Galette di prugne

Scritto il 6 settembre 2015 | 7 Commenti

Dopo un’estate meravigliosa, pian piano si sente che sta arrivando l’autunno. Ho tirato fuori la copertina per il divano, di pomeriggio sento il bisogno di una tazza di tè bollente, ho comprato la prima zucca e sto già pensando ad una corona autunnale per la porta. E oggi mi è venuta voglia di accendere il forno e di fare un dolcino. Sinceramente non so quando abbia fatto l’ultimo dolce! Avevo delle bellissime prugne (le susine coscia di monaca) e invece di farci la solita composta con la cannella che di mattina metto nel porridge, stavolta sono finite in una galette – anzi, in due. In rete ho trovato la ricetta di un impasto integrale con l’olio di cocco che mi ha subito incuriosita. Nella ricetta originale si usava solo farina di farro, mentre io ho mischiato farina 00 e farina di grano saraceno.

La mia curiosità si riferiva però all’uso dell’olio di cocco. Dovete sapere che ultimamente uso l’olio di cocco vergine biologico (importantissimo!) per un sacco di cose:
– come impacco per i capelli secchi e sfibrati (lo applico sulla lunghezza la sera prima e lo risciacquo la mattina)  – i capelli risultano morbidi e lucenti
– sulla pelle secca
– come struccante
– per lavarmi i denti (ha un’azione antibatterica)
– e naturalmente per cucinare
Ma non lo avevo mai usato al posto del burro. L’olio deve essere bello solido. Io ho pesato i 120 grammi e li ho messi per qualche minuto in freezer. Il risultato non mi ha delusa. La galette è bella croccante, non troppo dolce e ha un sapore deciso che si sposa bene con l’acidulo delle prugne. E prugne e cannella è un must! Provatela.

Ingredienti per 2 galette di medie dimensioni

Per l’impasto

  • 140 g di farina 00
  • 140 g di farina di grano saraceno (o altra farina integrale
  • 2 cucchiai colmi di zucchero muscovado
  • 1 cucchiaino di sale
  • 120 g di olio di cocco solidificato
  • 5-6 cucchiai di acqua ghiacciata

Per il ripieno

  • ca. 12 prugne (coscia di monaca)
  • 2 cucchiai colmi di zucchero muscovado
  • cannella qb
  • mandorle tritate qb

Mischiare le farine con lo zucchero ed il sale. Aggiungere l’olio di cocco solidificato (messo precedentemente in frigo o freezer) e amalgamare il tutto molto velocemente fino ad ottenere un composto bricioloso. Unire quindi poco a poco l’acqua ghiacciata e impastare finché non si otterrà un impasto liscio. Formare due pallotte e metterle in frigo per ca. 15 minuti. Nel frattempo lavare e denocciolare le prugne e tagliarle a spicchi sottili.
Stendere le due pallotte di ’impasto su un foglio di carta da forno e dargli la forma di un disco. I bordi possono rimanere irregolari. Trasferire la carta su una leccarda. Disporre quindi gli spicchi di prugna a ventaglio al centro dei dischi lasciando due dita sul bordo. Cospargere le prugne di zucchero, cannella e una spolverata di mandorle tritate. Ripiegare il bordo sulle prugne schiacciando leggermente le pieghe. Spennellare l’impasto con un po’ di latte (latte di mandorle per una versione completamente vegana). Cuocere nel forno precedentemente riscaldato a 200 °C per circa 20 minuti.

Commenti

7 Responses to “Galette di prugne”
  1. Ulica scrive:

    Ciaooo:)
    Dopo un periodo passato in Inghilterra ho visto che da quelle parti si usa molto l’olio di cocco che si trova da comprare nei barattoli direttamente solidificato. Sapevo che fa bene ai capelli, ma non sapevo di avere cosi’ tanti utilizzi.. ho visto persone che lo usano al mattino al posto del burro insieme alla marmellata.
    Di sicuro e’ meno grasso del burro e il suo gusto e’ diverso.
    Da provare in una ricetta come la tua, sicuramente!
    Una buona settimana!
    Ulica :)

    • Alex scrive:

      Ciao Ulica, la consistenza dipende dalla temperatura ambiente :-) Ma per l’impasto è bene che sia abbastanza freddo e duro.
      A me è piaciuto molto il sapore che dà alla frolla.
      A presto, Alex

  2. Anna scrive:

    Ciao, che bella galette, quasi quasi provo a farla…
    Posso chiederti quale olio di cocco usi esattamente? Io ne ho comperato uno che ha ancora un forte profumo di cocco. L’ho usato per un dolce e li’ stava benissimo (era un plum cake cocco e lime) ma da quanto ho capito ne esiste anche un tipo piu’ neutro, che si puo’ utilizzare anche per cucinare. Credo dipenda dal diverso grado di raffinazione. Quello che ho preso io e’ di AlNatura.

    Grazie per la ricetta,
    Anna

    • Alex scrive:

      Ciao Anna, io non ne prendo uno in particolare, guardo cosa trovo in offerta. L’ultima volta ho preso quello della Rapunzel. L’importante è che sia bio e olio vergine biologico al 100%. So che esiste, ma non di tutte le marche, anche un olio di cocco dal sapore più neutro, ma non l’ho mai provato. Comunque se lo usi per cucinare non si sente tantissimo il sapore di cocco.
      Saluti, Alex

  3. Paola scrive:

    Nonostante io adori l’estate, arriva un momento in cui non faccio altro che aspettare arrivi l’autunno, con le sue temperature fresche, le sue tazze di tè fumanti, le torte da infornare, i maglioncini da mettere su la sera, i plaid da tenere sul divano a portata di mano. E di settembre adoro i frutti che regala, i loro colori e i loro sapori. Una galette è quello che ci vuole per racchiuderli golosamente. Non ho ancora mai usato l’olio di cocco per nessuna preparazione, mentre in giro vedo parecchi che lo fanno :) Prima o poi ci proverò, ma intanto prendo una fettina di galette: deve essere buonissima :)

    • Alex scrive:

      Ciao Paola,
      io amo tutte le stagioni e dopo un’estate generosa come questa sono anche contenta che arrivi un po’ di freschetto. E per ora anche settembre è bellissimo.
      Provalo l’olio, è davvero molto versatile

  4. Emanuela scrive:

    Ecco che vedo questa cosa bellissimaaaaaaaaa! credo che ne farò una crostata unica…. domani! si si si! :)

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten