Dackelplätzchen

Geschrieben am 16 Januar 2011 | 42 Kommentare

Mir ist aufgefallen, daß ich noch nie von meiner Liebe für Rauhaardackel gesprochen habe. Wir hatten immer Dackel zu Hause (ein deutscher Hund für meine Mutter), immer Rüden (mein Vater wollte zumindest einen Verbündeten in seinem Frauenhaushalt). Dackel haben einen wunderbar dickköpfigen Charakter, was haben wir mit unseren Hunden gelacht. Der erste war Woody, der Hund meiner Kindheit. Es war Liebe auf den ersten Blick. Er wollte immer im Mittelpunkt stehen und wußte, was er dafür anstellen musste. Er konnte kerzengerade auf seinem Hintern sitzen und das ewig lang. Diesen Trick benutzte er z.B. in Läden, während wir in der Schlange warteten, um bei den Kunden auf sich aufmerksam zu machen. Einmal kam der Priester zu uns, um die Wohnung zu segnen (das ist bei uns so üblich) und während wir beteten, stellte sich Woody in unsere Mitte und bellte. Er war im ganzen Viertel bekannt. Als Woody starb, war der Schmerz so groß, daß wir zunächst keinen anderen Hund haben wollten. Ich war damals schon in Deutschland, als ich den Anruf bekam, daß mein Vater Max und Sepp geholt hat: Ein Geschwisterpärchen, das uns viel viel Freude gebracht hat. Es war auch viel einfacher, zwei zu haben. Sie haben sich wunderbar miteinander beschäftigt und es war kein Problem, sie alleine zu lassen.

Leider ist Sepp von einem Auto überfahren worden, nachdem er von einem Böller erschreckt wurde. Es war schrecklich. Aber Max war dann ein ganz treuer und lieber Begleiter für viele Jahre, auch in ganz schwierigen Zeiten. Er hatte die Gabe, die Stimmung im Haus genau zu erkennen und da zu sein, wenn man ihn brauchte, sich aber zurückzuziehen, wenn es gerade nicht passte. Er war ein großer Angsthase, oft ganz schön frech. Aber ein wunderbarer Freund. Sollte ich jemals wieder Hunde haben, dann wird es sicherlich ein Rauhaardackel (wobei ich doch als Kind immer eine Dogge haben wollte!!)

In unserer Wohnung erinnern viele Dinge an unsere Liebe für Dackel und oft schenken uns Freunde Gegenstände in Dackelform. Auf einem der letzten Weihnachtsmärkte habe ich ein Plätzchenförmchen in Dackelform gefunden und musste es natürlich meiner Mutter schenken. Über Weihnachten haben wir dann diese Dackelplätzchen mit dem Mürbeteig ihres Apfelkuchens gemacht.

Leider habe ich hier keine Fotos von Woody und Sepp, aber ich kann unseren Max vorstellen: Als kleine Hexe, im langen Winterpelz und als englischen Lord, wie er im Sommer aussah.

Zutaten

  • 150 g Weizenmehl
  • 1 Msp Backpulver
  • 100 g Zucker
  • Mark einer Vanilleschote
  • 1 Ei
  • Salz
  • 100 g kalte Butter
  • Puderzucker zum Garnieren

Mehl und Backpulver mischen, auf die Tischplatte sieben, in die Mitte eine Vertiefung eindrücken. Zucker, Vanillemark, Ei und eine Prise Salz hineingeben, mit einem Teil des Mehls zu einem dicken Brei verarbeiten. Die kalte Butter in Stücke schneiden, auf den Brei geben, mit Mehl bedecken. Von der Mitte aus alle Zutaten schnell zu einem, glatten Teig verkneten. Den Teig ca. eine Stunde im Kühlschrank ruhen lassen. Dann ausrollen (ca. 4-5 mm dick) und mit den Lieblingsförmchen ausstechen. Auf einem Blech mit Backpapier verteilen und bei 180°C circa 15-20 Minuten backen. Erkalten lassen und mit etwas Puderzucker bestreuen.

Kommentare

42 Responses to “Dackelplätzchen”
  1. Elga sagt:

    Mi piace questo spiraglio che offri sul tuo personale, sui tuoi ricordi ed emozioni. Ecco con i cani hai inziato alla grande, della serie lacrima facile:D
    Mi domando come Max abbia potuto reggere al dolore della perdita di Sepp. Un evento improvviso al quale ,con la sua sensibilità ,non ha potuto abituarsi, come per una malattia.
    Non so io credo fermamente nei sentimenti degli animali, a quello che ci possono regalare.
    Ti abbraccio forte e prendo un biscotto, anche se non lo posso mangiare lo tengo qui sulla scrivania

    • Alex sagt:

      Max è rimasto traumatizzato dalla perdita del fratello. Dei due lui era quello più spavaldo e coraggioso, mentre Sepp se la faceva sempre sotto (e questa sua paura gli è stata fatale). Dopo Max è cambiato completamente ed è diventato pauroso e mammone.
      Se qui non fossi sola e non mi spostassi così spesso avrei sicuramente un cane. E credo sia fondamentale, per chi ne ha la possibilità e la giusta responsabilità, di far crescere i bambini con un animale.
      Ti abbraccio anche io

  2. Kafcia sagt:

    Adoriamo i cagnolini, ci piacerebbe averne tantissimi ma per ora siamo senza giardino. Potremmo iniziare da questi biscotti, un passettino alla volta.

    Kafcia e PanKogut

  3. Daisy sagt:

    mio figlio ha visto le foto e si e‘ messo dire..bau bau…e continua….hai fatto la sua felicita‘!!!!!!!!!!!!!!

  4. arabafelice sagt:

    Sono cosi‘ colpita da questo post, Alex.
    Primo, anche io ho avuto un Woody, ma era un gatto e non un cane.
    Secondo, anche a casa mia vanno alla grande gli stampi di cani e gatti, e se mai trovassi questo splendido a forma di bassotto farei la felicita‘ di mia sorella, ed in passato l’avrei fatta di mia mamma :-)
    Terzo, leggerti ora che il mio amatissimo micio lotta tra la vita e la morte mi ha fatto venire una lacrima.
    Ti abbraccio.

  5. Alex sagt:

    *Kafcia, se solo potessi ne avrei tanti anche io. Consoliamoci con i biscotti :-)

    *Daisy, contentissima!

    *Arabafelice, faccio il tipo per il tuo micio e ti abbraccio forte

  6. Anch’io amo molto gli animali,ho un gatto ,un coniglietto e un cane di canile fortemente voluto che sa stare su due zampe….il difficile è farlo stare fermo…..belli e buoni i biscotti…..saluti e baci

  7. MarinaV sagt:

    Mai avuto animali, tranne un gatto randagio che mi ha adottata per qualche mese con la scusa di svernare vent’anni fa…
    Mi consolo con i tuoi biscotti, però :D

  8. Katrin sagt:

    Wir haben einen Langhaardackel zu Hause (und einen Hund). Zuerst konnte ich mich überhaupt nicht mit einem Dackel anfreunden (ich mag lieber große Hunde), aber innerhalb kürzester Zeit hat unsere Dackeldame mein/unser Herz erobert.

    Die Keksausstecher brauch ich unbedingt *g*

  9. lamiacucina sagt:

    im ersten Moment habe ich an gebackenes Osterlamm gedacht ;-)

  10. Reb sagt:

    Deve esser peculiare ’sta cosa dei tedeschi che vogliono il cane campanilista :) (qui, ci s’ha, per l’appunto, un pastore…). Ho aspettato 30 anni per averne uno ed oggi non saprei immaginare la mia vita senza. Ho impresso nella mente quel mattino in cui piangevo, sapendo il perchè, e lui che- pur non sapendo- piangeva con me.
    Ed i bassotti son l’unica eccezione per me che amo in genere le taglie grandi!
    Deliziosi: i biscotti, lo stampino, gli amici fedeli, la tua famiglia e te.

  11. giulia sagt:

    Mi piacciono molto questi post in cui parli di te della tua famiglia. Davvero molto belli, ti fanno conoscere in un modo delicato e dolce!
    Andrea impazzirebbe per un animale, ma purtroppo lo spazio in casa è poco e l’idea di rinchiuderci un animale mi rattrista troppo, specialmente un cane credo abbia bisogno di uno spazio adatto in cui almeno scorrazzare un po‘!!! L’amore per gli animali ci fa comunque accarezzare tutti i gatti che troviamo e i cani sempre al guinzaglio dei loro padroni!!!
    Un bacione carissima, giulia

    P.S. dimenticavo; i biscotti sono troppo carini!!!! ❤

  12. Der Max ist aber auch zu suess. Eine meiner Grundschulfreundinnen hatte auch einen Dackel. Der war aber nicht so nett zu Fremden und ich hatte als Kind immer ein wenig Angst vor ihm, obwohl auch wir Hunde hatten. Die Dackelplaetzchenform ist eine tolle Sache. Da ein Dackel ja so kompakt ist, brechen auch die Beine nicht so schnell ab. Das waere bei meinem Hund in Plaetzchenform ein wenig schwieriger. Ich habe einen Chocolate Lab.

  13. Giorgia sagt:

    Cara Alex,
    questo post è bellissimo e dolcissimo. Nella mia vita sono passati tanti animali, tutti trovati (eccezion fatta per una dei miei due attuali cani, che abbiamo preso in canile da piccola perchè cieca e nessuno la voleva, adesso però ci vede benissimo!) e spesso, purtroppo, già anziani e con storie terribili alle spalle.
    Al momento in casa abbiamo due cani e due gatti, ogni tanto qualche foto spunta anche da me :)
    Mi permetti di rispondere a chi come giulia pensa che un animale in casa sia sacrificato?
    Cara Giulia, hai sicuramente ragione, un animale sarebbe sicuramente più felice se avesse un giardino in cui correre e sfogarsi, ma sappi che i canili/gattili scoppiano. Gli animali sono tantissimi, di spazio ne hanno meno che in casa e non hanno un padrone che possa dare loro tutto l’affetto di cui hanno bisogno e che meriterebbero. Soprattutto, non sono tutti così „fortunati“ da vivere in rifugi dove ci sono i volontari (ebbene sì, in alcuni canili i volontari non esistono nemmeno), e anche quando ci sono per quanto facciano (e fanno davvero tanto) non sarà mai abbastanza. Sicuramente un animale che vive in casa comporta un impegno notevole, ma ti ricompenserà con un amore infinito e incondizionato.
    Ecco, ho finito con la mia solita manfrina :)
    Un bacio da me, Olimpia (la finta cieca), Jack (il cane pazzo), Carletto (il gatto ragioniere) e Puntina (l’ultima arrivata).

  14. Christina sagt:

    Oh, und ausgerechnet heute habe ich davon berichtet, dass ich einmal auf einen Dackel getreten bin… ;-) Das war natürlich nur aus Versehen – ich liebe Hunde! Unseren Jack Russel-Terrier mussten wir leider vor drei Jahren einschläfern lassen. :-(

  15. Aiuolik sagt:

    Il mio amore per i cani lo conosci, per cui sai bene che ti capisco perfettamente. Capisco anche il „rifiuto“ dell’avere altri cani, morto il primo. Io sono ancora ai primi, ma ti capisco! Avendone due ma avendo iniziato con la femminuccia da sola, conosco anche l’importanza di averne due… Insomma, in tutto questo, mi mancano solo gli stampini…ma esisteranno con la forma dei miei? Forse di Husky ancora ancora…ma del mio adorato intelligentissimo bastardino? :-))))

  16. Patrizia sagt:

    io ho avuto un ciguagua, un coker rosso inglese , tre bastardini ,e l’ultima cagnolina mia preferita una piccola sculettante ricciolina bianca e nera e adoro anche i bassotti come quello di Colombo, tutti putroppo mi hanno lasciata presto ed ne ho soffferto tantissimo e se ci penso soffro ancora. oggi ho un gatto ma sono certa che avro‘ ancora dei cani!
    Deliziosissimi i tuoi bassottini!
    Ciao Alex

  17. Dora sagt:

    Questo racconto apre il cuore. Ho sempre vissuto con cani e gatti, poi, ho portato avanti la mia battaglia per non prendere più cani. Non perchè non li ami, anzi, ma per il fatto che i nostri cani sono sempre stati di taglia grande e lo spazio fuori casa è davvero piccolo per loro. Così, oggi, i miei conpagni di vita sono i gatti.
    Mi hai fatto pensare a tutti quegli anziani che vivono in città da soli e la loro famiglia spesso è costituita da loro e da un cagnolino. Ed è buffo, ma spessissimo si somigliano!
    Credo sia una fortuna avere animali con sè e saperli trattare con amore, ma senza quella perversione, a mio avviso, per cui bisogna „umanizzarli“.
    Il tagliabiscotti bassotto è una chiccheria!! Sono così regali!

  18. Als ich im RSS Feed über Dackelpätzchen las, habe ich gedacht Du hast „Hundekekse“ gebacken. So sind sie viel besser. So eine schöne Form, wobei sie sich sicher auch für die Hundekeksevariante eignen würden… ;))

  19. Anna sagt:

    Cara Alex, questo tuo post, con le foto dei tuoi piccolini è stupendo!
    Io sono innamorata del mio cagnolino, viziato e simpatico!
    un bacione!

  20. anche noi dapprima pensavamo ad un pastore tedesco. poi visti gli allevamenti e le selezioni fatte sui cani di razza che portano ad indebolire il fisico con malattie sempre più frequenti ed invalidanti e cambiare il carattere delle bestie (anche su suggerimento di due veterinari sinceri ed onesti), abbiamo optato per un meticcio
    è davvero incredibile come imparino e ricambino in breve tempo ciò che dai loro!

  21. Acilia sagt:

    Post e ricetta di una tenerezza unica.
    Max è bellissimo :-)
    Ti abbraccio.

  22. Max è proprio bellissimo!
    e i biscottini sembrano deliziosi.
    un grande abbraccio
    A

  23. Onde99 sagt:

    Tesoro, lo sai che quando si parla di cagnolini io mi commuovo… Max era bellissimo, aveva un musetto intelligentissimo! Anche Mirto fa le camminate sulle zampe posteriori per attirare l’attenzione!

  24. Vero sagt:

    quando leggo storie di animali posso piangere come una ragazzina… ho un gatto, delle volte penso a quanto possa essere triste la mia vita senza di lei, e mi sento davvero stupida, ma è così, è la mia gattona che miagola solo al mattino quando vado in bagno, che ti aspetta ben prima di suonare il citofono vicino la porta (lo fa con il mio compagno, so che sta arrviando proprio per questo!)
    cmq voglio anche io delle formine a forma di bassotto (cane che adoro!!)
    baci
    Vero

  25. Cristina B. sagt:

    che bel post! sono venuta a trovarti oggi, perché hai strameritatamente vinto il contest di genny, e ho scoperto un blog bellissimo. io sono una mezza tedesca che vive in italia… vado subito a metterti nel mio blog-roll! complimenti e a presto

  26. Nepitella sagt:

    Ma quanto è bello Max??? Bellissimo :) mio figlio diventerebbe matto!!!
    Un bacione e mi prendo un biscotto

  27. Nepitella sagt:

    Ma quanto è bello Max??? Bellissimo :) mio figlio diventerebbe matto!!!
    Un bacione e mi prendo un biscotto
    p.s. complimentissimi per la vincita del contest di Genny :)))

  28. Ich mag Hunde ja eigentlich nicht so, aber diese Dackel-Pläzchen sehen einfach herzallerliebst aus! Da bekommt das Wort Hundekuchen ja eine ganz neue Bedeutung…

  29. Che bella storia, grazie per avercela raccontato! :) Io sono cresciuta con un cane in famiglia, un bellissimo bastardino metà cocker spaniel metà collie (la bellissima „Minni“ ) Purtroppo è morta di vecchiaia qualche anno fa. Mio fratello, invece, ha un bellissimo labrador, che è diventato un amico inseparabile della mia nipotina :) Anche io, se non dovessi spostarmi talmente lunghe distanze così spesso mi prenderei un cane, probabilmente un bassotto a pelo ruvido perchè da tutte le razze è quella che mi ha sempre fatto più simpatia :). Buon inizio settimana! :)

  30. stelladisale sagt:

    ecco, ero passata a ringraziarti perchè ho visto un po‘ di visite da qui e son venuta a vedere ed ho visto il mio blog tra i consigli di oggi, grazie! :-)
    ma mi mettono un magone i post sugli animali che non ci sono più, penso ai miei gatti e a quanto mi mancano e guarda caso poco fa ho trovato una foto in un cassetto, tutti e due di spalle che guardano il fuoco del camino affiancati, lui nero e lei piccola tigrata, una foto da malinconia :-) bellissimi gli stampini

  31. FicoeUva sagt:

    Il mio primo cane è stata una basotta a pelo ruvido di nome Babacia… è stata con noi per anni e quando se n’è andata, come è successo a voi, il vuoto lasciato è stato incolmabile. Poi è arrivata Tabata, anche lei a pelo ruvido, così simili eppure così diverse… a casa nostra invece Babette a pelo raso…
    Un grande amore per i bassotti.. tutte femmine!
    Adesso con fico sogniamo un maschietto, color cioccolato… chissà!
    Inutile dirti che adesso che so dell’esistenza di questi stampi li cercherò ovunque!
    bacioni Uva

  32. Chaosqueen sagt:

    Rauhaardackel liebe ich auch sehr. Meine erste große Hundeliebe in meiner Kindheit, war ein Rauhaardackel-Schnauzer-Mix, der aussah wie ein Rauhaardackel mit längeren Beinen.
    Leider hat unser Haus zu viele Treppen, sonst hätten wir auch Dackel. So haben wie Terrier, die mindestens genauso dickköpfig, clever und liebenswert sind.

    Von einer Freundin habe ich einen Keksausstecher in Terrierform bekommen, die auf einem Regal in der Küche steht. Ich muss sie unbedingt einweihen.

  33. Nicoletta sagt:

    Che grande invenzione i cani…mio papà e la sua compagna hanno appena preso un bassotto a pelo ruvido, che bello, io però preferisco i bastardini ai cani di razza a meno che questo non vengano da un canile. La mia Mirtilla è una meravigliosa meticcia di Shitzu e Griffin, bella come il sole (cuore di mamma). :D

  34. terry sagt:

    Stupendi…sia in versione pelosa che biscottosa!

  35. Gata da Plar sagt:

    Grazie Alex, per il post, per i biscotti e perchè ci sei! :*)

  36. Adriana sagt:

    Ciao Alex,

    non è che fra le tue fantastiche ricette di biscotti, hai la ricetta perfetta per i Vanillekipferl?! :)

    Grazie,

    Adriana.

  37. anna casiraghi sagt:

    vorrei sapere dove posso comprare lo stampino dei biscotti a forma di bassotto

Lascia una risposta

  • Es war einmal

  • Archiv

  • Meine Fotos bei

  • Wohin am Wochenende?

    • Gartenterminkalender: hier

  • Deutsche Foodblogs

    Köstlich & Konsorten