It’s tea time

Scritto il 22 ottobre 2008 | 58 Commenti

Tea time

Twostella del blog Il giardino dei ciliegi ha lanciato l’Afternoon Tea Award, una raccolta di ricette che ruotano intorno al tradizionale tè all’inglese.
Il mio rapporto con il tè si sta intensificando da un po’ di tempo a questa parte, da quando ho smesso di bere il caffè. Non ho ancora trovato il mio tè preferito, sono in fase di sperimentazione e provo di tutto – dal tè verde al tè di frutta, dal chai alle tisane. Ma la mia cultura sul tè è praticamente inesistente ed è piacevole per me in questo periodo provare nuovi sapori, nuovi aromi. Il tè crea un’atmosfera speciale. Bevuto da soli è una coccola che ci si regala, bere il tè in due ha un non so che di profonda intimità, berlo in tanti ti regala momenti di allegra convivialità. Anche la tazza si tiene in mano in modo totalmente diverso da una tazzina di caffè. La si accarezza, la si tiene fra le mani per scaldarsi, si sorseggia con molta calma. E in questo periodo in cui il tempo è lusso, in cui i ritmi sono diventati disumani, per me è diventata un’esigenza fermarmi e godermi la mia tazza di tè.
Per questo tè del pomeriggio ho preparato degli scones alle noci e all’uvetta. Al posto della calorica crema al burro io uso del formaggio tipo Philadelphia, meraviglioso con una classica marmellata di arance amare. Come vuole la tradizione (e come lo richiedeva Twostella), ho preparato anche dei mini-tramezzini. Avocado, salmone affumicato e maionese al wasabi (basta mischiare la maionese con un po’ di pasta di wasabi).
Mi sono fermata un pomeriggio, mi sono concessa il lusso di un afternoon tea, momenti condivisi con una cara persona. E come non pensare allora a questa canzone?

Tea time

In tema di tè vi ricordo anche il concorso fotografico di Acilia.

Irish soda bread scones

Ingredienti per ca. 8 scones

Ingredienti asciutti:

  • 280 gr di farina
  • 35 gr di zucchero
  • 1 1/2 cucchiani di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1/2 cucchiaino di polvere d’arancia
  • 1/2 cucchiaino scarso di sale
  • 75 gr di burro freddo

Ingredienti liquidi:

  • 120 ml di latticello
  • 1 cucchiaino di Golden Sirup (io ho usato l’abbamele, ma potete usare anche dello sciroppo d’acero)
  • 1 uovo

Altri ingredienti:

  • 55 gr di noci
  • 60 gr di uvetta

Scaldare il forno a 190°C. Mischiare gli ingredienti asciutti in una capiente scodella. Tagliare il burro freddo a pezzetti e aggiungerlo agli ingredienti asciutti. Amalgamare il burro con la farina sbriciolandolo fra le dita finché il tutto sarà molto bricioloso. Sbattere il latticello con lo sciroppo d’acero e l’uovo e aggiungere il tutto al resto. Mischiare finché il composto sarà appena amalgamato.
Aggiungere le noci tritate e l’uvetta o e mischiare bene. Stendere l’impasto sul piano di lavoro infarinato (ca. 3 cm di spessore) e con l’aiuto di un bicchiere o un coppapasta tagliare 8 scones. Disporre gli scones su una placca rivestita di carta da forno e infornare per circa 18-22 minuti finché saranno dorati. Far raffreddare gli scones per almeno 10 minuti prima di mangiarli.

Scones and marmelade

Commenti

58 Responses to “It’s tea time”
  1. anna scrive:

    Anche a me piacerebbe poter organizzare un te con le amiche. Preparare dei dolcetti o dei piccole tramezzini, scambiare due chiacchiere e degustare una buona tazza di tè. Purtroppo un po’ per tempo un po’ perché Milano è troppo dispersiva non c’è mai l’occasione di poterlo fare. Peccato.
    Le foto non te lo dico più sono bellissime. Bacioni

  2. Alex e Mari scrive:

    *Adina, come prima cosa andrei al Coin e comprerei il servizio di Anna (quello della torta di ciocc e pere)! Vieni anche tu?

    *Ely, grazie! Io sto imparando ad amarlo il tè. Ormai il caffè appartiene al passato

    *Dolcetto, sarebbe bello organizzare un afternoon tea fra noi foodblogger

    *Marika, che bello rivederti anche in giro per blog! Io il soda bread l’ho sempre fatto solo con il latticello e non sa assolutamente di bicarbonato. Ho provato a farlo anche con dello yogurt, ma la consistenza era mallopposa. Ma anche lì il bicarbonato non si sentiva. Quanto ne usi?

    *Twostella, il chai lo posterò di sicuro prima o poi, prossimamente comunque

    *Sandra, mi sentivo very british quel pomeriggio :-))

    *Anna, credo proprio che prima di Natale inviterò le amiche a prendere il tè. Senti chi parla di foto belle :-)))

    Ciao
    Alex

  3. Ady scrive:

    Che meraviglia Alex che atmosfera old England, la mise en place poi…ho sempre desiderato comprare un alzatina a piani, la tua è bellissima,un abbraccio!

  4. lavaterra scrive:

    Die Scones zusammen mit leckerer Orangenmarmelade sehen himmlisch aus und gerne würde ich mich zu Tisch setzen. ;-)

  5. cocozza scrive:

    Gnam gnam che buoni questi scones io pero invece dell’uvetta preferisco gocce di cioccolato!;D
    però non hai detto che tè hai sorseggiato?
    curiosona sono
    baci cocozza

  6. Francesca scrive:

    superbellissime foto, non so da doce cominciare: da quei minitramezzini con avogado che mi fanno una gola, o dagli scones che adoro, o invece da quello scones già spalamto di philadelphia (il tuo marchio identificativo) con quella marmellata di un color arancio perfetto? Ecco, ora dimmi tu dove comincio va ;-) Buon finesettimana cara, qui ancora non so se ci sarà l’ora legale oppure no, ma non mi sembra, tanto la mattina fino alle 8.30 è sempre notte :-)

    Francesca

  7. sciopina scrive:

    Eh no non vale!
    Eh insomma avete fatto il teatime award e io nn ne sapevo niente..con tutte le foto dei te’ che sto bevendo tutti i santi giorni dopo il lavoro!!
    Dovro’ postare subito qualcosa..

  8. Mimmi scrive:

    Toh, cercavo lo sciroppo d'arancia e ho trovato l'alzatina… :-D
    Baci!!!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten