Slow Food a Stoccarda

Scritto il 17 aprile 2011 | 23 Commenti

Si è appena chiusa a Stoccarda la fiera dedicata allo Slow Food che ho visitato ieri insieme a Marina del blog Radiocucina, venuta appositamente da Amsterdam. Munite di macchine fotografiche e registratore ci siamo addentrate in un mondo di profumi e sapori. Le aziende italiane non erano moltissime, ma è proprio da loro che siamo finite a chiacchierare a lungo e poi ad acquistare. Piccole aziende che ci hanno colpito per l’eccellente qualità dei prodotti e per la simpatia e gentilezza con cui ci hanno accolte. Come il simpatico signore calabrese de La Fattoria che ha un negozio di prodotti calabresi a Stoccarda e che ci ha fatto un ottimo piatto di ravioli. E poi Rosablu, un’azienda tutta al femminile, che ci fa fatto provare le deliziose marmellate all’arancia amara, al mandarino (da sballo) e al limone, la nutella di pistacchi, pesto di finocchietto, patè di tonno e altri sfizi siciliani. Altri siciliani in fiera erano il signor Salvatore e la signora Karin de Il Mercato, dove ho preso un olio fantastico, mentre Marina si è aggiudicata l’ultima confettura di olive nere, buonissima. E infine ci siamo fermati dai ragazzi di Marabissi dove ho rifatto pace, anzi mi sono innamorata perdutamente del Panforte di Siena, spettacolare.
Grandi protagonisti in generale erano sicuramente gli oli. Ne abbiamo provati di tutti i tipi e di ogni provenienza. Interessantissimi e per me sconosciuti l’olio di semi di papavero e quello di semi di pomodoro. Io sono tornata a casa con un profumatissimo olio alla lavanda, come poteva essere altrimenti. Meno interessanti per me, essendo astemia, le numerose aziende vinicole e distillerie. Ho invece provato i tantissimi pani tedeschi, uno più buono dell’altro. E i salumi italiani, tedeschi, ma anche svedesi. Marina si è fermata dai simpaticissimi ragazzi olandesi che aprivano un’ostrica dopo l’altra. Vi lascio qualche impressione della manifestazione sperando di trasmettervi anche solo un pizzico dell’atmosfera che si respirava in fiera.

Commenti

23 Responses to “Slow Food a Stoccarda”
  1. colores scrive:

    Bellissimo giro virtuale attraverso le tue foto! bravissima! un bacione e buona domenica

  2. nina scrive:

    bellissimo e les huitres poi!!
    meraviglia d’occhi sempre tu

  3. Ancutza scrive:

    bel reportage e foto, come al solito. Buona serata!

  4. Das war bestimmt ein tolles Erlebniss. Danke fuer die photo impressions.

  5. MarinaV scrive:

    Ma com’è che si va sempre a finire a far spesa dagli italiani? :)
    Peccato che come al solito il tempo vola e non c’è stato tempo per assaggiare tutto.
    Impressionantemente buono il pane tedesco e il blutwurst affumicato, e decisamente d’ottimo livello tutti gli oli (d’oliva e di cent’altri tipi).
    Esperienza da replicare alla prossima occasione.
    Un bacio e ancora grazie per avermi fatto da Virgilio.

  6. enza scrive:

    mo mi spieghi che so quei vermi marroni nella cesta…ahahahahah

  7. Alex scrive:

    *Colores, Ancutza, grazie!

    *Nina, les huitres … belle da vedere, ma io proprio non riesco a mandarle giù

    *My Kitchen in the Rockies, für ein “Foodie” ist das das Paradies

    *Marina, ci ho preso gusto … mi toccherà girare di più anche per fiere :-))

    *Enza, quelli erano gli scarti dei semi da cui è stato estratto l’olio, però ora vatti a ricordare che semini erano. Una pianta che non conoscevo e di cui proprio non ricordo il nome. Lo stesso sistema lo avevo visto con i semi di lino. Poi quei vermetti credo vengano usati come concime. Credo! ;-)

  8. Marco Bechi scrive:

    Complimenti, hai fatto delle foto fantastiche che rendono proprio l’idea dal tripudio di colori e anche quasi dei profumi e dei sapori di quei cibi così invitanti.
    Brava!

  9. Diletta scrive:

    WoooW!
    Come sempre splendide foto e deve essere stata proprio una gran bella esperienza! Io mi sarei inchiodata ad assaggiare tutto il pane visto che ne vado matta mattissima.

    Uno slow-sorriso,
    D.

  10. Sylvia scrive:

    Wow, da hab ich ja wirklich ein was verpasst… Danke für die tollen Fotos! :-)

  11. anie's delight scrive:

    Das muß wirklich toll gewesen sein. Leider ist Stuttgart so gar nicht auf dem Weg… Super schöne Fotos, die die Atmosphäre einfangen.

  12. fra scrive:

    Scatti meravigliosi alex…quelle dell’apertura delle ostriche e quella in biano e nero sull’azoto sono le mie preferite…grazie per questo magnifico racconto fotografico!

  13. giulia scrive:

    Come al solito scatti favolosi!!! grazie per le belle immagini che ci regali!!! la foto della pentola con il fumo sembra il laboratorio di un alchimista, molto suggestiva!!!
    Buona giornata giulia

  14. sandrina scrive:

    Zauberhafte Bilder :)

    Vor ein paar Jahren war ich auch mal auf der Messe und es war ganz interessant, ich glaube, ich muss mal wieder hin :)

  15. Virginia scrive:

    Copincollo Nina…la foto delle ostriche mi ha scatenato di tutto!!!

  16. roberta cobrizo scrive:

    quel fumo bianco… magia.
    bello Alex.

  17. Cristina B. scrive:

    gran bel reportage, sei stata super-brava come sempre! ho sbavato davanti a tutte quelle meraviglie… senti, non è che mi manderesti un mazzetto di erbe per la grüne soße?? essendo di francoforte, ne ho una nostalgia matta!! bacioni

  18. Hi Alex, wow, du hast DEN Blick fürs Leckere! Kompliment!
    Liebe Grüße!

  19. Mat scrive:

    Schöne Bilder, was hast Du für einen Filter/Effekt für die farbigen Austern-Bilder verwendet?

  20. silvia. scrive:

    e come sempre ci porti a spasso con te. le patate, lo staglio della pasta, il fumogeno ;) grazie. mi incuriosiscono assai anche le croc aranc, mi ti immagino con lo scatto alla mano.

  21. Belle Foto e una buona Pasqua ritardata. Grazie Alex per il tuo giudzio su i nostri prodotti e per non trascurare il Tedesco :o) in Deutsch weiter, es war uns eine grosse Freude Euch an der Messe in Stuttgart kennen zu lernen. A risentirci.

    Carissimi saluti dalla Sicilia piovosa
    Salvatore e Karin

  22. Sabrina scrive:

    Wirklich wunderschöne Bilder. Wir waren dieses Jahr auch samstags dort und ich hatte es mir voller vorgestellt. Neben jede Menge Käse sind auch ein Stückchen Schoko-Panforte, 2 Stücke französischer Nougat sowie die einzigartige Pistaziencreme (und vieles mehr) in mein Täschlein gewandert :)

  23. Lo sai che é stato fondato da poco un nuovo conviuvium Slow Food a Lussemburgo? Io ci sono! Mangiare locale e promuovere i prodotti del luogo é la mia ultima passione!!…le tue foto mi incantano sempre…

Lascia una risposta

You must be logged in to post a comment.

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Mi trovi anche su


    www.flickr.com
    This is a Flickr badge showing public photos from cuoche dell'altromondo. Make your own badge here.
  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI
  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten