.
    nasinasi
    mip

  4. Daniela scrive:

    Ciao Alex,
    passo sempre di qua e ogni tanto lascio un commento……La zucca al forno di Ottolenghi è diventata il mio piatto preferito e se tanto mi da tanto questo diventerà il mio secondo piatto preferito!!! :)
    Proverò senza datteri, non mi piacciono molto, magari li sostituisco con dell’uvetta.
    Grazie infinite per le ricette fantastiche e per le tue foto che io adoro e salvo come screensaver!!!

    • Alex scrive:

      Cara Daniela, allora abbiamo gusti molto simili, perché la zucca di Ottolenghi questo inverno l’ho fatta un giorno sì e l’altro pure :-)) I datteri li puoi sostituire con qualsiasi altro tipo di frutta. Secondo me ci stanno bene anche le albicocche secche, l’uvetta di sicuro anche.
      Un abbraccio

  5. Paola scrive:

    Il cavolfiore arrostito l’ho provato seguendo una ricetta di Yotam Ottolenghi e me ne sono innamorata. E’ incredibile quante cose si possano inventare con gli alimenti e quante mille sfaccettature e sfumature di sapori acquistino ogni volta. La tua versione di cavolfiore arrostito mi piace molto :)

  6. Juls scrive:

    questo è un modo di cucinare la verdura, di concepirla proprio, molto diverso da come facciamo abitualmente in Italia. Da Ottolenghi in là è un tripudio di colori, sapori e consistenze, cotture diverse e abbinamenti. Menomale che abbiamo scoperto questa nuova dimensione, non si torna più indietro!

  7. cuocavolante scrive:

    Ciao Alex so che non ci conosciamo ma leggo il tuo blog da due anni oramai.
    Mi piacciono le tue ricette e le tue foto, ho anche io appena acquistato una casa con il giardino al termine di un viaggio dentro me stessa. Questo cavolfiore arrosto mi piace molto, l’ho appena infilato nel forno con una grattata di curcuma fresca che qui in Tirolo trovo piuttosto semplicemente. Per ora c’é un gran profumo, poi ti saprò dire le mie impressioni sul risultato finale. Grazie anche per la segnalazione del blog veggie, davvero super!
    Buona giornata
    la cuocavolante G.

  8. Ciao io adoro le verdure soprattutto di stagione.. bellissime le tue ricette..

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten