Ricotta di capra (homemade) ai fiori

Scritto il 30 maggio 2011 | 54 Commenti

Per chi mi legge dall’Italia la ricetta della ricotta fatta in casa non è interessante, visto che in commercio trovate prodotti più che buoni. Quindi mi rivolgo più agli expat come me che si devono accontentare di ricottine industriali. La ricotta la faccio unendo della panna acida. Ci sono vari modi per farla, aggiungendo ad esempio aceto o limone. A me sembra che con la panna acida venga più corposa, ma sicuramente gli altri metodi sono meno cari. La faccio spesso per la pasta ripiena in quanto quella che trovo in commercio è sempre troppo cremosa e bagnaticcia.
Da poco ho scoperto al supermercato il latte di capra a lunga conservazione (qui si trova nel reparto di prodotti senza lattosio) e ho provato a farci questa ricottina. Il sapore di capra è molto delicato. Ho pensato di condirla con un mix di petali di fiori essiccati comprato ad uno dei tanti mercatini. Il mix contiene petali e fiori di: sambuco, lavanda, papavero, violetta, rosa, fiordaliso, fiori d’arancio, calendula e cerfoglio. È solo un’idea per aromatizzare il formaggio, potete usare anche solo un cucchiaino di fiori di lavanda, se vi piace. Io ho servito la ricotta su crostini di pane, un antipastino primaverile e originale.

Ingredienti per circa 300 gr di ricotta

  • 1 litro di latte a lunga conservazione (di capra o latte vaccino)
  • 3 vasetti di panna acida da 200 gr cad.
  • 1 cucchiaio di petali di fiori essiccati
  • olio d’oliva
  • sale

Scaldare il latte in una pentola capiente. Poco prima che inizi a bollire, versare la panna acida nel latte. Non girare, ma “tagliare” la panna acida con il manico di un cucchiaio di legno. Lasciare sobbollire a fuoco basso finché il latte comincerà a cagliare e il siero a separarsi dai fiocchi. Il siero deve risultare quasi trasparente (ha un colore verdognolo). Filtrare in un colino dalle maglie molto fitte e lasciar sgocciolare completamente il siero. Trasferire in una ciotolina (o meglio una fuscella per ricotta).
Condire la ricotta con i petali di fiori, un goccio di olio d’oliva e sale. Amalgamare bene e lasciar riposare in frigo per alcune ore in modo che i petali possano sprigionare al meglio il loro profumo.

Commenti

54 Responses to “Ricotta di capra (homemade) ai fiori”
  1. Bengelchen scrive:

    Sieht total lecker aus! Das muss ich unbedingt probieren.

  2. lucy scrive:

    e’ una rcietta che fa per me in ogni senso.dal formaggio che adoro all’abbinamento sfizioso dei fiori.mi hai dato una grande idea!

  3. MarinaV scrive:

    Eccezionale Alex! Lo sapevo che eri una donna dalle mille risorse!
    Questo sistema di fare la ricotta fa completamente per me, degli altri sono sempre stata un po’ perplessa. Proprio stamattina stavo pensando a quella schifezza di ricotta che compro e come fare a convincere qualche formaggiaio olandese a farla fresca… Ora sono una donna indipendente :)
    A nord di Amsterdam c’è una fattoria con un distributore di latte fresco non pastorizzato, penso che ci farò un salto prestissimo!

    Quanta ricotta viene con 1 litro di latte e 0,6 l di panna acida?

  4. Alex scrive:

    *Bengelchen, ein paar Stunden durchziehen lassen und dann schmeckt der Käse richtig schön intensiv nach Blüten

    *Lucy, mi fa piacere

    *Marina, eheheh, so che mi capisci :-) La resa non è eccezionale, ma pur sempre 250-300 grammi. Viene mooolto più asciutta di quella che troviamo noi al super. Per ravioli e cannelloni è l’ideale.

  5. elena scrive:

    In Italia avremo anche la fortuna di trovare facilmente una buona ricotta, ma vuoi mettere la soddisfazione di farla in casa? E poi con i fiori è bellissima e deve essere anche buonissima

  6. Diletta scrive:

    Bravissima Alex!
    Hai ragionissimo sulla ricotta che si trova fuori dall’Italia….io infatti non la prendo mai anche se è un formaggio che mi piace tantissimo.
    Arricchita con i fiori è proprio chic!

    Un sorriso delicato,
    D.

  7. Giorgia scrive:

    Ottima ricetta Alex, trovo che fare il formaggio in casa dia grande soddisfazione (e in effetti sarebbe il caso che rifacessi un po’ di primo sale). Che dici, secondo te con la panna acida riesco ad ottenere la ricotta dal latticello che mi avanza dalla produzione del formaggio? Ci proverei, ma non vorrei buttare via tutto. amen per il latticello da cui alla fine ricavo sempre non più di 100g di ricotta, ma per tutta quella panna… in ogni caso aggiungerei ancora un goccio di limone magari. Inutile farti i complimenti per le foto, che sono sempre bellissime. Però ti ringrazio, perché hanno sempre dei colori magnifici che al mattino mi riconciliano col mondo :)

  8. Onde99 scrive:

    Mai dire che una ricetta non è interessante: io, invece, ti ho letta con piacere, anche perché possiedo un mix di erbe e fiori molto simile al tuo (stessi romantici colori :-)) e mi piacerebbe molto usarlo per il formaggio!

  9. Magdi scrive:

    So eine Blütenmischung mache ich mir immer selbst, von meinen extra für diesen Zweck gezogenen Blüten im Garten. Ricotta habe ichn noch nie gemacht.

  10. Edda scrive:

    Alzo la mano: sono un’expat, la ricetta mi piace tantissimo romantica e anche nostalgica ;-) Corro a provare! Grazie Alex. Un abbraccio

  11. arabafelice scrive:

    Proprio oggi nel mio post dicevo che qui in Arabia compro ricottine confezionate che in Italia non degnerei di uno sguardo…ogni tanto la faccio anche io, ma usavo lo yogurt. Ora mi hai messo la pulce nell’orecchio della panna acida, voglio proprio vedere come viene.
    USero’ normale latte di mucca, quello di capra non si trova e quello di cammello…non e’ esattamente nelle mie corde :-)

    E’ incantevole, Alex.

  12. Questo post è tutto delicata leggerezza. Me lo godo in religioso silenzio.

  13. Sara scrive:

    Una agliata originalissima, sicuramente da provare!I fiori sono veramente un tocco magico!bacione

  14. Nepitella scrive:

    Meraviglia delle meraviglie :)))

  15. marta scrive:

    io la provo comunque anche se non sono expat ;)

  16. Oxana scrive:

    Io sono expat ma di un’altra nazione. Io la faccio se anche si compra facilmente in Italia. Mi pice farla, ecco. La tua idea di fiori è una bellissima idea, la prendo e come! Grazie mille:)
    Bacione
    P.S. Le foto sono BELLISSIME!

  17. Jacopo scrive:

    Te tu non sei normale !!!!
    Come fai a rendere degna di Monet e Renoir perfino una ricottina rimarrà per me un mistero (oppure potrei spiegarmi tutto con …il talento! Poi dici che uno non deve spingerti a fare un libro di cucina/mercatini :-D )
    Beh, almeno che questa foto appaia sul calendario 2012 :-))))
    Fantastica: io in genere la faccio con qualche goccia di limone… proverò con la panna acida e il latte di capra (così potrà mangiarla anche Michela).

    Chapeau !!

  18. Christina scrive:

    Oh wow, das ist das ideale Rezept um bei der “Schwieschä”-in-spe Eindruck zu schinden. ;-) Merke ich mir, danke!

  19. amichecuoche scrive:

    ti leggo sempre con molto piacere e devo dire che, anche se sono in italia e cercando e ricercando riesco a recuperare qualche ricotta degna di tale nome, vuoi mettere la soddisfazione di farla in casa anche aromatizzata con i fiori?!

  20. maia scrive:

    sei troppo avanti per me … anche la ricotta in casa!!

    PS:la prima foto e’ deliziosa

  21. Alex, riusciresti a rendere speciale e poetica anche una pasta in bianco… figuriamosi con una ricetta semplice ma efficace come questa.
    La ricotta di capra non l’ho mai trovata, quindi vedi che torna utile anche ad una come me che vive ancora coi suoi a casetta? baci

  22. Io ti leggo dall’Italia ma questa ricetta oltre a trovarla interessante la trovo anche bellissima! Farsi la ricotta a casa è ‘na soddisfazione! Poi questo mix di fiori: bè fantastico! Bravissima!!! baci grandi, Titti

  23. maite scrive:

    a Rovereto trovo una ricottina di capra buonissima che fa una signora in montagna con le sue caprette (c’è pure fiocco di neve). Ma questa cosa di farla in casa è geniale e divertentissima. Le foto vanno avec.

  24. Serena scrive:

    Te l’ho già detto su flickr ma sono rimasta folgorata dalla bellezza di questo mix di petali di fiori essiccati. sarà mio! un abbraccio!

  25. Ma che meraviglia quel misto di fiori essiccati! Mi piacerebbe averlo…Chissà se qui a Bologna si può trovare da qualche parte…Comunque anche se qui la ricotta si trova e buona anche in comemrcio, però l’idea di farla in casa è sempre una cosa carina…A me piace sempre provare a riprodurre prodotti in casa…E’ divertente. Non mi ero mai messa a fare la ricotta perchè chi l’aveva fatta con aceto o limone mi aeva detto che il retrogusto si sentiva poi molto, però mi dà l’idea che invece con la panna acida il retrogusto sia meno forte..: ci proverò…

    • Alex scrive:

      Il mix di fiori a quanto pare è importato dall’Italia, ma non riesco a trovare nessun riscontro in rete. Prova a chiedere in erboristeria, spesso si trovano fiori essiccati

  26. agnese scrive:

    La ricetta della ricotta potrà anche essere meno interessante per noi italiani ma con i fiori sicuramente fa venire curiosità e voglia di farla lo stesso ;-)

  27. Glu.fri scrive:

    Espatriata all’appello !! Archvio questa felice ricetta di ricotta !! Un abbraccio dal sud del mondo, ricoscente !

  28. Marika scrive:

    Ma come faccio a scordarmi di te? Passo spesso, in silenzio, ma passo!
    Ancora non ho il coraggio di sperimentare la ricotta, ultimamente faccio già tanti disastri (sugo bruciacchiato di oggi, per esempio!)
    Un abbraccio
    Marika

  29. Aiuolik scrive:

    A sto punto mi sa che tra le blogger manco solo io a non aver mai fatto la ricotta in casa (o in Trattoria che dir si voglia!)…però mi hai trovato la scusa, qui da noi si trova della ricotta buonissima :-))))

  30. Acilia scrive:

    Qui in Puglia la ricotta è decisamente un must :-)
    Avevo già provato ad aromatizzarla con un trito di erbette fresche, ma i fiori mi sembrano un’idea decisamente più originale, più estiva. Mi piace molto.
    La prima foto sembra parlare.
    Ti abbraccio.

  31. Anne scrive:

    Alex! So was kannst du dich nicht einfach einstellen, wenn ich gerade kaum Zeit zum Backen habe, geschweige denn zum Käse-Selbermachen! Halleluja.

  32. Susanne scrive:

    Ach Alex, das sieht einfach köstlich aus! Mir läuft das Wasser im Mund zusammen. Ich liebe Ziegenkäse in allen Varianten. Und selbstgemachter Ziegenkäse-Ricotta ist das Tüpfelchen auf dem I. Lieben Gruß Susanne

  33. Andreas scrive:

    Wow. Michela hat neulich ähnlich Ricotta zubereitet. Du hast Recht. Schmeckt superlecker. (Jetzt möchte sie es mit Schafsmilch probieren…). Deine Blumen sind der Hit, das Foto sieht lecker aus. Grüße aus dem Taunus!!!

  34. Alex scrive:

    Un abbraccio e un grazie a tutti!

  35. gaia scrive:

    cavolo alex questa ricetta avrebbe trionfato nel nostro contest homemade is better!!!

    adesso mi prendo la ricetta della ricotta che io adoro e stranamente è uno dei pochi formaggi che riesco a tollerare!in modica quantità ma almeno una volta ogni tanto me lo mangio!
    baci

  36. claudia scrive:

    Ciao a turre, mi chiamo Claudia e mi chiedevo se qualcuno mi sa dire dove potrei trovare la ricotta salata qui in Germania. Ho provato anche alla Metro ma non l’ho vista :-(
    E visto che ci sono provero’ questa ricetta incredibile per la ricotta fresca. Con panna acida intendi la saure sahne, giusto?
    claudia

  37. claudia scrive:

    grazie Alex, si’ provero’ in qualche negozio specializzato altrimenti me la compero in Italia a Settembre ;-)

    claudia

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Mi trovi anche su


    www.flickr.com
    This is a Flickr badge showing public photos from cuoche dell'altromondo. Make your own badge here.
  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI
  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten