Quando gli ingredienti te li regala il giardino

Scritto il 4 giugno 2014 | 4 Commenti

Succede che su FB un’amica foodblogger (e, by the way, bravissima fotografa che adoro) posti la foto della sua insalata preferita del momento. Scruto tutti gli ingredienti … ho tutto in casa. E quello che non ho in casa ce l’ho in giardino. Decido di provarla in giornata e Valeria mi consiglia di aggiungere anche le lenticchie – come previsto dalla ricetta “originale” che lei ha trovato su un altro blog che adoro, uno di quei siti di riferimento per le ricette vegetariane che non ti fanno mancar nulla. Sono curiosa di provare il rabarbaro crudo, sarà la prima volta. E – udite udite – il rabarbaro ce l’ho in giardino. È una delle poche piante “utilizzabili” e che sono rimaste al loro posto. Tutto il resto in giardino era praticamente una giungla da sradicare. Quante volte ho sognato di poter uscire in giardino e cogliere il rabarbaro?! Ancora non mi sembra vero. E vicino al rabarbaro cresce l’acetosa. Ma sì, aggiungiamo anche lei, che col rabarbaro farà una bella coppia asprigna. E anche la rucola la colgo fresca. Cresce ovunque. E poi un po’ di basilico e di coriandolo. A me questa vita da “piccola contadina” sta iniziando proprio a piacere. E, nonostante all’inizio avessi un po’ di timore di non farcela con questo giardino che è grandino e ancora un anno era in uno stato pietoso, ora mi rendo conto che questo fazzoletto di terra mi sta dando proprio quello di cui avevo bisogno. Quando esco in giardino, infilo in guanti e metto le mani nella terra è come se il tempo si fermasse e tutti i pensieri svaniscono. Non so se succede anche a voi, ma mentre lavoro in giardino non penso assolutamente a nulla. Sono ore di puro relax. Come vedete il giardino sta diventando protagonista in questo blog e vi bombarderò con foto di ogni piantina che cresce, è una minaccia! Il momento più bello è la mattina, quando ancora tutta la strada dorme (credo di essere l’unica a girare per il giardino all’alba), e io mi godo ogni fiore che è sbocciato. Sono molto grata per questi momenti.
Ma torniamo all’insalata: il rabarbaro crudo è una bomba di freschezza e tutta la combinazione di ingredienti è spettacolare. Valeria aveva ragione! Faccio un po’ di fatica a darvi le dosi esatte perché io cucino sempre a occhio. Quindi attenetevi solo alle dosi approssimative e andate un po’ di intuito, combinando gli ingredienti secondo le vostro preferenze. La ricetta orginale che prevede anche la feta la trovate qui. La mia invece è questa:

Ingredienti (dosi approssimative) per 4 persone

  • 100 gr di lenticchie beluga
  • 2 foglie di alloro
  • 1 mazzetto di rucola
  • 5-6 foglie di acetosa
  • 2 gambi sottili di rabarbaro, tagliato a fettine sottili
  • una manciata di foglie di basilico
  • una manciata di foglie di coriandolo fresco
  • 1 vaschetta di fragole
  • circa 8 ravanelli, tagliati a fettine sottili
  • olio d’oliva
  • aceto (io di mango) o succo di limone
  • sale e pepe

Cuocere le lenticchie con le foglie di alloro in acqua non salata. Scolarle quando saranno al dente e lasciarle raffreddare. Lavare la rucola e l’acetosa e tagliarle grossolanamente. Pulire le fragole e tagliarle a metà o a pezzi più piccoli se sono grandi. In una ciotola capiente unire rucola, acetosa, fragole, rabarbaro a fettine, ravanelli a rondelle, basilico e coriandolo, lenticchie. Preparare un condimento emulsionando olio, aceto (preferibilmente di frutta) o succo di limone, sale e pepe. Condire l’insalata e servire immediatamente.

Commenti

4 Responses to “Quando gli ingredienti te li regala il giardino”
  1. Giorgia scrive:

    Un giardino con un piccolo orto è anche il mio sogno. Per ora mi accontento delle aromatiche sul balcone… Mai assaggiato l’acetosa, sai?!? Mi intriga l’abbinamento rucola-lenticchie, mai provato.

  2. jacopo scrive:

    Sono proprio contento !!!
    Prova anche a togliere i guanti: chi se ne frega se la terra sporca. Il contatto delle mani con la terra è una delle sensazioni più belle e rilassanti per me.
    Continua così !!!!!
    Ciaoooo

  3. Valeria scrive:

    sogno un giardino come il tuo – dove andare a prendere gli ingredienti per la mia insalata. sogno, e lo farò ancora per un po’, ma so che prima o poi ne avrò uno :) son contentissima che ti sia piaciuta! x

  4. Gaia scrive:

    Come ti capisco!
    Stamani, prima di andare in ufficio, ho annaffiato l’orto che ho sul balcone (l’aria all’ottavo piano è ‘pulita’ anche in città, spero!!) e mi sono gustata una fragolina sbucata da sotto una foglia…
    E il rabarbaro… incredibile ma vero… ho pure quello, sul balcone. E quest’anno è rigoglioso!!
    baci ;-)

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten