Gnocchi di ricotta dolci alla lavanda

Scritto il 17 giugno 2010 | 40 Commenti

Altra ricetta che la vedi e ti innamori. Scovata su Design Sponge, non mi è più passata di mente. Oggi, tornata di pomeriggio da una piccola trasferta di lavoro, avevo una fame di dolce e mi è sembrato l’orario giusto per una merenda sostanziosa (e cena allo stesso tempo). Ho cambiato un po’ la ricetta secondo i miei gusti e ho aggiunto al condimento delle fettine di pesca. Credo sia stata una buona scelta. Lavanda e pesche (ma anche albicocche) sono un’accoppiata vincente, provata sia nella versione marmellata che nella versione sorbetto. Difficile classificare questo piatto. Per un dessert forse è un po’ sostanzioso, a meno che non vada a concludere un pasto molto leggero. È anche vero che si possono fare delle porzioncine molto più piccole della mia :-)

Ingredienti per 4-6 persone

  • 250 gr di ricotta
  • 180-200 gr di farina (dipende da quanto è bagnata la ricotta)
  • 2 uova piccole
  • la buccia grattugiata di un’arancia non trattata
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 2 cucchiaini di fiori di lavanda essiccati o freschi (non trattati)
  • 2 pesche

Mescolare la ricotta, la farina, le uova, lo zucchero e la buccia d’arancia ed impastare fino ad ottenere la giusta consistenza. A seconda del tipo di ricotta potrebbe essere necessaria una quantità maggiore di farina. Formare dei rotoli del diametro di 2 cm e tagliare gli gnocchi a cui si può dare la classica forma passandoli sul dorso di una forchetta. Lasciare riposare gli gnocchi per ca. 30 minuti.

Portare ad ebollizione l’acqua. Intanto lavare le pesche e tagliarle a fettine. Sciogliere il burro in una padella, aggiungere lo zucchero di canna e i fiori di lavanda e mescolare finché lo zucchero non si sarà sciolto. Aggiungere le pesche e saltarle nel burro per qualche minuto.

Cuocere gli gnocchi per circa 2 minuti finché non salgono in superficie. Scolarli e aggiungerli alle pesche alla lavanda. Servire caldi e guarnire con qualche fiore di lavanda.

Commenti

40 Responses to “Gnocchi di ricotta dolci alla lavanda”
  1. Elvira scrive:

    E infatti, io innamorata sono! Gli gnocchi di ricotta salati gia’ furono una bellissima scoperta, dolci devono essere eccezionali (e poi parliamo di quella pesca, sbaglio o e’ matura e dolce???)

    Sulle merende che diventano cena, ne so qualcosa…. :P

  2. nina scrive:

    che beltà! il lilla è il colore dell’amore ormai :)

  3. Ich weiß garnicht, was besser ist. Die Fotos oder das Essen. Komplimenti!

  4. SiLviA scrive:

    che ricetta strana: non riesco proprio ad immaginarne il sapore… e che intenso il colore della tua lavanda! Grazie per la segnalazione di “Design Sponge”, non lo conoscevo!! A presto!
    Silvia

  5. UnaZebrApois scrive:

    che bontà!!!L’accoppiata pesche/albicocche e lavanda la voglio provare!!!Per ora mi sono limitata alla soddisfacentissima limone-lavanda…

    Questi gnocchi potrei mangiarli anche come primo piatto :D

  6. Milena scrive:

    Intrigante: è il genere di pranzi/merende/cene che adoro: certo dovrò industriarmi per sostituire la lavanda …. ahimè!

  7. Serena scrive:

    Macchè “porzioncine piu’ piccole”!!!! Crepi l’avarizia e via libera all’abbuffata selvaggia….un piatto inconsueto ma accattivante e le foto fanno venir voglia di tuffarsi subito in questa delizia!!!

  8. genny scrive:

    pesche e salato ci stan benissimo.con la lavanda non ho proprio mai provato.ma 2 domande
    1.che lavanda è??nn somiglia alla mia…
    2.ma perchè tu che teoricamente stai in germania dove teoricamente fa più freddo, hai già una lavanda con splendidi fiori, e io (o meglio il cespuglio dove io rubo la lavanda, di proprietà sconosciuta:D) non ha su nemmeno una “spighetta?

  9. Linda scrive:

    che bella ricetta! e ne trovi sempre di così ispiranti… ma come fai?!?
    comunque mi segnerò l’abbinamento lavanda – pesche/albicocche, mi ispira molto l’idea della marmellata :-) Ma mi sa che mi tocca aspettare l’anno prossimo: non so perché ma mia nonna era infastidita dalla lavanda in giardino e l’ha fatta sparire :-(

  10. anirac scrive:

    sembla bonissimo….è una bella idea…sicome da me non si trova ricotta ma sí si trova “mató” e penso che sia quasi la stessa cosa, questa ricetta la farò sicuro!!! complimenti per i blog!!

  11. Glu.fri scrive:

    Bellissimi, o meglio buonissimi. Li puoi trasformare in GF con la maizena…
    Besos

  12. Casca a fagiolo scrive:

    Oh mammina! Che meraviglia! Io adoro il sapore della lavanda nei dolci, proverò sicuramente! Grazie per la ricetta :)

  13. Die Fotos sind ja wieder ein Traum! Und süße Gnocchi hab ich noch nie gegessen – deine Kombination klingt aber absolut verlockend. Für den Österreicher wäre die Einordnung sicher kein Problem, das ist ja eine klassische Mehlspeise :-)

  14. artemisia scrive:

    ho un momento di lavandofilia.

  15. mein Ideentopf scrive:

    Gnocchi mit Ricotta habe ich schon lange nicht mehr gemacht. Und bis jetzt auch immer nur mit vielen frischen Kräutern, aber diese Version gefällt mir auch sehr gut. Tolle Fotos, wie immer LG Siglinde

  16. Toni scrive:

    Ich bin ja nicht so die Süßschnauze. Aber das Lavendelfoto ist einfach nur toll!!!

  17. sabri scrive:

    Ma ci credo che non ti è più uscita di mente, ispira tantissimo anche a me. Sono abituata agli gnocchi dolci, qui a Trieste si fanno i Marillenknodel, ma così con la ricotta e il profumo di lavanda, mi sembrano una delizia. Notte

  18. astrofiammante scrive:

    con la ricotta mi mangerai primo secondo e dessert senza batter ciglio ;-))

  19. Eva scrive:

    Alex, das Lavendelfoto ist traumhaft! Wie machst du das nur mit dem vrschwommenen (grünen) Hintergrund?

  20. lamiacucina scrive:

    Lavendel passt auch sehr gut zu Äpfeln, aber die Kombi mit Pfirsichen gefällt mir trotzdem besser.

  21. Suse scrive:

    Ab und zu darf es auch mal ein süßes Hauptgericht sein, dafür sind deine Gnocchi optimal.
    Die Fotos sind in der Tat einmalig schön.

  22. Diletta scrive:

    Alex, che foto da sballo!!!!!!!
    e la ricetta non da meno…io la vedrei bene proprio per una cena leggera in cui questo e’ il piatto forte.

    Un sorriso profumato,
    D.

  23. Chiara scrive:

    Che piatto delizioso! Settimana scorsa ho preparato degli gnocchi alla ricotta con pesto di salvia e mi era piaciuta particolarmente la consistenza, diversa da quelli di patata, e il gusto “di latte” conferito dalla ricotta nell’impasto, immagino che in versione dolce siano davvero deliziosi!
    Un bacio
    Chiara

  24. Mestolo scrive:

    Mit Lavendel koche ich auch sehr gerne, tolles Rezept.

  25. Onde99 scrive:

    Alex, che meraviglia! Sull’accostamento pesche (o albicocche) + lavanda concordo in pieno, l’ho sperimentato spesso con grande soddisfazione… ma questi gnocchi sono una poesia!

  26. Gloria scrive:

    Qualche giorno fa ho sperimentato per la prima volta l’abbinamento pesche e lavanda: colpo di fulmine! Questa è una preparazione che ti copierò, approfittando del mio periodo “lavanda” ;)

  27. Saretta scrive:

    Hanno già detto tutto le altre, sei proprio al regina dei fiori!

  28. silvia scrive:

    ho letto ad alta voce la ricetta in ufficio e moni ha esordti con: uhuuu…è strana forte! non so se parlasse della ricetta :-) mi hai fatto venire voglia di gnocchi di ricotta. la lavanda si coglie il 24…e si fan pozioni d’ammore…

  29. Paolo scrive:

    ottimo abbianmento
    complimenti!

  30. Ricotta ist im Kuehlschrank und Lavendel in der Pantry. Hoert sich koestlich an. Thanks for sharing!

  31. susina scrive:

    abbinamento curiosissimo!!!! io ho della lavanda inglese sul balcone, ma non è bella come la tua, dici che potrei azzardare lostesso???

  32. Anna scrive:

    Quando passo da te resto sempre folgorate dalle foto, non mi stancherò mai di dirtelo, favolose e poi dalle ricette assolutamente originali. E’ sempre un piacere sedersi a tavola con te!!!

  33. Magdi scrive:

    Mein Garten geht über von Lavendel. Unserem Fleischwurm werd ich halt ein Schnitzel braten, wenn wir dieses leckere Gericht essen.

  34. Alex scrive:

    *Elvira, matura matura e anche dolce

    *Nina, sei stata tu a contagiarmi col viola, un colore che prima neanche consideravo

    *Freundin des guten Geschmacks, vielen Dank!

    *Silvia, hai mai mangiato i canederli di quark? Ricordano un po’ quelli. Design Spogne è grande fonte di ispirazione, lo adoro

    *Una zebra a pois, provalo, è davvero da sballo. Io invece devo provare l’abbinamento con il limone che ancora non conosco

    *Milena, una piantina di lavanda ci vuole sempre! Anche solo per annusarla ogni tanto

    *Serena, in effetti avrei potuto mangiarne anche un altro piatto

    *Genny, è la lavanda classica credo, è già fiorita, forse è per questo che sembra diversa. Tu che tipo hai? Questa piantina l’ho comprata all’ultimo mercatino e aveva già molti fiori. L’altra che ho sul balcone sta fiorendo pian pianino. Ma tutte le aiuole in città sono già di un viola intenso. Ehh, la tanta pioggia le fa comunque bene :-)

    *Linda, puoi usare anche i fiori essiccati, l’importante é che siano quelli ad uso alimentare :-)

    *Anirac, con conosco il matò, ma se dici che è simile vai tranquilla

    *Glufri, con la maizena potrebbero venire anche più vellutati, o sbaglio?

    *Casca a fagiolo, hai mai provato la lavanda nei piatti salati?

    *Petra, stimmt! Und ein bisschen erinnern sie ja an “schnelle” Marillenknödel

    *Artemisia, ti capisco!

    *Siglinde, Ricottagnocchi sind immer eine praktische Variante, wenn es schnell gehen muss. Und für eine süsse Zubereitung eher geeignet, als die normalen Gnocchi

    *Toni, ich bin auch ganz stolz auf mein Lavendelpflänzchen … hat sich gut gemausert

    *Sabri, è vero, sono simili, solo in versione ultrarapida. Certo che i Marillenknödel sono da sballo. Saranno 20 anni che non li mangio

    *Astrofiammante, basta triplicare le dosi e puoi farne un menù completo ;-)

    *Eva, danke! Ist auf meinem Balkon entstanden. Diesen verschwommenen Hintergrund erreicht man durch eine geringe Blendenzahl.

    *La mia cucina, mit Apfel muss ich Lavendel noch ausprobieren, danke für den Tipp

    *Suse, oder ein ganz leichtes Hauptgericht, dafür dann Gnocchi als Dessert

    *Diletta, ora che scrivo potrei mangiarmeli anche a colazione

    *Chiara, amo molto gli gnocchi alla ricotta, soprattutto per la velocità della preparazione. Ma la consistenza e questo sapore di latte si prestano particolarmente per una versione dolce

    *Mestolo, ich auch, habe schon Risotto oder Huhn damit gekocht. Kann nicht genug davon kriegen, allerdings mögen nicht alle den Geschmack

    *Onde99, vero che è buono?

    *Gloria, se guardi nel TagCloud trovi altre ricette con la lavanda, anche salate

    *Saretta, ahahaha, solo all’apparenza. Dillo alle mie orchidee che schiattano tutte dopo aver messo piede (radice) in casa mia

    *Silvia, no, questa me la devi spiegare? Io il 24 allora girerò per la città per cogliere mazzi di lavanda

    *Paolo, grazie! Non so perchè ma i tuoi commenti vanno a finire sempre nello spam. Se non li vedi apparire subito è perchè non sono ancora approvati

    *My Kitchen in the Pantry, dann steht ja nichts mehr im Wege

    *Susina, sinceramente non so bene se ci sia una grande differenza, non credo. Azzarda, azzarda :-)

    *Anna, grazie cara, sarebbe bello sedersi davvero insieme a tavola un giorno.

  35. Alex scrive:

    *Magdi, der Fleischwurm kann es ja dann noch als Dessert geniessen :-)

  36. Ago scrive:

    Questa ricetta mi sa proprio di buono e penso che non sia nemmeno pesante! Bellissima la tua lavanda, è una pianta che adoro!
    Bacioni
    Ago

  37. Anne scrive:

    Wenn meine Mitesser doch nur süße Hauptgerichte akzeptieren würden! Aber mit diesem Traum könnte ich die Überzeugungsarbeit nochmal versuchen :)

  38. Kafcia scrive:

    Cara Alex.
    Ogni volta quando riesco a passare di qui per me è un enorme piacere. Un perfetto miscuglio tra il piacere e la professionalità. Come sempre le ricetta orginale e proprio invitante. Bravissima. Ti auguro un buon weekend :-). Justyna

  39. sarah scrive:

    Mamma mia Alex cosa mi stavo perdendo!
    Anch’io in questi giorni ho usato la lavanda, abbinata alle albicocche. Devo dire che mi ha piacevolmente colpita: se usata con moderazione è veramente piacevolissima.
    Belli belli belli!

  40. vale'n'tina scrive:

    Che combinazione, giusto qualche settimana fa ho buttato un pò di lavanda in un risotto!
    Ora mi tocca provare gli gnocchi!

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten