Torno con i miei brutti ma buoni

Scritto il 1 dicembre 2007 | 58 Commenti

Brutti ma buoni

Doveva essere una settimana piena di ricettine (ne ho tante in archivio che aspettano di essere postate), invece la settimana l’ho passata in ospedale. Un piccolo fuori programma che, dopo un grande spavento, per fortuna si è risolto, ma che mi ha fatto capire quanto sia stata incosciente ad ignorare tutti i sintomi di stress e tutti i segnali che mi dava il mio corpo. Stavolta non c’è stato nulla da ignorare, anzi, e ora non mi resta che ringraziare che tutto alla fine sia andato bene. Ora devo imparare a dedicare un po’ di tempo a me stessa e a lavorare per vivere. Non a vivere per lavorare.
Una cosa buffa è stata che domenica avevo messo a lievitare il mio pane senza impasto. Poi lunedì d’urgenza in ospedale. Mi veniva da ridere a pensare al mio pane a casa che lievitava e lievitava e che forse mi avrebbe aperto la porta al mio ritorno!! Ora posso dire che 5 giorni di lievitazione sono effettivamente troppi!! Peccato, pensavo di poter presentarvi lo “slow bread”.
Invece vi presento i miei biscotti preferiti, quelli che riescono sempre, quelli che di solito piacciono a tutti e che si fanno in cinque minuti. Non sono prettamente natalizi, ma io stranamente mi ricordo di farli solo in questo periodo. Sono talmente veloci da fare che spesso rimedio con questi biscotti quando ho un piccolo regalino da fare. Ho sempre in casa delle bustine di cellophan, un fiocchetto, un bigliettino e via. Sono sempre stati apprezzati.

E questo pacchettino virtuale lo voglio regalare a tutti voi che mi avete scritto, che mi avete pensata, che mi avete tenuto sù il morale. Grazie mille! Nella blogosfera ci sono persone davvero speciali.

Ingredienti per ca. 20-25 brutti ma buoni:

  • 3 albumi
  • 200 gr di mandorle tritate finemente (meglio ancora: farina di mandorle)
  • 200 gr di nocciole tritate finemente (qui si trova anche la farina di nocciole)
  • 175 gr di zucchero a velo
  • nocciole intere per guarnire

Preparazione:
Montare a neve gli albumi e aggiungere poi lo zucchero a velo. Aggiungere le mandorle e le nocciole e amalgamare bene. Formare quindi dei piccoli mucchietti con una base di circa 3 cm e disporli su una placca rivestita di carta da forno. Mettere una nocciola intera al centro di ciascun biscotto. Cuocere nel forno preriscaldato a 170°C per circa 15-20 minuti fin quando i biscotti avranno acquistato in colore leggermente dorato. Non farli dorare eccessivamente altrimenti risulteranno troppo duri.

Brutti ma buoni

Deutsche Ecke

Meine Makronen

Zutaten für ca. 20-25 Makronen:

  • 3 Eiweiss
  • 200 g gemahlene Mandeln
  • 200 g gemahlene Haselnüsse
  • 175 g Puderzucker
  • ganze Haselnüsse zum Garnieren

Zubereitung:
Eiweiss steif schlagen und den Puderzucker untermischen. Die Mandeln und die Haselnüsse hinzufügen und die Masse gut vermischen. Kleine Häufchen mit einem Löffel abstechen und auf ein Backblech mit Backpapier geben. Jede Makrone mit einer ganzen Haselnuss garnieren. Im vorgeheizten Ofen (175°C) ca. 15-20 Minuten backen. Die Makronen dürfen nicht zu dunkel werden, da sie ansonsten steinhart werden.

Postato da ALEX

Commenti

58 Responses to “Torno con i miei brutti ma buoni”
  1. comidademama scrive:

    Prima! ^_^
    Sono felice di saperti in piedi e fuori dall’ospedale.
    Bellissima fotografia, come al solito, ma giàssai.

    Supponi che io debba battere al coltello le noci che proponi, dici che devo rassegnarmi e aspettare di avere tra le mani un robot da cucina?
    Ho fatto fuori il secondo frullatore ad immersione, sembra una congiura. Che faccio, secondo te questi brutti e buoni fatti interamente a mano verrebbero?

    La farina di mandorle la trovo, ma forse è troppo sottile, vero?

  2. Grissino scrive:

    Secondo!
    :-P
    Guai a lavorare troppo. Poi non puoi e non devi stressarti nel piccolo paradiso dove abiti
    ;-)
    Io ho fatto del Lebkuchen ma é venuto biscotto :-/ anche se molto carino (foto sul mio Blog).
    In gamba che ora viene il Natale e bisogna darsi da fare coi biscotti!!

  3. Alex e Mari scrive:

    Terza!

    *Elena, grazie. Sono felice anche io di essere di nuovo in piedi!! Piegata in due non era tanto divertente :-((
    Buona notizia: puoi usare la farina di mandorle, anzi, meglio ancora (ora metto la nota nella ricetta). Io ho usato anche la farina di nocciole che qui si trova praticamente solo nel periodo natalizio. Temo che battendo le noci con il coltello il risultato non sia lo stesso. Cmq se non trovi le nocciole tritate finemente puoi farli anche di sole mandorle. Un abbraccio!

    *Grissino, grazie … infatti dovrò iniziare a godermelo di più questo piccolo paradiso! Ho fatto i Lebkuchen anch’io, stay tuned …. ma non sono molto soddisfatta del risultato. Poi vengo a vedere da te.
    Ciao, Alex

  4. lenny scrive:

    Leggo con piacere che si è risolto tutto per il meglio e ti auguro, anzi ti esorto a prenderti cura di te e ad imparare ad importi tempi e ritmi più “umani”.
    Grazie per il bellissimo e graditissimo regalo virtuale: ricambierò prossimamente.
    Buon fine settimana

  5. cocozza scrive:

    E’ proprio vero che molto spesso viviamo per lavorare ma l’importante è accorgersene in tempo
    spero che ora dedicherai più tempo a te stessa.
    ma che brutti! sono sicuramente anche belli subito copiati e poi mi hai aperto gli occhi io stavo in cerca di scatole piega e ripiega,decoupage, per confezionare i biscotti da regalare a Natale invece va bene anche una bustina trasparente con un fiocchetto un rametto una stellina ed è fatto
    brava brava brava
    ciao cocozza

  6. Anonymous scrive:

    Come prima cosa: riguardati! Noi assidui lettori di questo bellissimo blog, che non è solo un tripudio all’arte della cucina, ma soprattutto una grande prova di amicizia, che supera le distanze e si ritrova in qualche punto indefinito del web…insomma dicevo, noi assidui lettori, preferiamo leggere qualche ricetta in meno piuttosto che saperti in ospedale stressata e con una massa di pasta lievitata che rischia di scambiare casa tua per un croissant da riempire! Qunidi come prima cosa riguardati! Scusami se mi prendo la libertà di rimproverarti un pochino, infondo non ci conosciamo, ma anch’io sono romana, anche per me la cultura tedesca ha fatto da sempre parte della mia vita e nella mia fantasia forse abbiamo condiviso posti e persone, il che mi autorizza a prendermi questa confidenza.
    In secondo luogo(e prometto che non ce ne saranno terzi e quarti etc…): ma che bello ritrovare anche questa ricetta dopo le Zimtsterne! In periodo natalizio confido sempre nei blog tedeschi perché sono gli unici dove si respira l’atmosefra dei Weinachtsmärkte, quel gusto per la semplicità e l’accuratezza che poco si ritrova negli alberoni di natale plastificati nostrani e in quell’obbrobrio che è piazza Navona in questo periodo. Quindi grazie! Anche perché avevo proprio intenzione di regalare biscotti a tutti questo natale e tu mi hai dato un’idea in più!

    Un saluto affettuoso, Vittoria

  7. Alex e Mari scrive:

    *Lenny, grazie di cuore! Ora ho tanta voglia di dedicarmi a me e ai miei hobby .. che siete anche voi :-) Un abbraccio

    *Cocozza, è vero, bisogna accorgersene in tempo e per fortuna è stato un gong chiaro e tondo che mi ha fatto capire molte cose. Ora non mi resta che metterle in atto … a lungo termine. Grazie

    *Vittoria, non sai che piacere mi abbia fatto il tuo commento e ho la vaga impressione che non sia solo una fantasia che abbiamo condiviso posti e persone. La DSR ti dice qualcosa? Se la cultura tedesca ha sempre fatto parte della tua vita romana probabilmente in qualche modo le nostre strade si sono incrociate. Se ti va scrivimi una mail, potremo approfondire ;-) Grazie per le tue parole, sicuramente mi riguarderò! Un abbraccio,
    Alex

  8. Pip scrive:

    Purtroppo il lavoro occupa la maggior parte delle nostre giornate e ci assorbe tantissimo, e a volte ci vuole così poco per farsi prendere la mano. Perfortuna ti sia ripresa e il peggio sia passato. E perfortuna sei di nuovo all’opera con le tue bellissime ricette! :)
    Che belli questi brutti ma buoni, anch’io li faccio (spesso quando ho degli albumi che aspettano in frigo di essere utilizzati) ma utilizzo solo nocciole, semplicemente perché mi piacciono di più belli nocciolosi. Non li ho mai regalati come fai tu, che bell’idea! ;)

  9. Aiuolik scrive:

    Bentornata Alex! Con Uncle Pigor avevamo il sospetto che ti fosse accaduto qualcosa, ma non pensavamo che addirittura fossi stata in ospedale. Ci spiace!
    Faccio parte anche io di quelli che si sacrificano molto per il lavoro anche se so che non è giusto e che noi contiamo molto di più del nostro lavoro! Mentre scrivo, Uncle Pigor è a lavoro per un sabato di straordinario…ovvero siamo sempre schiavi del nostro lavoro, ma lui non ha scelta e non avrebbe potuto decidere di stare in casa.
    Ti mandiamo un grosso abbraccio virtuale, con tanto tanto affetto!
    Aiuolik&Uncle Pigor

    PS Ora però aspettiamo le ricettine :-)

  10. Cookie scrive:

    Ciao Alex, sono così felice che questo brutto imprevisto si sia risolto per il meglio. Adesso però solo slow-work.Un abbraccio.

  11. perec. scrive:

    forza, alex. felice che tu sia di nuovo in piedi, comprensivissima sul livello inaccettabile di stress. prenditi cura di te. baci.

  12. La maga delle spezie scrive:

    Alex,mi dispiace…non sapevo nulla!
    Avevo notato la tua assenza ma pensavo che fossi in vacanza!!!
    Spero che ora tu stia bene!
    Che buoni questi biscotti,pensa che io li compro sempre a Saturnia!
    Un bacio e buon week end!
    Ale

  13. Lory scrive:

    Io vivo fuori dal mondo,ma tanto ti ho scitto…eheheh!
    Un bacio

  14. maruzzella scrive:

    Ecco perchè eri sparita! Buona convalescenza.

  15. Mimmi scrive:

    Io nulla sapevo! Peddòno!
    Conosci la canzone della bella tartaruga che un tempo correva come una matta perdendosi tante belle cose fino a che non sbattè la testa contro un muro e si rinsavì? Io la tengo sempre come una lezione di vita.
    Meno male che tutto si sia risolto per il meglio e tanti auguri di “gute Besserung”!
    Belli anche i brutti (piccolo gioco di parole) ma buoni!
    Tschüüüüüßß!
    Mik

  16. stelladisale scrive:

    ecco dov’eri finita! vedi che avevo ragione a preoccuparmi, me lo sentivo che non era normale non vederti in giro…
    lavora poco e riposa, un bacione :-)

  17. Alex e Mari scrive:

    *Pip, grazie. L’importante è rendersene conto in tempo. Proverò anch’io a farli una volta solo con le nocciole!

    *Aiuolik, grazie per l’abbraccio e per le care parole! Ora ricette a tutto spiano, preparatevi!!

    *Cookie, slowly slowly … non mi corre dietro nessuno. Ogni tanto me lo dimentico, ma ora me lo sono scritta grande come una casa su un foglio appiccicato al monitor!!!

    *Perec, grazie :-) Un bacio anche a te

    *Maga, diciamo che è stata una vacanza forzata dal lavoro :-) Grazie

    *Lory, un bacio grande grande

    *Maruzzella, grazie!

    *Mimmi, figurati, peddono di che? La canzone della tartaruga è una saggia canzone!! Vielen Dank Mik :-) Poi ti rispondo anche con calma alla mail! Ho capito chi è :-))

    *Stella, ero in giro in corsia :-)) Ora credo che farò un po’ di brutti ma buoni per il reparto :-)

    Buon WE a tutti, Alex

  18. Simona scrive:

    Mi fa piacere che tutto si sia risolto bene. Ci vuole un po’ di impegno a praticare una slow life. A me e’ sempre piaciuto il nome ‘brutti e buoni’ perche’ e’ filosofico.

  19. Adrenalina scrive:

    Bentornata a casa tesoro!!!
    Ti abbraccio forte forte e il resto lo sai :P
    Però guarda che la notizia dell’impasto impazzito che girava per la Germania io l’ho sentito sul serio!!! eheheh :*

  20. Ady scrive:

    Cara Alex, mi dispiace anch’io non sapevo, spero accetterai il mio forte abbraccio virtuale, questo è un periodo un pò nero per tutti…
    Ti mando anche un bacio

  21. il maiale ubriaco scrive:

    ben tornata allora..caspita questa disavventura non ci voleva.

    li ho letti attentamente questi brutti ma buoni. un dolcetto che adoravo da piccolo. mi ricorda tanto la mia nonna e le scorpacciate che mi facevo con lei la domenica pomeriggio, dopo il pranzo domneicale in famiglia…ahhhh

    volveo fare un piccolo accenno pure all’attrezzatura che utilizzate. moloto carina…sopratutto le tovaglie (ma dove le prendete? la marca si può sapere?) :-)

    un bacio e perdonate l’assenza, in questo ultimo periodo pure noi si è girato molto…e pure a me è toccato un breve ricovero in ospedale!

    Remo

  22. Maria Giovanna scrive:

    Meno male che il peggio è passato, lo stress è una cosa bruttissima e porta molti fastidi, ne sò qualcosa, ma non pensiamoci, passami un biscottino và!

  23. nightfairy scrive:

    Bentornata..mi dispiace per la settimana in ospedale :( Spero che starai meglio..Un bacio!

  24. Alex e Mari scrive:

    *Simona, ai tempi d’oggi lo slow life è davvero difficile da praticare e chi ci riesce può ritenersi fortunato

    *Adre, hai visto anche il servizio al telegiornale??? Bacio grande

    *Ady, grazie sei molto cara. Spero che tu non stia passando un periodo nero. Un abbraccio

    *Remo, bentrovati! Anche io associo i brutti ma buoni a mia nonna (abruzzese) e questi biscotti mi accompagnano da una vita.
    Per le attrezzature: nulla di particolare, qualche tovaglietta, qualche scampolo di stoffa comprato ai mercatini e poi abito vicino ad un outlet di biancheria da tavola e tessuti d’arredamento :-) Questo qui: http://www.apart.de
    Stoviglie Ikea e mercatini :-)

    *Maria Giovanna, anche due :-)

    *Night, grazie. Mi sto riposando.
    Buona domenica a tutti, Alex

  25. Cuocapercaso scrive:

    Ciao carissima! innanzitutto sono contenta che si sia risolto tutto per il meglio! concordo sul lavorare per vivere e non viceversa…me ne dimentico spesso anche io…uffa…MA …è cosi’ difficile, vero? ..!
    I biscotti sono molto appetitosi,
    un abbraccio
    Grazia

  26. Grissino scrive:

    Ti rispondo anche qui!
    ;-)
    Siamo davvero diversissimi ecco perché a te piacciono tanto le verdure e a me poco, a me tanto il cioccolato e a te poco, io non ho la minima nostalgia dell’Italia e a te manca. Pure le Zimsterne non le faccio ne credo le faró mai! :-P Dobbiamo rassegnarci. ;-)
    Certo che ho fatto io i Brezel con l’apposita formina. Ci si mette il triplo del tempo ma vengono benissimo. Pensavo di doverla comprare e invece ho scoperto di averla giá e allora ne ho approfittato. :-)
    Che difetto aveva il tuo Lebkuchen?

  27. Anonymous scrive:

    Cara Alex
    è la prima volta che lascio un commento, ma era proprio venuto il momento di congratularmi con entrambe per il vs.interessante e succulento :) blog. Mi spiace per la tua diciamo “settimanuccia” , ti capisco perchè purtroppo anche io sono una che ha dovuto rivedere un po’ il proprio stile di vita. (n.d.r.non ci sono riuscita molto :)!!!)Spero tu stia bene ora e grazie per la ricetta dei biscotti era tanto che volevo farli..mi cimento e poi ti dirò.
    Un salutone
    Silvia

  28. Anonymous scrive:

    brava, hai ripreso e ti sei ripresa!! auguri.
    Nell’attesa della publicazione del vostro libro, stampo tutto il blog e me lo rilego, così ai miei libri di ricette aggiungo anche il vostro, da sfogliare quando mi prende l’estro di fare cucina.
    Auguri piccola e riguardati, non farci restare in ansia.

  29. k scrive:

    Uff, che mi tocca leggere :-( Che io gli ospedali li sto frequentando fin troppo in questo periodo (non per me). E lo stress… vabbè lasciamo perdere. sono contenta che ora tu stia bene. Riguardati, mi raccomando.
    un abbraccio
    k

  30. The Food Traveller scrive:

    Fortuna tutto e andato bene!
    E per i biscotti … cosi brutti non sono!

  31. giu&cat scrive:

    Un abbraccio forte forte! E non farci stare più in pensiero ;))

  32. giu&cat scrive:

    Un abbraccio forte forte! E non farci stare più in pensiero ;))

  33. giu&cat scrive:

    Un abbraccio forte forte! E non farci stare più in pensiero ;))

  34. giu&cat scrive:

    Un abbraccio forte forte! E non farci stare più in pensiero ;))

  35. giu&cat scrive:

    Un abbraccio forte forte! E non farci stare più in pensiero ;))

  36. Gourmet scrive:

    buoni i brut ma bun!!!!
    Qui sono una vera specialità…. ;-)))
    Sono stra/contenta di sapere che stai meglio, alex.. La scorsa settimana ci hai fatto stare in pensiero.
    :-***

  37. Gourmet scrive:

    p.s. comida!! se non trovo la farina di mandorle frullo fini fini le mandorle spellate.. mi sa che ti tocca comprare un robot da cucina nuovo!
    baci anche a te!

  38. comidademama scrive:

    gourmet, in effetti mi sa che lo compererò, anche se hgo trovato l farina di mandorle, finissima e media mente fine.
    Nevica da ben 12 ore etemo tra non uscirò più di casa fino al prossimo anno ^_^

  39. Alex e Mari scrive:

    *Grazia, ti ringrazio! È davvero difficile rallentare i ritmi. L’anice non l’ho dimenticato ehh.

    *Grissino, il Lebkuchen non aveva proprio un difetto … è che a me i Lebkuchen non fanno proprio impazzire (era chiaro no??) Cmq presto su questo canale :-) Stay tuned

    *Silvia, benvenuta! I commenti dei lettori “silenziosi” mi fanno sempre particolarmente piacere! Provali, sono davvero facili da realizzare e più buoni che brutti!

    *Anonimo, io mi sto scervellando per scoprire chi sei! Grazie per le belle parole

    *K, periodaccio, vero? Mi raccomando anche tu, slow life! E ho visto che con la tua passeggiata hai fatto un primo passo in questa direzione. Un abbraccio

    *Francesco, si per fortuna! Anche io non li trovo poi tanto bruttini!

    *Giu&Cat, grazie! Promesso, farò del mio meglio

    *Sandra, cara, GRAZIE e sai perchè! Non sapevo che i brutti ma buoni fossero anche una specialità piemontese. Abbraccione

    *Comida, ma dai! Adoro guardare dalla finestra e osservare la neve che cade … potrei farlo anche 12 ore di seguito! Ha un forte effetto rilassante. Mi raccomando le foto eh!!
    Un abbraccio a tutti, Alex

  40. anna scrive:

    Ciao Alex riguardati e riposati…I brutti ma buoni mi piacciono tanto, li ho messi nell’elenco dei regali casalinghi che farò….un mega abbraccione.

  41. monique scrive:

    Bentornata!Sono contenta che sia tutto risolto, ora riguardati!
    Da stasera inizio a sfornare per Natale..
    Monique

  42. Viviana scrive:

    Alexxxxxxx!!! bentornaaaataaaaa!!!!!!!!!! Che bello che bello che bello leggerti!!!!!!!! Il nostro corpo i segnali in effetti ce li manderebbe anche… sì sì :D dobbiamo decisamente ascoltarloooo!!! questi biscottini mi sembrano belli ma buoni!! ah ah ah

  43. elisa scrive:

    Troppo forte l’immagine dell’impasto del pane che usciva da casa..ah ah ah..sono contenta che tu sia dinuovo sana e salva tra noi!!
    Grazie per questo regalino..adoro i biscotti!!
    ;)

  44. Micky scrive:

    Bentornata,
    venerdì sera sarò a a casa da sola e mi dedico a biscottificare,
    sicuramente provo anche questi.
    Ciao

  45. Morrigan scrive:

    Porca miseria, Alex. :-O
    Leggo solo ora.
    Meno male che è tutto passato. In bocca al lupo per il recupero che spero tu stia passando a casa, godendoti la tranquillità domestica e cercando di non spignattare troppo.
    Ringrazio per i dolcetti virtuali: i brutti ma buoni fanno sempre la loro “porca” figura! ^___^
    Auguroni.
    Cris aka Morrigan

  46. adina scrive:

    ehi, bentornata allora!!! meno male che ti sei ripresa!! ora non fare strapazzi… riposati solo, noi siamo più importanti! (proprio belli questi brutti ma buoni!!)

  47. Marika scrive:

    Ganm, uno dei miei dolci preferiti!
    Prima di tutto: come stai? Secondo: mi raccomando, non strapazzarti più che come dice mia mamma “tanto non ti danno la medaglia”, una frase rude ma solo per far capire che non devi sacrificarti troppo, soprattutto a rischio salute!
    Terzo: Sei carinissima ad offrirci questi biscottini! Ma sai che io ero convinta fossero tipici Natalizi? Tanto più che a casa si fanno solo a Natale (da regalare insieme al pangiallo e biscotti al miele).
    Una in bocca al lupo e rimettiti in forze che ti aspettiamo con le ricettine!
    Marika

  48. Alex e Mari scrive:

    *Anna, grazie! Sono sempre regali molto graditi

    *Monique, allora buon divertimento a pasticciare :-)

    *Viviana, smackete anche a te!! Stavolta il corpo mi ha mandato dei segnali chiari e tondi! Inutile fare la sorda!

    *Elisa, grazie anche qui! Sei davvero cara

    *Micky, grazie. Questi sono velocissimi, li fai mentre magari un altro impasto deve riposare!

    *Morrigan, grazie anche a te, siete davvero tutti gentilissimi. Meno male che ho ancora qualche ricettina in archivio perchè per ora a parte riso in bianco non si spignatta!!

    *Adina, hai ragione – la cosa difficile è ricordarsene!

    *Marika, no, infatti, niente medaglia, anzi!! Tu che sei come me di origini abruzzesi, li conosci i brutti ma buoni della Aveja? Da urlo!

    Un bacione
    Alex

  49. Dolcetto scrive:

    Alex cara non farci più prendere spaventi del genere!! Mi raccomando riguardati e apprifitta del Natale per fare qualche giorno in più di ferie e riprenderti del tutto. Un abbraccione
    PS: sempre bellissime le tue foto!!

  50. Tulip scrive:

    Su Alex!!
    è davvero venuto il momento di prenderti cura di te!!
    PEr te.. e per chi ti vuole bene!!
    Baci e un abbracico forte!!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten