Tortini di lamponi e sciroppo di rose

Scritto il 24 giugno 2010 | 56 Commenti

Oggi vi segnalo un altro bellissimo libro di ricette comprato di recente nella Giornata delle Rose. Credo sia uno dei più belli mai visti, coglie il mio gusto al 100%. Non esiste ancora in italiano, ma solo in versione francese (e tedesca). Si tratta di 130 ricette a base di frutta, dolci e salate. A parte le fotografie davvero meravigliose, mi è piaciuta particolarmente la suddivisione nei vari tipi di frutta. E non ne viene tralasciato neanche uno. Visto che siamo in piena stagione di frutti di bosco e il mio frigo ne è sempre pieno ultimamente, ho scelto come prima ricetta del libro questi tortini di yogurt e lamponi che ho leggermente modificato sostituendo un quarto dello zucchero con dello sciroppo di rose, comprato anch’esso nella stessa occasione. Volendo potete anche diminuire la dose di zucchero e aumentare quella di sciroppo di rose, dipende dall’intensità che volete ottenere. Non vi serve alcuna bilancia, il vasetto dello yogurt fa da misurino per tutti gli altri ingredienti. Il risultato sono dei tortini (io ho fatto quelli in foto, ma anche dei muffins) soffici e profumati che si mantengono anche due o tre giorni.

Ingredienti per circa 8 muffin

  • 120 gr di lamponi freschi
  • 1 vasetto di yogurt naturale (150 gr)
  • 125 gr di burro
  • 2 vasetti di farina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 vasetto di farina di mandorle
  • 3/4 vasetto di zucchero
  • 2 cucchiai di sciroppo di rose
  • 1 pizzico di sale
  • 3 uova
  • 1 manciata di pistacchi

Lavare i lamponi e metterli ad asciugare. Versare lo yogurt in una ciotola capiente e sciacquare il vasetto che servirà come misurino per gli altri ingredienti. Sciogliere il burro e farlo leggermente raffreddare. Mischiare la farina ed il lievito ed unirli allo yogurt. Aggiungere la farina di mandorle, lo zucchero lo sciroppo di rose, il sale e le uova. Mescolare il tutto e unire infinte il burro fuso. Alla fine incorporare i pistacchi e i lamponi, senza girare eccessivamente. Distribuire il composto negli stampi inburrati e cuocere nel forno preriscaldato a 180 °C per circa 15 minuti finchè i tortini non avranno un colore dorato. Togliere dagli stampi e far raffreddare.

Ricetta leggermente modificata tratta da: Petit Larousse des recettes du verger, Valérie Lhomme (nella versione tedesca)

Commenti

56 Responses to “Tortini di lamponi e sciroppo di rose”
  1. Ilaria ha detto:

    Spettacolari…sono senza parole……

  2. nina ha detto:

    mi mancano lamponi e pistacchi, o li farei tout de suite! per il compleanno di mamma di domani, vada per una torta di ciliegie! Un abbraccio profumato a te

  3. Che finezza… è un po’ che sbircio ne tuo blog, ma non avevo ancora lasciato un commento. Questi tortini sono in perfetto accordo con l’imagine che dai di loro. Anche la foto sul titolo è splendida. A presto :)

  4. Alice ha detto:

    Davvero bellissimi. Complimenti, le rose donano quell’atmosfera decadente che tu sei riuscita a rappresentare benissimo. Io le roselline come quelle che hai in foto le uso per decorare il ghiaccio, è decisamente originale ed è un successo assicurato!

  5. MMM ha detto:

    deliziosi.. e foto stupende come sempre!
    join us on
    http://www.modemuffins.blogspot.com

  6. Eva ha detto:

    Ich habe das Gefühl, dass ich mir endlich auch mal wieder ein Koch- und/oder Backbuch leisten sollte! :-)

    Danke daher für die Buchtipps.

  7. Maite_i calicanti ha detto:

    merveille! tutto ma proprio tutto, e in più adoro rose e lamponi, merci Alex!

  8. Carolina ha detto:

    Che meraviglia!
    Sono davvero bellissimi, complimenti Alex.
    Per me cadono a pennello, dato che ero proprio in cerca di ricette che abbinassero lamponi e sciroppo di rose… :) Che dire… Grazie mille!
    Buona serata.

  9. Alex ha detto:

    *Ilaria, provali poi magari mi saprai dire qualcosa :-)

    *Nina, credo che userò le dosi dell’impasto anche con altri tipi di frutta. Sofficissimi. Auguri alla mamma

    *Parentesiculinaria, benvenuta! E pensare che quelle roselline dell’header ancora non so per cosa usarle

    *Alice, buona idea quella della decorazione del ghiaccio. Le avevo prese per cucinarci, ma poi non le ho ma usate, se non nelle foto

    *MMM, grazie! Passerò a visitarvi

    *Eva, das Buch ist wirklich klasse. Schlicht, schön, gute Rezepte. Was will man mehr?!

    *Maite, come li vedrei bene sotto ad una delle vostre meravigliose campane di vetro. Il libro ti piacerebbe, ne sono certa

    *Carolina, allora devi provarli ;-)

  10. Diletta ha detto:

    Io ho quel libro proprio grazie a te! Anche quello dell’orto e’ fantastico!

    Un sorriso bello,
    D.

  11. genny ha detto:

    i dolcini sono belli..@a va sans dire…ma le rose …quanto sono meravigliose?:D

  12. Pippi ha detto:

    sono davvero deliziosiiiiiiii!! :-)
    e le tue foto? ne vogliamo parlare??? io mi incanto!

  13. Alex ha detto:

    *Diletta, bello vero? Quasi quasi cerco anche quello con le verdure, anche se non è ancora stato tradotto in tedesco. Le foto sono altrettanto belle?

    *Genny, era un fioraio alla Giornata delle Rose, aveva delle rose spettacolari

    *Pippi, grazie bella!

  14. Elvira ha detto:

    per sfruttare questa ricetta e recuperare un po’ degli yogurt in scadenza potrei fare una cosa che non faccio da anni, e cioè usare lo yogurt alla frutta in un dolce :)
    Adoro quelle roselline :)

  15. Oxana ha detto:

    Adoro le rose!!!! A Berlino ho preso il tè alle rose ma altre cose non avevano;( Dici che tutto di rosa ( marmellate, sciroppo ecc. ) si trovano più al Sud di Germania o no?

  16. MarinaV ha detto:

    Mmmm, ci hanno l’aria di essere tanto buoni! È un periodo che mi sto trattenendo parecchio a non cucinare dolci, mi prudono le mani e tu mi metti queste cose qui per cui ho praticamente tutto (o sostituzioni che mi paiono molto valide) in casa? Aiutoooooo! :)

  17. Christina ha detto:

    *Entzückung*! Und ich finde es übrigens klasse, dass du so tolle Kochbuchtipps verteilst! Ich schaue zwar viel rum, auch auf dem englischen und französischen Markt (für italienische Bücher habe ich leider wirklich zu wenig Sprachkenntnise), aber das ein oder andere Schmankerl entgeht einem dann doch manchmal.

  18. il ramaiolo ha detto:

    Sono davvero invitanti!!! Le foto super!!! Complimenti!! Ciao

  19. roberta cobrizo ha detto:

    l’animo romantico e retrò di alex! ;-)

  20. Serena ha detto:

    Che foto deliziosa e romantica! Ma allora sei anche tu una donna di altri tempi come me……..anche se, di fronte a cotante delizie, farei fatica a tener fede al bon ton e cederei immediatamente all’arrembaggio selvaggio!! Bravissima davvero!!

  21. Edda ha detto:

    Questa volta il libro ce l’ho, non mi devo lasciar tentare ;-). Lo adoro: è fresco, semplice, naturale…
    Queste tue foto pero’ sono ancora più belle, raccontano una favola. Un abbraccio

  22. Edda ha detto:

    Dimenticavo, anche quello sulle verdure è imperdibile (stesso stile e stessa fotografa-autrice) pieno d’idee!

  23. Alex ha detto:

    *Elvira, ottima idea!

    *Oxana, ai vari mercatini dove vado vedo sempre dei banchi che vendono solo prodotti a base di rose, dallo sciroppo al tè, dal sale aromatizzato alle marmellate, dall’aceto all’acqua di rose. Si trovano però anche in rete, magari anche in Italia.

    *Marina, confermo, son buoni :-) Anche io dovrei trattenermi, invece è di nuovo un periodo in cui ho bisogno di cucinare, impastare, mangiare, fare, fotografare. Unico neo: mangio troppo :-(

    *Christina, ich bin auch immer dankbar für gute Buchtipps. Dieses habe ich auf dem Rosenmarkt entdeckt und war sofort so begeistert, dass ich dieses und das andere Buch auf einmal gekauft habe – und ein anderes hatte ich gerade bei Amazon bestellt. Irgendwie kann ich mich bei Büchern nicht zurückhalten. Dabei koche ich ganz selten genau nach Rezept :-)

    *Ramaiolo, thanks :-)

    *Cobrizo, sempre!

    *Serena, già, mi vedo volentieri come dama inglese in un bel cottage con giardino a sorseggiare tè e gustarmi dolcini appena sfornati :-)

    *Edda, magari scrivo alla casa editrice tedesca per sapere se uscirà anche quello delle verdure, altrimenti lo prendo in francese (anche se il mio francese si sta sempre più arruginendo). Adoro le foto semplici ma vivide e colorate del libro. E la luce, che luce!

  24. terry ha detto:

    Stupendi!!! nel gusto che posso immaginare e nella tu apresentazione che è come sempre impeccabile! io avevo abbianato lamponi e rose in un tiramisù
    http://crumpetsandco.wordpress.com/2010/04/08/tiramisu-ai-lamponi-e-cioccolato-bianco-profumato-alla-rosa-2/
    ma vorrei riprovarlo con questa tua idea da forno!!!

  25. Ursula ha detto:

    Danke Alex für den Buchtipp. Das Cover erinnerte mich an einen Buchkauf letzes Jahr in Frankreich, und siehe da, ich besitze das gleiche Buch in französisch!
    Ich hatte es total vergessen.
    Deine Fotos gefallen mir allerdings besser als die im Buch. Ich werde das Rezept mal nachmachen, habe allerdings die pralines roses im Keller, die dann zum Einsatz kommen!
    Wo hast du denn die Rosen gekauft, die in den kleinen Kuchen sind, oder hast du sie selbst getrocknet?

  26. lamiacucina ha detto:

    eine richtige Orgie in Altrosa.

  27. Onde99 ha detto:

    Lamponi e rose è quasi commovente, sai? Sa di tipical english garden e di libri di Beatrix Potter, anche se le tue foto sono sempre di gran lunga più sognanti delle sue illustrazioni!

  28. babs ha detto:

    ciao alex!
    li avevo sbirciati ieri ma senza il tempo tecnico per scriverti…. sono proprio ad altissimo gradimento e, grazie al cielo, a casa ho tutti gli ingredienti.
    ti copio, ti incollo, ti salto e appena rientro a milano provvedo :-)

    nel frattempo…. è uscito il primo numero! se ti capita di passare da me trovi la news, che per altro ti avevo già anticipato :-)

    grazie alex per il costante incoraggiamento!
    un bacione

  29. Toni ha detto:

    Sehr hübsch die Küchlein, und bestimmt schmecken die auch sehr fein. Ich freu mich schon auf die Waldhimbeersaison! Der Buchtipp klingt gut, das muss ich mir mal anschauen.

  30. Gloria ha detto:

    Alex, le foto sono davvero pura poesia! e la ricetta è da provare, aspettando quel libro in italiano magari..

  31. miciapallina ha detto:

    MA che belli Alex…. e sanno di buono buono serio….
    Anche se alla GAtteria l’uso del burro è bandito per un po… quindi dovrò aspettare per riprodurli chez nous….
    Però io ho l’acqua di rose, non lo sciroppo, e deduco che sono due cose differenti.
    Quindi dovrò procurarmi anche lo sciroppo!
    E che stress. Non puoi capire cosa ho dovuto fare per trovare l’acqua, alla fine, negozio etnico e via.
    Cercherò li. Forse….
    Invece il libro è entrato in questo istante nei miei sogni più intensi!
    E poi è in francese, come tanti altri che ho.
    Il mese prossimo… forse il mese prossimo ce la faccio!
    Ti voglio bene, ti abbraccio, golosamente miciapallina (che non riesce a leggere le repliche ai commenti!)

  32. Reb ha detto:

    Con questa ci faccio una commistione, visto che già avevo in mente, per la cena di mercoledì sera, di preparare il tuo rotolo ricotta, fragole e basilico…ci aggiungerò anche l’acqua e le rose! Braverrima Alex.

  33. Jutta Lorbeerkrone ha detto:

    Come sempre un’incanto. Ho già capito che devo avere anch’io quel libro AD OGNI COSTO :-)

  34. lagaiaceliaca ha detto:

    bellissime le foto, e anche i tortini!

    e poi sembrano anche facilmente realizzabili… un pregio enorme!

    non vedo spesso dolci sul tuo blog, ma quando ci sono valgono la pena…

  35. Ago ha detto:

    Ah eccola la ricetta!
    Ti ho già scritto di là…adesso vorrei proprio provarli.. :-)

  36. Ago ha detto:

    mi stavo dimenticando…è in lavorazione il post con i tuoi scones ai mirtilli…^_^

  37. Magdi ha detto:

    Was ist Rosen-Sirup? Die Küchlein sehen einladend aus und ich möchte sie natürlich nachbacken. Ich habe Rosenwasser, würde das auch gehen?

  38. Saretta ha detto:

    A sto punto, completamente ipnotizzata da quelle rose magnifiche e da quei dolcinid a favola..devo fare un’incursione nel negozio qui vicino che vende solo rose e derivati!!!

  39. una poesia! adoro i frutti di bosco e quelle roselline sono tenerissime. Ammiro sempre le tue foto! Ciao

  40. sara b ha detto:

    sono ammaliata. dalle foto e da ciò che producono i tuoi fornelli :D

  41. UnaZebrApois ha detto:

    così delicati e femminili…DAVVERO DELIZIOSI!

  42. castagna ha detto:

    grazie x la dritta sul libro…tra l’altro ho visto che ne ha scritto anche uno solo sulle verdure…però che bella idea…esplorare 35 diversi frutti, se poi dici che le foto sono meravigliose mi devo fidare…detto da te!

  43. giulia ha detto:

    Foto… MERAVIGLIOSE!!!! Alex mamma mia quanto sei brava!!!!
    La ricetta sembra fantastica, ma non potrò provarla, ho iniziato una dieta dove se mi concedo un dolcino poi devo realmente rinunciare a pasta e verdure… Proprio non si può!!!!

    Un bacione e buon week end!!!! giulia

  44. Elvira ha detto:

    ed ho comprato anche i lamponiiiiiiiii

  45. alexandra ha detto:

    che delicatezza di colori!!! pura poesia…

  46. Alex ha detto:

    *Terry, che delizia anche un bel tiramisù dai sapori romantici

    *Ursula, dann wird es seit, das Buch wieder rauszuholen :-) Die Rosen haben ich in Stuttgart in der Markthalle gekauft, allerdings müsste man sie in gut sortierten Gewürzläden finden

    *La mia cucina, ja, hier herrscht heute Prinzessinnenstimmung :-)

    *Elga, ;-)

    *Onde, sono in una fase molto english!!

    *Babs, ancora complimenti

    *Toni, Waldhimbeeren habe ich noch nie gekostet, die müssen noch besser sein!

    *Gloria, sono certa che se lo traducessero in italiano avrebbe un gran successo

    *Micia, anche io dovrei bandire da qui un bel po’ di cose. Che fatica, sono stanca. Puoi comunque usare lo stesso l’acqua di rose per aromatizzare i lamponi e poi aumentare di poco la dose di zucchero.
    Mi spiace, sul blog non c’è la funzione di notifica commenti :-(

    *Reb, bella combinazione!

    *Jutta, il libro è davvero un incanto, ora devo cercare di procurarmi quello con le verdure

    *Gaia, sembra che non ci siano dolci, se però si va a vedere nell’indice sono tantissimi :-)) Ma dovrei mangiarne meno :-)

    *Ago, ho già intravisto i tuoi scones, belli!

    *Magdi, es ist ein Sirup aus Zucker, Wasser und Rosenblättern. Schmeckt sehr intensiv und passt gut zu Obst, Süßspeisen aber auch zu Sekt

    *Saretta, quali altre delizie vendono?

    *Francesca, ti ringrazio

    *Sara, grazie, non posso che ricambiare

    *Zebra a pois, e pensare che nella vita non sono così “femminuccia romantica”

    *Gallinavecchia, delle rose profumate per farti riprendere i sensi :-)

    *Castagna, devo avere anche l’altro libro!

    *Giulia, quasi quasi ti faccio compagnia

    *Elvira, ahahaha

    *Alexandra, qui nella zona ora è un mare di rose, è davvero bello da vedere.

  47. Nicol ha detto:

    Che eleganza….complimenti, le rose hanno sempre quel non so che di signorile che non passa mai di moda. Buon weekend!

  48. Arthurs Tochter ha detto:

    Die sind ja geradezu enzückend!
    Wie machst Du das bloß immer?

Lascia una risposta

  • Un post a caso

  • Archivio

  • Le mie foto su

  • Foodblog tedeschi

    Köstlich & Konsorten