I pleurotus, come cucinarli?

Scritto il 8 ottobre 2010 | 43 Commenti


I funghi pleurotus mi hanno sempre affascinata per la loro forma, per quelle sottilissime e filigrane lamelle e soprattutto per quel nome che mia nonna gli dava e che mi colpiva da bambina: “oggi mangiamo orecchie d’elefante”. Devo però ammettere che quando li compro li faccio quasi sempre allo stesso modo. Così come li vedete in foto: su una placca da forno, irrorati di olio d’oliva e conditi con sale e pepe e timo limone. Messi al forno per una ventina di minuti a 180°C diventano saporiti e croccantelli e sono un contorno eccezionale. A volte ci faccio la pasta (faccio outing:  ci metto un goccetto di panna!), a volte il risotto. Siccome io in questo periodo non sto praticamente cucinando, ho pensato di far cucinare voi. Avete proposte per questi meravigliosi funghi? Avete ricette già postate? Se me le segnalate posso fare un piccolo elenco di ricette in questo post. Inizio io con un risotto fatto taaaaanto tempo fa.

1. Risotto ai funghi pleurotus e prosciutto croccante

Ed ecco le vostre proposte:

2. Gratinati al forno con pangrattato, prezzemolo, aglio, sale e pepe e pecorino

3. Panati come una cotoletta alla milanese

4. Alla griglia, conditi con salsa verde

5. In padella con Gorgonzola/Roquefort

6. Sulla pizza con la soppressa

7. Lasagna di pleurotus con besciamella e Asiago

8. Spadellati con olio, aglio e prezzemolo




Commenti

43 Responses to “I pleurotus, come cucinarli?”
  1. genny scrive:

    ma sai che tu sei grnadiosa! quando sei a dieta, aggiorni il blog più che quando mangi!:D
    io non li ho mai assaggiati i pleurotus…secondo te ora che ho visto il tuo post, quanto ci metto a cercarli?

  2. Elvira scrive:

    Io li snobbo sempre, invece sono buoni e mia mamma li mette al forno con olio, aglio, prezzemolo e pangrattato (e forse anche pecorino, se non devo mangiarli io), insomma, un semplice e ottimo gratin :)
    Baci!

  3. Jacopo scrive:

    In effetti, come Elvira, anche noi li facciamo raramente.
    Però, in caso, come te li facciamo su una placca da forno, magari aggiungendo della patate a tocchetti :-D
    Bacio !

  4. elena scrive:

    Io li mangiavo da bambina cotti sulla griglia e conditi semplicemente con olio e sale, oppure impanati. Li adoravo, devo ricomprarli!
    Ciao. Elena

  5. Ady scrive:

    A me Alex proprio non piacciono, belli son belli però.
    Mia madre li cucinava spesso, arrosto su di una griglia con un trito di aglio e prezzemolo oppure ne faceva delle enormi cotolette, proprio come quelle milanesi che si chiamano appunto orecchie d’elefante, un bacione e buona giornata :)

  6. colores scrive:

    Che bellissimissime foto! adoro questo tipo di fungo!!! alla griglia olio sale e un pó di prezzemolo!!!uhmmm bacione

  7. Onde99 scrive:

    Sinceramente penso che la versione arrostita rimanga la migliore, un po’ come per la maggior parte dei vegetali. E le tue foto, come sempre, sono splendide!

  8. mariluna scrive:

    io di soli funghi mi nutrirei , qualunque sia il loro condimento, anche crudi, crudi che buoni!!!

    :-)

  9. anie's delight scrive:

    Ich mag Austernpilze auch gern in Verbindung mit Gorgonzola bzw. für mich mit Roquefort. Die Pilze angebraten und in der Pfanne etwas von dem Käse mit schmelzen lassen. Deine Variante kannte ich noch nicht.

  10. Buoni… raccolti in montagna ad Agosto e mangiati impanati come la classica cotoletta, ma mio papà li prepara anche grigliati e conditi con: olio, sale, pepe, prezzemolo e aglio tritati. Sono buoni anche così!

  11. Babuska scrive:

    Alla brace ce l’ho, in cotoletta ce l’ho… Ma le lasagne con le “sbrise” non le ha mai assaggiate nessuno? Da fare, ragazze, perchè sono meravigliose… in bianco, con besciamella e Asiago, per esempio. Oppure provatele sulla pizza, con la soppressa. In entrambi in casi io le griglio leggermente, ma anche spadellate con olio e aglio vanno benone (un po’ meno se si devono contenere i grassi). Ciao!

  12. saretta scrive:

    Credo di non averne mai mangiati..am queste foto, questa tua versione..mmmmmm!!!Finiranno presto in forno!

  13. Stefania scrive:

    Ciao mi piacciono questi funghi e li preparo al gratin in forno o meglio
    spolverati di pangrattato ! prezzemolo | aglio, ma i tuoi ancora più “nature” mi piacciono, grazie

  14. Christina scrive:

    So richtige Rezepte habe ich für Austernpilze ehrlich gesagt auch nicht. Ich bereite sie am Liebsten ziemlich pur zu, also so wie du mit Nudeln oder Risotto und ohne viel Schnickschnack. Die Backofen-Variante muss ich mal ausprobieren, das hört sich gut an. LG

  15. Carolina scrive:

    Mai assaggiati, ma non solo dato che gli scopro adesso…
    Anch’io solitamente faccio il tifo per le verdure arrosto! In genere è il mio metodo di cottura preferito…
    Buon fine settimana!

  16. MarinaV scrive:

    Li taglio a fettine sottili e poi li spadello a fuoco alto con olio, aglio e alla fine prezzemolo. L’importante è che facciano la crosticina croccante.
    E poi sì, anche nelle lasagne!

    Mi piace molto l’idea del gratin, qualcuno mi indica una foto così capisco meglio come devo costruirlo?

  17. Mirtilla scrive:

    Questi funghi sono forse i più belli esteticamente, senza nulla togliere ai porcini, ma sembrano delle vere opere d’arte! E lo sai che non li ho mai mangiati?! Che vergogna eh?!? Dovrò andare alla ricerca di questi funghi, son ocuriosa di sapere che sapore hanno! Un abbraccio

  18. lydia scrive:

    Io sono troppo ignorante in materia funghi, quindi non posso far altro che salutarti e mandarti un bacio

  19. k@tia scrive:

    Alex, ciao mi presento! sono Katia e ti seguo da un po’ ma credo di non aver mai commentato, mi limitavo a rimirare le tue meravigliose foto!
    Sai che il mio adorato papà li coltivava i pleurotus?? aveva una delle più grandi fungaie del nord e io ci sono cresciuta con questi funghi, un po’ come quel personaggio di Forrest Gump (di cui ora non ricordo il nome, ovviamente) che mangiava i gamberetti in ogni modo possibile e immaginabile, ecco io con i pleurotus potrei farti un elenco pressochè infinito di come li cucinava la mia mamma!! Pensa che è una vita che non li mangio!!

    • Alex scrive:

      Fantastico!! Sarei curiosa di sapere come li faceva la tua mamma.

      • k@tia scrive:

        Ciao Alex, ti dico tutto!
        Innanzitutto al tegame con le patate e il prezzemolo, tanto prezzemolo, poi impanati e fritti come cotolette, nel sugo della pasta soli o con la salsiccia, alla piastra e poi marinati con aglio, olio e qualche spezia a piacere, il ragù in bianco di soli pleurotus, li metteva anche sott’olio (se erano grandi li tagliavi in tocchetti piccoli, piccoli, o, se riusciva, se li faceva raccogliere appena spuntati erano più croccanti e sodi rispetto a quelli grandi che contengono anche più acqua)li scottava con vino bianco e acetto e li lasciava asciugare bene su assi di legno coperti da canovacci anche per giorni, poi li invasava con olio di oliva leggero o olio di semi (da provare, davvero!!)
        Ora mi vengono alla mente queste ma se me ne verranno altre te le scriverò!!
        adesso mi hai fatto venir voglia di mangiarli?? chissà che non vada in fungaia a prenderne un po’!!

  20. lamiacucina scrive:

    aus Austernpilzen mache ich funghi gratinati. Geputzte Pilze mit Olivenöl bepinseln, in Gratinform legen, Lamellen nach oben. Geriebenes Brot, Petersilie etwas Knoblauch, Orangenschale und Pecorino oder Caciocavallo mischen, auf die Pilze verteilen, salzen, pfeffern und 10 Min. bei 230°C gratinieren.

  21. Foodfreak scrive:

    mmmmmmh, Austernpilze! das hier ist grossartig: http://peho.typepad.com/chili_und_ciabatta/2008/02/selbstgemachte.html – sehr lecker ist Salat aus grünen Bohnen und gebratenen Austernpilzen mit einem Dressing mit Sherryessig und etwas Kebel und Estragon. Diese Terrine ist superb mit Austernpilzen: http://www.foodfreak.de/2009/06/blog-event-xlvi-huehnerterrine-mit-schinken-und-lauch/ ; sehr gut sind sie gebraten mit Thai-Basilikum, Chili, Limettensaft, etwas Palmzucker, Fish sauce und Knoblauch…

  22. Fico&Uva scrive:

    oh oh…non credo di averli mai cucinati prima d’ora…mi trovi veramente in difficoltà, leggero i consigli delle altre blogger e magari li provo!

  23. Azabel scrive:

    È quello che mi chiedo sempre pure io… come cucinarli a parte al forno-in padella con aglio-al massimo in una pasta-forse cotolettati ma tanto siamo sempre a dieta? Sempre li si torna, in pratica niente suggerimenti da parte mia, sigh :(

  24. Mammafelice scrive:

    Noi li facciamo grigliati e conditi con salsa verde… che buoni!

  25. patricia b. scrive:

    Buone! qui a padova si trovan o sui colli euganei. Come ha detto Babuska, anche a casa mía piacciono molto in cottoletta (al forno). A me piacciono molto con aglio e prezzemolo, spruzzata d’olio e in forno!
    Ti auguro buona domenica.
    patricia

  26. babs scrive:

    alex son sincera, li trovo bellissimi, specialmente ora che son stati fotografati da te, ma non sono tra i miei funghi preferiti, è pur vero che non ho mai pensato a questa cottura….. quindi, gli regalo un’altra chance e provo il tuo consiglio, poi ti dico!
    baci!!!!

  27. cricri scrive:

    io non li amo particolarmente, mi fanno… impressione!
    Una volta me li portarono in dono, mica potevo buttarli, no?
    Li preparai con un gratin di pagnrattato, aglio, noci ed erbe aromatiche miste.
    Quantità random, as usual, ma abbondanti, ho oliato una teglia da forno, l’ho letteralmente foderata di fungoni e ho cosparso tutti i sopracitati ingredienti in abbondanza (in pratica tutti frullati con il robottino aggiungendo un filo di olio e sale&pepe), in abbondanza a coprire benbene la distesa di funghi. Infornato fino ad ottenere una crosticina degna di questo nome. Ora che ci penso sai che quasi quasi ci riprovo?

  28. Alex scrive:

    Grazie a tutti per i suggerimenti. Li ho raccolti nel post in modo che siano ben visibili a tutti. Sicuramente proverò alcune delle ricette.

    Da kamen ja tolle Tipps zusammen! Ich habe sie alle (auch die, die von den italienischen Lesern kamen) im Post aufgelistet. Vielen Dank Euch allen!

  29. Anna scrive:

    carissima Alex, io ho un piatto delizioso che faccio sempre in occasioni speciali: tagliolini con asparagi, gamberetti e questi funghi, saltati velocemente in padella con uno spicchio d’aglio. Chi non è a dieta può aggiungere anche un filo di panna liquida, giusto per ammorbidire un pò il sapore, altrimenti son buoni lo stesso senza.
    Un abbraccio
    Anna

  30. Moscerino scrive:

    Tu che non cucini? ma che sta succedendo??? :)
    Se persino tu hai una battuta d’arresto mi fai preoccupare!
    Intanto però ho talmente tanti post arretrati da leggere che posso tranquillamente attendere il tuo rientro

  31. Suse scrive:

    Ich hab die Pilze kürzlich zu Antipasti verarbeitet, Rezept folgt in meinem nächsten Post.
    Die von dir vorgeschlagegen Rezepte werde ich mal etwas genauer unter die Lupe nehmen, wenn ich wieder welche kaufe.

  32. Sophie scrive:

    Hmmmm, die liebe ich! Lange Zeit gab es Austernpilze bei mir immer gebraten zu Tagliatelle verde und viel Taleggio. Dann als Austernpilz-Saltimbocca mit Salbei und Prosciutto crudo umwickelt. Ich hatte sie schon auf der Pizza. Im Strudel. Und zur Quinoa-Lauch-Pfanne. Hey, jetzt wo ich das hier so schreibe, kommt auf einmal der Appetit ;-)
    PS: Danke für den warmen Empfang !!

  33. vale'n'tina scrive:

    Ho un amico che produce sottoli, mi ha dato questo meraviglioso vasetto di pleurotus. Vi copio l’ etichetta, poi fate voi: pleurotus (60%), rucola (4%) olio di girasole, olio d’ oliva, aceto, sale, aglio, pepe. La rucola ci sta divinamente bene.

  34. pirisi antonina scrive:

    provate a fare questi bei funghi un bel sugo con pomodori freschi conditeci le papardelle una manciata di pecorino sardo vedrette vi leccherete le dita

  35. emilysound scrive:

    sono capitato qui per caso, cercando ricette per cucinare i pleurotus. Ho raccolto tutte le suggestioni ricevute e ringrazio chi le ha provocate e, come mio solito, mi differenzio un po’, ma mi è riuscita benissimo: su piastra al forno con tocchetti di patate, aglio tritato, prezzemolo, quando cotti e dorati, aggiungere tocchetti di feta greca, condire il tutto con vinegrette di olio extravergine d’oliva, sale, pepe, timo limone, impiattare su letto di rucola fresca.

  36. Veronica e le sue principesse Ilaria e Rebecca scrive:

    io adoro questi funghi in casa li mangiavamo solo io e mia madre e lei me li faceva sempre quando riusciva a trovarli impanati con uova e mollica e passati in padella con un filo d olio mmmmh buoni li faccio stasera xkè dopo 5 anni che vivo nelle marche li ho trovati oggi <3

  37. Antonio Da Campo scrive:

    Funghi Pleurotus con il riso
    Ingredienti: riso per risotti, funghi pleurotus, aglio, (brodo con: sedano, prezzemolo, cipolla rossa di tropea) pomodori maturi e passata naturale; 8 fette di prosciutto crudo, formaggio con pepe e grattuggiato (quanto basta per rendere cremoso il riso); olio di oliva, sale rosa Himalayano: non è un comune sale marino ma possiede oligoelementi che sono preziosi per l’organismo. Fette di prosciutto crudo e pezzettini di grana.
    Pulire i funghi sotto acqua corrente, affettare i gambi più grossi. Tagliare tutti i funghi in pezzettini piccoli e farli appassire in un tegame. Quando si è asciugata la loro acqua sono cotti. Si tolgono dal tegame e si mettono da parte. Nello stesso tegame mettere l’aglio a pezzettini un poco di sedano a pezzettini; le fette di prosciutto poco olio e far cuocere a fuoco vivace per alcuni minuti; dopo mettere i pomodori spezzetati con la passata e poca acqua; Quando la salsetta è cotta aggiustare di sale rosa e aggiungere poco olio di oliva.
    Preparate una pirofila da forno e sul fondo mettete mollica di pane; sopra adagiate i funghi già cotti e mescolati con un poco di salsa già cotta. Coprire con il grana e la salsa già cotta. Infornare a circa 250°C e cuocere finchè i funghi sono ben cotti. A parte avete già preparato il risotto nel brodo vegetale con poco sale rosa. Il risotto deve assorbire tutto il brodo quindi regolatevi quanta acqua usare.
    Aggiungere man mano il brodo fino a cottura ultimata. Dopo impastare il riso e il composto già cotto con il formaggio grattuggiato, rimetterlo nella pirofila e farlo dorare in superfice.

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Mi trovi anche su


    www.flickr.com
    This is a Flickr badge showing public photos from cuoche dell'altromondo. Make your own badge here.
  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI
  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten