World Bread Day: pane dell’altro mondo

Scritto il 16 ottobre 2007 | 39 Commenti

Giornata mondiale del pane … e quando si tratta di mondi non possiamo certo mancare! Una in Nuova Zelanda e l’altra in Germania, entrambe intente a panificare per questo evento. (Questo è il link di riferimento del World Bread Day.) Alex vi presenta un pane tedeschissimo, di farina di farro e grano saraceno, pieno di semini. Marina invece ha avuto nostalgia delle michette milanesi e ha preparato dei bei panini per tutta la famiglia.

Dalla Germania:

Pane di farro e grano saraceno ai mille semini

Körnerbrot
Premetto che non ho grande esperienza in fatto di panificazione, anzi … credo proprio che sia stato il mio primo pane in assoluto! Ho sempre associato la panificazione a lunghi tempi di lievitazione. Quando ho letto questa ricetta ho pensato: “Seee, questi si sono dimenticati di indicare i tempi di lievitazione .. sarà un ciofeca’s bread day”. Invece noooooo. 3 minuti per mischiare tutti gli ingredienti, metti in forno e dopo 60 minuti è pronta la meraviglia! Una crosta croccantissima, la consistenza compatta ma non troppo. Il pane l’ho fatto sabato e oggi è ancora fresco come al primo giorno. Se vi piace il pane tedesco dovete assolutamente provare questa ricetta. Rimarrette sbalorditi come me!! Gli ingredienti sono per uno stampo grande. Le dosi mi sono bastate anche per 6 mini-panini fatti in formine per muffins e uno stampo a forma di cuore.

Ingredienti per uno stampo da plum cake da 1,5 l:

  • 600 gr di farina di farro
  • 200 gr di farina di grano saraceno
  • 3/4 l di acqua tiepida
  • 3 cucchiani di sale
  • 3 cucchiai di aceto
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco (42 gr)
  • 250 gr di semi misti (io ho usato semi di sesamo, semi di zucca, semi di girasole e pinoli)
  • burro per lo stampo
  • fiocchi d’avena per lo stampo (facoltativo)
Preparazione:
Sciogliere il sale, il lievito di birra e l’aceto nell’acqua. Aggiungere quest’acqua alle farine e mischiare fino ad ottenere un composto semidenso. Aggiungere i semi e mescolare bene.
Inburrare lo stampo e cospargervi dei fiocchi d’avena. Versare il composto nello stampo (riempire solo 2/3) e mettere lo stampo nel forno ancora freddo.
Accendere il forno a 220°C (200°C se ventilato) e cuocere per circa 60 minuti.
Togliere il pane dallo stampo e farlo raffreddare.

Körnerbrot_1

Aus Deutschland

Dinkel-Körnerbrot
(nach einem Rezept von alfredissimo)

Zutaten für 1 Kastenform (ca. 1,5 Liter):

  • 600 g Dinkelmehl
  • 200 g Buchweizenmehl
  • 3/4 l lauwarmes Wasser
  • 3 TL Salz
  • 4 EL Essig
  • 1 Würfel Hefe (42 g)
  • 250 gr Körnermischung (Sesam, Sonnenblumenkerne, Kürbiskerne, Pinienkerne).
  • Butter zum Ausfetten
  • Haferflocken für die Form

Zubereitung:

Salz, Hefe und Essig im Wasser verrühren und auflösen. Dinkelmehl und Buchweizen mit der Flüssigkeit zu einem dickflüssigen Brei vermengen. Die Körnermischung untermischen und gut vermengen.
Kastenform ausfetten und mit Haferflocken ausstreuen. Den Teig hineingeben und die gefüllte Form in den kalten Backofen schieben.
Den Ofen auf 220°C Ober- und Unterhitze oder 200°C Umluft stellen und ca. 60 Minuten backen. Den Laib aus der Form nehmen und auskühlen lassen.



Commenti

39 Responses to “World Bread Day: pane dell’altro mondo”
  1. Lory scrive:

    Che belli questi panini,bravissime!
    Io adoro il pane magari caldo con un pò di burro salato…ehhhhh vabbè va!

  2. caravaggio scrive:

    buonissimi i pani tedeschi,meno la michetta che trovo insipida buona giornata

  3. Scribacchini scrive:

    Scrunch scrunch …. e adesso non vi lamentate se sono rimaste solo le briciole ! ;-) Bellissimo post a 4 mani. Kat

  4. k scrive:

    Brave!!Il pane tedesco… che buono!! Ogni tanto quando il mio ex torna da Berlino (sta con una berlinese) me ne faccio portate uno. Proverò la tua ricetta.
    E le michette sono invitantissime :-))

  5. sandra scrive:

    Alex e Mari!!! Bellissimi i vostri pani.. quello di alex mi ricorrda le mie colazioni tetesche, quando la freulain bali mi coccolava come la mamma!!
    bacioni e brave brave
    untoccodizenzero

  6. stelladisale scrive:

    bellissimi! tedesco, milanese, il pane mi piace di tutti i tipi, se poi è fatto in casa…
    baci a tutte e due

  7. Aiuolik scrive:

    Lo sai, lo sai che il pane tedesco ci piace…per cui andrà provato di sicuro!
    Anche le michette mancano al nostro repertorio…sicuramente da provare anche lorom, anche perchè l’aspetto è proprio invitante!

    Che bella questa giornata a tema!
    Ciao,
    Aiuolik

  8. Viviana scrive:

    uaooooo!! ben due ricette!!! e già, perchè ormai mi sono scatenata e quindi le proverò entrambe!!!! un bacioooo glutinoso!!

  9. elisa scrive:

    tra un mondo e l’altro qui c’è l’imbarazzo della scelta..Braveeeee

  10. Lenny scrive:

    Panificatrici in gamba o in braccia?
    E’ molto interessante il pane al farro, grano saraceno e semini: un pane che sa di bontà.

  11. Ele scrive:

    Mi avete letto nel pensiero…proprio domenica mi sono dilettata ad impastare il pane di Altamura e avevo proprio voglia di sperimentare anche altri tipi di pane!
    Ele

  12. Anonymous scrive:

    spettacolari tutti e due!!! sempre più di corsa (sto portando marta a scuola) vi saluto e faccio i complimenti

    comidadelala

  13. lefrancbuveur scrive:

    belle foto e buone come il pane…

  14. The Food Traveller scrive:

    Io voto per le michette!!!

  15. Giovanna scrive:

    ma qualcuno raccoglierà queste meravigliose di ricette di pane per farne un bel libricino ad uso delle blogger che il pane oggi non lo hanno fatto ma che lo vogliono fare presto??? domanda .. la farina di farro con cosa la sostituisco? ha un sapore deciso e insostituibile? mi piacciono entrambe… non so come fate a trovare il tempo e il modo di mettervi d’accordo e postare insieme e in tempo… siete formidabili!! io a momenti non riesco a mettermi d’accordo da sola!! oggi ho fatto un post che dovevo pubblicare ieri!!

  16. nightfairy scrive:

    Caspita, quanti pani!complimenti, prima o poi mi ci metto anche io..molto poi..ehm :(

  17. Ulrike scrive:

    Ciao Alex e Mari,
    vi ho scoperto da poco ma mi sono letta subito tutto l’archivio delle vostre ricette! Complimenti, mi piacciono tantissimo! Un saluto,
    Ulrike da Berlino

  18. Kja scrive:

    Alex questo sarebbe il tu primo tentativo con il pane?! Ecco sto diventando verde matcha d’invidia :)
    Io non so cosa sbaglio ma non ci riesco per niente. Ora devo dire sono scoraggiata e da un po’ non provo piu`. Va beh mi daro` agli infusi di lemongrass che almeno qelli non ho problemi a farli :)
    Bellissime anche le michette di Mari.

  19. fabdo scrive:

    E’ il caso di dire che siete buone come il pane! ^_=

    ^.^ kusjes a tutti e due i mondi ^.^

  20. Gaia scrive:

    buoniiiiiiiiiiiiiiiii
    il primo è similissimo al panozzo che ho sfornato per l’occasione anche io pieno di mille semini e tutto rusticamente integrale, il secondo è il pane delle mie merende da bambina all’uscita dalla piscina una bella michetta anzi uè la michéta ( milanese puro) e prosciutto…la goduria!!!!

  21. Alex e Mari scrive:

    lory: grazie dei complimenti… pane e burro? Una delizia!

    caravaggio: adoro i pani tedeschi… ti assicuro che questa michetta casereccia non aveva nulla di insipido…:-)

    scribacchini: grazie anch’io me le sono sbafate … in un attimo!

    K: grazie dei complimenti … quel pane lì era proprio buonissimo… anchele michette

    sandra: grazie… certo che il pane suscita sempre un non so che tra ricordi e memorie… incredibile!

    stelladisale: anche il tuo fantastico di pane con la madre… senti ma sai che quando faccio il pane non dura mai più di uno o due giorni… viene letteralmente spazzolato via!

    aiuolik: grazie dei complimenti! questa giornata a tema mi fa impazzire… adooorrrooo il pane!

    viviana: scatenati scatenati! Vedrai che bei risultati!

    elisa: grazie!

    lenny: il pane il pane … che bontà davvero!

    ele: Altamura… fantastico… me ne ero dimenticata da qui… no ti dico qui che roba il pane… urendo!

    comida: cara come ti capisco quando dici… sempre di corsa.. io non so neanche a volte come faccio… bah! Sono con te!

    lefrancbuveur:
    grazie davvero dei complimenti!

    the food traveller: grazie … erano proprio buone… il panino poi!

    giovanna: piacerebbe anche a me avere un libretto di tutti questi pani! La farina di farro ha poco glutine e un sapore davvero deciso. Il farro è un cereale difficile da modificare geneticamente e difficile da coltivare… ma a perte queste cose puoi sostituirla con un’altra farina “integrale” tipo la segale che non ha praticamente glutine… oppure quella semplicemente di grano integrale: più glutine, ma più “sana”.

    scappo ora … ma ritorno presto!
    grazie ancora atutti
    MARI

  22. Elena scrive:

    Cara mari, come vedi dalla fretta mi sono firmata Comidadelala, manco vedessi più i Teletubbies ^_^

    Comidademama

  23. Adrenalina scrive:

    Fantastiche entrambi le panificazioni bravissime!!
    Io forse la tento (se trovo il tempo) con un pane al latticello …e ti pareva :-P
    Buona giornata a tutte e due :)

  24. adina scrive:

    sono fantastici tutti qsti pani che vedo in giro.. io a letto con influenza, non riesco a stare in poiedi… uffi. buono il panee!

  25. Marika scrive:

    Ma che buoni, sia il pane tedesco che le michette … sono diversi tra loro ma il pane si sa, è sempre buono, di qualsiasi natura o provenienza sia!
    Ciao
    Marika

  26. Gnocchetto al pomodoro scrive:

    Diciamo che vivrei delle 4 P: Pane , Pizza, Pasta e Patate e quindi il mio parere è di parte…;) tuttavia questo fame fa venire fame!!! Grrandissime come sempre

  27. zorra scrive:

    Beide Brote sehen zum Reinbeissen aus!

    Vielen Dank, dass ihr am World Bread Day teilgenommen habt.

  28. Orchidea scrive:

    Che buoni… soprattutto quelle michette!
    Ciao.

  29. Imma scrive:

    Bellissime ricette entrambe. Ma il pane tedesco mi attira un sacco. Qui ho imparato ad apprezzare i pani con cereali e semini vari e quindi devo assolutamente provarlo!!! GRazie delle belle ricette

  30. Mimmi scrive:

    Per Alex: Ué, paisá! É bellissima questa amicizia “transoceanica” e fantastico il tuo Dinkelmehlbrot (beh, anche le michette, non sono male per niente).
    Mo tu mi devi dire, icchéccifai in Germanolandia e dove vivi di preciso? Io abito a Düsseldorf (per amore del maritozzo allora e per amore della cittá, oltre che del maritozzo, ora…).
    Buona giornata a entrambe und bis Bald!
    Mik

  31. isabilla scrive:

    veramente, spettacolari!
    tra i due, non saprei quale scegliere! :-)

  32. cat scrive:

    posso piangere o…non è dignitoso? vado a sbocconcellare un angolino di meraviglioso knacke brot alla segatura :O(, due bei panozzi veramente! cat

  33. Dolcetto scrive:

    Ma che gran bel pane!!! Bellissime le michette Mari! E Alex… il tuo pane mi ha fatto venire l’acquilina, io adoro il pane ai semi, se lo vedesse mia mamma te ne ordinerebbe un quintale!
    Bravissime entrambe!

  34. Alex e Mari scrive:

    Marina ha già risposto alla maggior parte di voi, grazie anche da parte mia :-)

    *Kja, sarà stata la fortuna del principiante! Con questa ricetta cmq non puoi sbagliare, riesce di sicuro!

    *Giovanna, certe volte mi meraviglio anch’io come riusciamo a coordinarci, ma stranamente funziona :-)

    *Elena, mi hai fatto morire con il Comidadelala … ho pensato subito ai Teletubbies :-))

    *Adre, ho trovato anch’io una ricetta per il pane al latticello. Proverò anche io :-)

    *Adina, povera! Buona guarigione e torna presto carica e pimpante :-)

    *Marika, già – due pani completamente diversi, ma buoni entrambi.

    *Gnocchetto, cosa faremmo senza le 4 P!!

    *Zorra, lieben Dank, es hat uns unheimlich viel Spass gemacht. Du wirst jetzt ein Haufen Arbeit haben, aber du machst es immer grossartig. Danke

    *Orchidea, grazie. Anche il tuo pane è eccezionale

    *Imma, anche io ho imparato qui ad amare il pane con i semini. Ma stranamente riesco a mangiarlo solo in versione dolce … con marmellata o simili. Per un bel panino al prosciutto scelgo le michette :-)

    *Mimmì, uè, ma sei di Roma anche tu? Eh, a volte mi chiedo anch’io cosa ci faccio … no scherzo. Sono venuta in Germania per studiare e poi mi sono fermata per lavoro. E ormai sono passati 15 anni!!! A Düsseldorf sono stata alcune volte … amo la gente della zona. Solo a sentire il loro dialetto mi viene il buonumore! Un baciotto e a molto bald :-)

    *Isabilla, mica devi scegliere … prova tutti e due :-))

    *Cat, dai fatti un bel pianterello liberatorio. Anche il Knäckebrot, dai, non è male! Dai che ce la fai!

    *Dolcetto, che bello rivederti girare per blog. Spero tu stia sempre meglio. Un abbraccione

    Baci a tutti, Alex

  35. CoCo scrive:

    Bè questo pane coi semini mi sento autorizzata a rubarvelo è una vita che ne cerco la ricetta, questa mi pare proprio quella giusta

  36. ThreeTastes scrive:

    What a wonderful idea for a blog — 2 friends sharing their love of cooking across oceans. You two are awesome. Your breads remind me why I miss Europe so much!
    Aloha,
    Manju

  37. Roberto scrive:

    le donne sono meravigliose,se poi c’è q
    uesto abbinamento è ancora più riuscito,proverò subito a fare questi pani,sono le cose che mi oiacciono fare.laura

  38. Katia scrive:

    Eccolo qui! Mi serve proprio un pane da preparare rapidamente all’occorrenza come questa sera… questo mi sembra perfetto, l’unica cosa: non ho le farine di farro e saraceno ma solo quella integrale e tanti semini… io ci provo lo stesso ;)

  39. Genny scrive:

    Giusto ieri sera ho sfornato una pagnottona..ma questo me lo segno proprio…perche’ ho tremila semini da finire, e perche’ in effetti il pane con il grano saraceno non l’ho mai fatto:)

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten