Insalata di portulaca, caprino e mirtilli

Scritto il 19 aprile 2011 | 29 Commenti

Fino a qualche giorno fa quest’insalata era per me una perfetta sconosciuta. La portulaca. Ultimamente il mio fruttivendolo mi sorprende ogni settimana con qualche nuovo ortaggio o con perle rare come le zucchine tonde che qui in paese non si erano mai viste prima. E ora se ne esce con quest’insalatina. Credo di dargli grandi soddisfazioni, sa che io sono sempre la prima a provare le cose nuove (e anche l’unica a comprare il coriandolo).
Invece di cuocerla, ho voluto provarla prima cruda la portulaca. Temevo un po’ quegli steli lunghi, ma invece sono molto teneri e succosi. Il sapore è delicato, mi ha ricordato un po’ la valeriana, anche se leggermente più acidulo, e la consistenza è più carnosa. Molto buona e anche carina da vedere. L’ho abbinata a quello che avevo in frigo: una manciata di mirtilli freschi, del caprino al miele e mandorle tritate. Il tutto condito semplicemente con olio, aceto e sale (all’ibisco, per un tocco di colore in più).

Commenti

29 Responses to “Insalata di portulaca, caprino e mirtilli”
  1. Mi ricordano vagamente le foglie dei gerani… Mai sentita :)

  2. Virginia scrive:

    Meraviglissima!!!

  3. Reb stufita scrive:

    Mumble, ma allora la portulaca che ho mangiato io sinora, è diversissima da questa!
    Poco importa: qui da te, e con te, si sta sempre così bene che tutto il resto sembra perdere importanza.

  4. Vanessa scrive:

    Mmmmh leckre ich stelle mir das gerade geschmacklich vor! Toll! Und die Fotos echt spitze!!!

  5. Oxana scrive:

    Mai sentito di insalata! Conosco solo i fiori che si chiamano uguale ma sono diversi dalla foto.

  6. Nepitella scrive:

    Ohhh!!! e questa da dove viene fuori???

  7. Giorgia scrive:

    che meraviglia alex! io sono rimasta indietro e la portulaca mi manca… chissà che non salti fuori da qualche parte. se poi assomiglia un po’ alla valeriana… buonissima! ma l sale all’ibisco da dove arriva invece?

  8. anna scrive:

    da inserire subito nell’elenco di piante di cui parlare al mio corso… si trova anche qui… un abbraccio.
    Anna

  9. stefania scrive:

    Una buona insalata dai colori splendidi, ciao

  10. Jacopo scrive:

    Vero, molto fotogenica: ma con te sarebbe fotogenico pure quel torso di broccolo di Jacopo :-))))
    Mo’ mi dici il sale all’ibisco dove l’hai preso !!! :-D
    Ciaoo

  11. Dora scrive:

    Conosco bene quest’insalata. Qui cresce ovunque, anche nei vasi vicino al altri fiori. Per questo molto spesso viene estirpata in malo modo come fosse un’erbaccia e nel dialetto campano ha un nome non proprio elegante!!
    Io ho iniziato a mangiarla l’anno scorso, dopo aver comprato un libro sulle erbe. Mi stupii del fatto di averla sempre avuta sotto il naso ignorandola completamente…peraltro ce l’ho a costo zero, mentre le insalatine novelle se le fanno pagare in vaschetta a prezzi irragionevoli.
    Ecco, però qui i mirtilli manco a pagarli!!

  12. Onde99 scrive:

    Hai sempre delle trovate fantastiche! Dovrei prenderti da esempio, invece di continuare a cucinare come in un rifugio di alta montagna anche quando fuori ci sono 30°!!!

  13. silvia. scrive:

    la portulaca mi manca. mai sentita e forse, forse, mai vista. devo recuperare. un tot di cose. un abbraccio per cominciare.

  14. Chiara scrive:

    Bellissima…questa insalata…ma quante ne sai Alex!!
    Un abbraccio
    Chiara

  15. Annalisa scrive:

    Mai vista ne sentita se ma la fossi ritrovata tra le foglie di insalatina probabile che l’avrei scambiata per un'”erbaccia”. Grazie per avercela fatta conoscere :).
    Ciao.

  16. simonetta scrive:

    Cara Alex sapevi che la portulaca è ricchissima di vitamina C tanto da venire usata in passato per curare lo scorbuto ed infezioni urinarie? Qui in Toscana nasce spontanea e viene estirpata perchè ritenuta erba infestante, è un pò diversa da quella in foto, ha un aspetto più rustico…….non è così fotogenica come la tua!!!!! Complimenti per la ricetta…..

  17. maia scrive:

    e’ bellissima questa insalata. Ma in italia si trova o mi faccio guardare con sospetto dall’ort
    ofrutta??

  18. Ma che simpatico che deve essere il tuo fruttivendolo!
    Nemmeno io avevo mai sentito parlare della “portulaca”: ma da dove viene?
    Baciii ( insalata è bellissima :))

  19. Diletta scrive:

    Troppo bella!!!
    Mi piacerebbe proprio provarla…

    Un sorriso,
    D.

  20. babs scrive:

    oh bellina… nn so perchè ma mi ricorda le foglie delle ninfee in miniatura!
    ciao alex!

  21. Giulia scrive:

    E’ carina l’insalatina, ma non riesco ad immaginare il suo sapore…
    Poco male, da noi non si trova..
    baci e buona Pasqua!

  22. elena scrive:

    Mai vista questa insalatina, qui c’è sempre da imparare!
    Buona Pasqua

  23. Chiara scrive:

    Il tuo fruttivendolo è “troppo avanti”!
    …io non l’ho mai vista, ma so che in alcune regioni (Toscana?) è molto comune
    Chiara

  24. Glu.fri scrive:

    E’ bellissima, mi darebbe quasi soggeziona mangiarla..ma sai la gola. Mai mangiata e dubito che riusciró a trovarla qui, quindi mi resta l’intrigo.
    Mi sa che mi procuro i semi….
    Ciao, Simonetta

  25. Marineva scrive:

    Un giorno mio marito, in Alto Adige, passeggiando ai bordi di un prato ricco di piante odorose, sospirando disse: vorrei essere una mucca. Provo anch’io la stessa sensazione goduriosa davanti alle tue insalate. La portulaca o porcellana o altri nomi biricchini che ha, spontanea è un pò diversa, io l’avrei scambiata per nasturzio. C’è sempre da imparare.
    Ti auguro buona Pasqua.

  26. terry scrive:

    Come vorrei venir dal tuo fruttivendolo! …qui se si vuol usar la portulaca bisogna tenersela in terrazza! :)
    meravigliosa insalata primaverile!!!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten