Il Chianti

Scritto il 21 settembre 2010 | 67 Commenti

Eccomi quindi di ritorno da tre settimane di vacanze rigeneranti che mi hanno regalato riposo, giornate soleggiate con un clima eccezionale, panorami mozzafiato, buon cibo ed begli incontri. Il viaggio è iniziato in Toscana dove mia madre ed io siamo state ospiti di cari amici di Reggello. Da lì ci siamo spostate ogni giorno per raggiungere mete diverse, di cui ovviamente vi racconterò dettagliatamente. La Toscana mi ha riconquistata, giorno per giorno. Stavolta un pezzetto di cuore l’ho lasciato lungo la Strada del Chianti, con i suoi paesini, i vigneti, gli uliveti, i mercati, i capperi, i fiori, i cipressi.

Da Reggello siamo partite presto, di sabato, per andare al mercato di Greve che si svolge una volta alla settimana in Piazza Matteotti. Un mercato vivace, ricco di profumi – dalle erbe aromatiche alla porchetta croccante. A soli due chilometri da Greve abbiamo visitato uno splendido borgo arroccato su un colle, il romantico Montefioralle. Peccato che non fosse il periodo di Carnevale in cui si svolge la Sagra delle frittelle :-). Ma culinariamente ci siamo rifatte a Panzano: nell’Antica Macelleria Cecchini siamo stati accolte a suon di musica classica da chi lavora con profonda passione. Dopo un giro del paese ci siamo fermate a pranzo nell’Enoteca Baldi in Piazza Bucciarelli. Ambiente accogliente, grande scelta di vini e pochi ma ottimi piatti. Qui ho mangiato la miglior bruschetta (vi assicuro che ne ho mangiate anche di pessime altrove). Dopo Panzano ci siamo dirette verso Radda, fermandoci spesso lungo la strada per fotografare il paesaggio che ti lascia senza fiato dopo ogni curva. A nord di Radda un piccolo gioiellino: Volpaia. E mia madre che per l’ennesima volta diceva: questo è il posto più bello che abbiamo visto (lo ha poi detto a San Gimignano, ad Arezzo, a Monteriggioni … insomma, ovunque siamo andate). Ma ammetto che Volpaia è rimasta anche nel mio cuore.

Questo è solo l’inizio di una lunga serie di post toscani e vacanzieri. I fornelli restano spenti causa buoni propositi. Ma non mancheranno comunque alcune ricettine fatte in Italia. Ora sono contenta di ricominciare. Bentrovati tutti.

P. S. Puntando il mouse sulle foto potrete vedere dove sono state scattate.

Commenti

67 Responses to “Il Chianti”
  1. Milena scrive:

    Che meraviglia Alex! Quelle piante di capperi sono così fotogeniche da farmi allungare la mano per coglierli o accarezzarne le foglie carnose ….
    Ben tornata :D

  2. pinguil scrive:

    sorry… il link al mio sito nel post precedente è errato !!

  3. Stefania scrive:

    Di recente mi è capitato di andare, purtroppo solo per un giorno, non lontano da questi magnifici posti e di rimanerne folgorata, tanto da non riuscire ancora a reprimere l’impulso di mollare tutto e cambiare vita!
    Grazie per le splendide foto! Vado a fare la valigia :-))

  4. angie scrive:

    Sempre impeccabile!Il Chianti sotto la tua macchina fotografica acquista un fascino maggiore di quello che ha già! Brava Alex.

  5. jacopo scrive:

    Adesso mi dici come faccio io a non salire in macchina di corsa e scappare a fare un tour toscano ? :-D

    P.s.: ma trovi sempre una luce perfetta ? Te pòssino !!!! :-)

    P.p.s.: sono perfettamente d’accordo con tua mamma (ogni posto è il più bello), ma anche con te: Volpaia è un incanto !

  6. Ancutza scrive:

    Che posti meravigliosi! Non vedo l’ora di vedere tutte le foto dei tuoi viaggi. Già, i fornelli, neach’io non trovo più il tempo di dedicarmi ai miei dolci, settembre è un mese troppo bello per non approfittarne per viaggiare…anche solo delle gite fuori porta.

  7. Fico&uva scrive:

    La toscana …una regione splendida, vista con il tuo obbiettivo é incantevole Alex!

  8. Lisa scrive:

    Bellissime foto…belle anche quelle di cecchini….sono stata a mangiare nel suo ristorante….mi hai rimandato a un bel ricordo….Complimenti….foto fantastiche…

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Prossimi eventi

    • Fiere e mostre di giardinaggio in tutta Italia QUI

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten