Römische Reistomaten = Sommer

Geschrieben am 25 Juli 2010 | 51 Kommentare

Jutta Lorbeerkrone hat ihre römischen Reistomaten diese Woche gepostet und da konnte ich nicht widerstehen, ich musste sie sofort nachkochen. Denn Reistomaten und Sommer gehen Hand in Hand. Es gibt keinen Sommer ohne meine Reistomaten, natürlich auf Kartoffelbett, wie es sich in Rom gehört. Es ist unglaublich, wieviele Kindheitserinnerungen Jutta immer wieder mit ihren Rezepten bei mir weckt. Es ist einfach die Küche meiner Kindheit und Jugend und ich freue mich immer wieder, wenn ich alte und neue Rezepte bei ihr entdecke.

Ich mache die Tomaten nur geringfügig anders. Ich püriere das Fruchtfleisch der Tomaten und gebe noch eine extra Tomate hinzu, damit es schön flüssig wird und sich der Reis mit Flüssigkeit vollsaugen kann. Ideal ist es, den Reis im Tomatensugo eine Nacht ziehen zu lassen, es geht aber auch ohne. Das was an Tomaten-Reis- Sugo übrigbleibt, verteile ich auf die Kartoffeln. Es ergibt eine wunderbare Kruste. Ich mag die Tomaten am liebsten am zweiten Tag, auch kalt. Es ist ein wunderbares Picknick-Rezept oder auch gut als Mittagsessen im Büro. Na denn, guten Sommer :-)
P.S. Heute Minimal-Style, keine Angst, dem Layout ist nichts passiert. Mir war heute nur nach all in white :-)

Zutaten für 2 hungrige Mäuler

  • 4 große Tomaten und 1 mittlegrosse
  • 4 große Kartoffeln
  • 8 EL Risottoreis
  • 1 Knoblauchzehe
  • 1 Handvoll Basilikumblätter
  • Salz und Pfeffer
  • Olivenöl

Die Kartoffeln schälen, in Spalten schneiden und in eine große Auflaufform geben. Mit Salz und Olivenöl würzen.

Die Tomaten waschen und von den großen Tomaten den Deckel abschneiden und beiseite legen. Die Tomaten aushöhlen und das Fleisch auffangen. Die mittelgroße Tomate schälen, kleinschneiden und dazugeben. Knoblauchzehe, Basilikum, Salz und Pfeffer sowie Öl hinzugeben und alles sehr fein pürieren. Den Reis in den Tomatensugo geben und am besten eine Nacht im Kühlschrank ziehen lassen (die Tomaten kopfüber im Kühlschrank aufbewahren). Man kann aber auch sofort fortfahren und die Tomaten mit dem Reissugo füllen. Es wird etwas übrigbleiben, das man auf die Kartoffeln verteilen kann. Es wird eine leckere Kruste ergeben. Den Deckel wieder auf die Tomaten legen, die Tomaten auf die Kartoffeln verteilen und im vorgeheizten Ofen bei 180°C ca. 1 Stunde garen, bis der Reis weich ist. Warm oder kalt servieren. Am besten schmecken sie am zweiten Tag.

Kommentare

51 Responses to “Römische Reistomaten = Sommer”
  1. ornella sagt:

    Alex,sono fantastici!!!!! Con le patate non li ho mai fatti, ci proverò sicuramente. Grazie a te ed alla nonna!!!!!
    Buona domenica,
    Ornella
    p.s.:hai ragione, certe ricette non si possono modificare! ;))

  2. sarah sagt:

    I pomodori ripieni di riso sono uno di quei piatti che preparo sempre in estate al fidanzato romano, soprattutto quando voglio fargli passare quella “nostalgia canaglia” che, ciclicamente, lo colpisce.
    Buonissima domenica in Francia Alex :)

  3. cricri sagt:

    ne parlavamo ieri a pranzo con le due Valentine (cuoca pasticciona + cuoca in punta di piedi), Azabel e Konstantina… telepatia? Buona giornata francese!

  4. Carolina sagt:

    Ci credi se ti dico che li ho mangiati oggi a pranzo?! Proprio così, con le patate…
    Sono una specialità della mia mamma e, per me, fanno tanto estate…
    Buon pomeriggio!

  5. Anche le patate ti sono venute in modo fantastico! Buona domenica…sera! :-)

  6. Glu.fri sagt:

    Sai che ..mica aspetto l’etate, li faccio giá.
    Piccola digressione qui le patate sono buonissime e ci sono delle piccole patate andine che mi sembra ci stanno proprio bene …..

  7. Mafaldina sagt:

    Pomodori bellissimi! Fanno venire fame!

  8. comidademama sagt:

    Non vedo l’ora di avere i pomodori di mio zio dell’orto sotto tiro! Faremo di sicuro questo piatto

  9. Du begeisterst mich immer wieder mit deinen Fotos, aber auch das Rezept klingt sehr verlockend. LG Siglinde

  10. Ursula sagt:

    Die römischen Reistomaten kenne ich nicht, aber so lecker wie die ausschauen, werde ich sie mal nachkochen!

  11. lamiacucina sagt:

    ein herrliches Gericht, schon seit Jahren nicht mehr gehabt. Muss ich dringend nachkochen.

  12. Martina sagt:

    Anche io li faccio così, ma senza le patate…Or aè un bel po’ che non li faccio più…Quasi quasi domani li faccio! MI hai fatto venire voglia

  13. Aiuolik sagt:

    Evviva sono contenta di averti dato ispirazione! E visto che questa è la ricetta di tua nonna, magari li provo pure così, tanto l’estate è ancora lunga (l’unico problema è accendere il forno!).

    Ciaooo!

  14. susina sagt:

    non esiste estate senza pomodori ripieni di riso, io li adoro alla follia, me li son portati perfino al lavoro nella schiscetta l’altra settimana e per 20 minuti mi sono sentita veramente felice!!!
    baci alex, fai sempre ricette e foto strepitose, aspetto le foto del “paradiso” che hai scovato oggi pomeriggio!!! ;-))

  15. Mirtilla sagt:

    Ah… che piatto delizioso!!! Io il riso lo adoro, i pomodori anche e le patate.. pure! quindi meglio di così! Complimenti. è proprio una ricetta gustosissima!

  16. Lilly sagt:

    Wow: quanti ricordi d’estate e d’infanzia, che meraviglia !
    E’ incredibile la perfetta fusione di sapori che si crea nella teglia tra sughetto, riso, patate, olio e aromi…
    Per curiosità: tua nonna di dov’è?
    Questa è la ricetta anche di mia nonna e finora ho sempre creduto si trattasse di una specialità romana o del basso Lazio…
    Grazie ancora per le memorie !

    Lilly*

  17. Alex sagt:

    *Ornella, le patate sono un must, devi assolutamente provare!!

    *Sarah, quando li preparo anche per me è una gran festa ed è quasi come tornare a casa

    *CriCri, ehehe, mentre voi vi siete divertite io mangiavo pomodori di riso

    *Jutta, sono venute belle scrocchiarelle

    *Glu.fri, che strano sentirti dire che aspetti l’estate, poi mi ricordo che stai dall’altra parte del mondo :-)

    *Mafaldina, :-)

    *Comida, i pomodori dell’orto saranno ancor più buoni

    *Siglinde, danke!! Es ist wirklich ein Klassiker, der super gut schmeckt

    *Ursula, wichtig dabei ist, dass der Reis genügend Tomatensosse hat, um sich vollzusaugen. Und sehr gut würzen!

    *La mia cucina, dann wird’s wieder Zeit :-)

    *Martina, così è successo anche a me quando ho visto i pomodori su altri blog

    *Aiuolik, siete state in due: tu e una blogger tedesca che vive a Roma. Non potevo non farli :-)

    *Susina, secondo me è un piatto ideale da portarsi in ufficio, anche perchè freddi sono quasi più buoni

    *Mirtilla, grazie

    *Lilly, mia nonna era abruzzese, ma trapiantata a Roma. Io sono nata e cresciuta a Roma

  18. genny sagt:

    anche a me quando ho visto quelli della trattoria m’è venuta una voglia!!!queste foto così rosse e gialle danno proprio il senso del caldo infuocato:d mi paicciono moltissimo!

  19. miciapallina sagt:

    Una delle preparazioni di Roma che più mi ha conquistato!
    Li ho fatti quest’anno la prima volta perchè… chissà perchè… forse pensavo fossero troppo complicati, chissà!
    Proprio oggi li ho ricomprati, la previsione è domani sera per cena!
    In realtà li preparo tutto stasera e domani mattina alle 5 e 30 metto in forno….
    così la sera quando torno posso mangiarli freddi!
    Non sono stacanovista…. faccio di realtà virtù!
    Alex, ti voglio bene quasi quanto mi piacciono i pomodori al forno…. ciòè… loro mi piacciono meno!
    E dalle voragini delle complicazioni mentali della prima mattina del lunedì, ti saluto con un bacione!
    Com’era la francia?

    nasinasi

  20. Ero arcisicura che aprendo la pagina avrei trovato una ricetta così semplice sublimata dalle tue immagini. E non sono rimasta delusa. Splendida…

  21. Olivia sagt:

    Sono d’accordissimo con te!!!Il pomodoro al riso fa davvero estate!è un’associazione perfetta!

  22. Nepitella sagt:

    Una sola parola: BUONISSIMI!!!
    Salutami la Francia :-)
    Un bacione

  23. Mestolo sagt:

    Tomaten sind so vielseitig befüllbar und das rezept hatte mir bei Jutta auch schon gefallen.

  24. katia sagt:

    Che buono e semplice il pomodoro ripieno di riso cotto nel forno… il riso assorbe tutto il sapore del pomodoro durante la cottura. Non li mangio proprio da una vita, dovro’ rimediare al piu’ presto. Buona settimana

  25. Onde99 sagt:

    Sai che non ho mai avuto il coraggio di farli, per paura che il riso, pur intriso di pomodoro, non cuocesse del tutto. Ma la tua foto è così appetitosa che quasi quasi mi convince che riuscirci non sia un’impresa impossibile!

  26. MMM sagt:

    bellissime foto.. e pomodori deliziosi!
    passa a trovarci su
    http://www.modemuffins.blogspot.com
    per un post un po’ alternativo=)
    baci!

  27. imma sagt:

    alex davero saporitissimi questi pomodori sono cosi invitanti ed estivi che mi piacerebbe mangiarli su di una bella terrazza davanti ad un immenso mare per gustarli al meglio:D!!!!bacioni imma

  28. Elvira sagt:

    Alex, sai da quanto tempo voglio imparare a fare questi pomodori? Aspettavo di avere la possibilita’ di cucinarli con la zia-lettrice-romana, ma mi sa che sruttero’ il tuo post cosi’ la prossima volta che la vado a trovare sono gia’ “imparata” :)
    Sai che qui ho difficolta’ a trovare i pomodori giusti? Ho visto qelli che vendono a Roma, e qui non si trovano proprio quelli, pero’ ora che ho scoperto i pomodori di Sorrento, grandi e dolci, potrei risolvere cosi’….

    La prima foto soprattutto e’ un colpo al core, DEVO imparare a farli cosi’ :)
    Ti abbraccio (e aspetto le foto che sai tu :)

  29. Daisy sagt:

    quanto piacciono anchea me i pomodori ripieni..mia madre li faceva sempre quando ero piccola..e’ un bel ricordo dell’infanzia..
    peccato che il mio QUASI marito non gradisca troppo i pomodori cotti..uff!!!!!!!!:-)

  30. mominthecity sagt:

    fai delle foto STREPITOSE!!!!!!!!!!!!!! che invidia!!!! e la ricetta è davvero stuzzicante, magari mi fa passare l’inedia, e la non voglia di accendere il forno…

  31. Magdi sagt:

    Deine sehen ja super-lecker aus. Jetzt haben wir wieder Ofen-Theperaturen. Bis Samstag war es eindeutig zu heiß dafür. Meine Tomaten sehen so aus.

  32. Ancutza sagt:

    buonissimi! e le foto sono stupende…come al solito! buona settimana!

  33. furfecchia sagt:

    Ma sai che questa estate non li ho ancora preparati? li faccio come te, ma senza le patate… e anche io li preferisco freddi il giorno dopo! Divertiti in Francia!
    Silvia

  34. Elvira sagt:

    pomodori di Sorrento ripieni di riso dentro il forno :D

  35. Jacopo sagt:

    Ma quanto andiamo d’accordo io e te !?!?! :-D
    ADORO i pomodori al riso: sono forse il mio “cibo del ricordo” da quando, a Castel San Pietro Romano, quando eravamo in vacanza, mia nonna me ne faceva portare una teglia il martedì o il sabato nel forno a legna del paese: non dimenticherò mai il sapore di quei pomodori al riso (oltre alle cipolle, alle zucchine ed ai peperoni gratinati) cotti nel forno a legna dopo che ci avevano fatto il pane.
    Sempre al paese mia madre sabato me li ha rifatti, anche se nel forno di casa: me ne sono mangiati SOLO 4 !!! Il quinto l’ho lasciato… per pudore hahahahaha

  36. Erich sagt:

    Geht mir wie Robert!!

  37. No, ma questa è una meraviglia da sbavarci sopra :)

  38. Francesca sagt:

    Mai provato, ma ho letto da un sacco di parti la ricetta….ora devo mettermi all’opera! brava Alex

  39. kitchenroach sagt:

    Ich habe das Rezept auch schon bei Jutta bewundert. Ich will das bald probieren.

  40. zorra sagt:

    Wow, sieht zum Reinbeissen aus. Eine Portion nach Andalusien, bitte. ;-)

  41. Sophie sagt:

    Schon wieder eine neue Welle ….Scheinen ja wirklich lecker zu sein, diese Tomaten. Ich hab ein kleines Kindheitstrauma damit, aber vielleicht sollte ich’s nochmal probieren.

  42. Nicoletta sagt:

    Cavolo, che buoni!
    Li provo!

    Grazie

  43. Marsan sagt:

    Nessuna ricetta indica se si devono levare i semi ai pomodori salvando ovviamente la parte carnosa e l’acqua.Vissani diceva alla Clerici che nessun cuoco da mai una ricetta per intero.
    Consiglio di aggiungere al ripieno, piccoli cubetti di patata.

    • Alex sagt:

      Io non li ho mai tolti, non mi danno fastidio e sinceramente sono abbastanza pigra in cucina :-)
      Se è vero quello che dice Vissani, allora non sono una cuoca :-) Mi piace l’idea della patata nel ripieno, da provare

  44. effemmeffe sagt:

    Commento questo post ormai vecchio perché appena pubblicato ho provato la ricetta e sono diventato dipendente da questi pomodori!
    Li ho fatti due volte in una settimana.
    Poi, qualche giorno fa ho pensato di sfruttare gli ultimi pomodori dell’orto e l’ho rifatta, ma per ben tre volte di fila devo aver sbagliato qualcosa, perché il riso mi è venuto completamente scotto, un pastone che ho mangiato solo per fame, ma non ho cambiato nulla dalle prime volte e dalla tua ricetta, anzi, l’ultima volta li ho cotti solo per 40 minuti, ma nulla, riso scotto.
    Dove sbaglio? C’è qualche trucco?

    • Alex sagt:

      Guarda, a questo punto non lo so neanche io. E ti spiego: mi è arrivata una mail da un lettore tedesco che invece si “lamentava” che il riso, nonostante lo avesse cotto per più di un’ora, gli fosse rimasto cmq duro. Secondo me dipende molto dal tipo di riso e dalla quantità di polpa in cui viene messo. Può essere che l’ultima volta i pomodori fossero più grandi e quindi anche + polpa/liquido in cui il riso poi si è scotto. Anche a me non vengono sempre uguali. Sarà la luna, sarà l’umidità, sarà il riso con gli attributi girati, ma io non me lo spiego. Il lettore tedesco mi ha poi detto che la volta successiva avrebbe precotto il riso (secondo me li sì che viene un pappone).
      E tu hai usato sempre lo stesso tipo di riso?

  45. Tra te e sonia mi avete messo voglia: ho comprato i pomodori, il riso buono ce l’ho… e domani li faccio!!!

    /spledide foto, complimneti!!!

Lascia una risposta

  • Es war einmal

  • Archiv

  • Hier bin ich auch


    www.flickr.com
    This is a Flickr badge showing public photos from cuoche dell'altromondo. Make your own badge here.
  • Wohin am Wochenende?

    • Gartenterminkalender: hier

  • Deutsche Foodblogs

    Köstlich & Konsorten